03/02/2018 Hermaea Olbia

Una buona partenza, con la vittoria autoritaria del primo set, non basta alla Golem Olbia, sconfitta per 3 set a 1 dal Sanbapolis dalla Delta Informatica Trentino nella 6/a giornata di ritorno del campionato di Serie A2 Femminile. Nonostante la battuta d’arresto, l’Hermaea ha confermato i segnali di cresciuta dell’ultimo periodo, mettendo in difficoltà una formazione costruita per stare nelle zone nobili della classifica. Buono l’esordio della neo arrivata Giulia Melli, autrice di 15 punti.

LA GARA – L’inizio è molto equilibrato, con le due formazioni che arrivano in parità a quota 16. L’Hermaea, spinta dagli attacchi vincenti di Soos e della nuova arrivata Melli, accelera fino a portarsi sul 18-21, con coach Negro che è costretto a intervenire chiamando timeout. La Golem tiene a bada i tentativi di rientro delle padrone di casa con il primo tempo di Bartolini e l’attacco in diagonale di Melli (23-21). Dopo un contestato errore di formazione comminato all’Hermaea la gara resta bloccata per lunghissimi minuti. Si riprende dopo oltre dieci minuti di pausa, con arbitri e refertisti che tornano sui propri passi. Melli è ancora calda e va subito a segno con la diagonale stretta (20-24) quindi l’attacco out di Trento permette alla Golem di aggiudicarsi con merito il primo set.

Al rientro in campo sono ancora le galluresi a dettare i ritmi (1-4 dopo l’errore in battuta di Moncada). Negro ricorre al minuto di sospensione per caricare le sue ragazze, ma Melli allunga ulteriormente. Trento respira con l’ace di Dekany (4-6), ma il muro di Barazza ristabilisce le distanze. Trento non demorde, e dopo l’attacco fuori misura di Soos trova la parità a 8. Segue una fase di equilibrio, con la Golem che, alla lunga, accusa un piccolo calo punito da Moretto (ace per il 16-15 Trento). Stavolta a chiamare il timeout è Giangrossi, che corregge puntualmente la situazione. Le squadre arrivano a braccetto a quota 23 dopo degli errori in battuta. L’attacco sbagliato da Uchiseto offre a Trento la palla set, puntualmente sfruttata da Moretto, che permette alle sue di pareggiare il conto set.

L’inerzia della gara sembra passare nelle mani della Delta Informatica, che conduce in avvio di terzo set (7-4). La Golem è abile a restare in scia e a impattare a quota 12 con Soos. Approfittando di qualche errore delle olbiesi, Trento allunga sul +3 (18-15). Lo strappo non è decisivo, perché la Golem, con il lungolinea di Melli, rimette tutto in discussione (21-20). Nelle fasi calde però le padrone di casa mostrano maggior lucidità e chiudono i conti sul 25-23 nonostante i tentativi di una Golem mai doma.

Trento parte con le marce alte anche nel quarto set, ma la diagonale stretta di Uchiseto pareggia subito a 3. Kiosi e compagne cercano di prendere il largo, venendo però puntualmente riprese. La Delta Informatica continua a provarci e guadagna il +4 col servizio vincente di Moncada (13-9). Dopo il timeout Giangrossi non ottiene le risposte sperate dalle sue, che perdono ulteriore terreno (17-12). La Golem a questo punto perde fiducia (complice qualche decisione arbitrale controversa) e non si dimostra più in grado di impensierire le rivali, che concedono poco o nulla ottenendo il successo pieno con il conto finale di 3-1.

Delta Informatica Trentino-Golem Olbia 3-1 (20-25; 25-23; 25-23; 25-20)

Delta Informatica: Fiesoli 1, Antonucci, Dekany 10, Moncada 3, Zardo, Kiosi 19, Fucka, Moro, Fondriest 7, Michieletto 13, Moretto 17, Carraro. Allenatore: Negro

Golem: Iannone, Barazza 9, Caboni, Barbagallo, Melli 15, Cecconello, Soos 14, Bartolini 10, Murru, Spinello 3, Uchiseto 14, Simoncini. Allenatore: Giangrossi

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto