24/02/2010 Lega Volley Femminile


L’Edilcost Ancona, da quando è iniziato il 2010, non ha più saputo vincere. Neppure il ritorno in campo del capitano Leo Chiappa è servito per interrompere il trend negativo. “Purtroppo le cose non vanno come dovrebbero” riconosce l’esperta palleggiatrice chiaravallese. “Quando i risultati non arrivano e le prestazioni non sono all’altezza si crea nella squadra un clima di sfiducia che però va fugato al più presto”.

Si tratta di un problema del gruppo o delle singole atlete?
“Negli sport di squadra si perde e si vince tutti insieme, non è una frase fatta. Evidentemente abbiamo smarrito la mentalità vincente che ci aveva contraddistinto a fine 2009, quando abbiamo infilato una bella serie di vittorie. Dobbiamo assolutamente sbloccarci e ritrovare quello spirito, se vogliamo toglierci dalle sabbie mobili della classifica”.

La squadra ha più difficoltà nell’approccio iniziale alla partita o quando si giocano i punti pesanti, a termine set?
“Credo che il disagio maggiore lo mostriamo quando dobbiamo concludere e fare i punti decisivi. E’ un vero peccato, perché così si perdono le partite e questo, oltre ad averci messo in una situazione di classifica ben poco invidiabile, vanifica l’impegno profuso in settimana durante gli allenamenti”.

Se non altro la pausa per la Final Four di Coppa Italia di serie A2 giunge al momento opportuno…
“La sosta ci permetterà di sgombrare un po’ la mente e ricaricare le energie nervose. Poi ci ributteremo nell’agone, con l’obiettivo minimo di vincere tutti gli scontri diretti. Personalmente sono ottimista, abbiamo le qualità per riemergere.”

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto