21/02/2005 Lega Volley Femminile

PalaCia gremito in ogni ordine di posto per il sesto incontro di ritorno del campionato 2004/2005: la compagine di casa della Minetti Infoplus affronta oggi la S.Orsola Asystel Novara, che è giunta in quel di Vicenza “mutila” delle alzatrici He Qi e Radulovic; a sostituirle, la giovanissima Monica “Momo” Corbellini (al suo esordio nella massima serie) schierata da mister Frigoni insieme all’opposto De Carne, ai martelli Spasojevic e Glinka  (ex di turno), alle centrali Anzanello e Nicolini e al libero Cardullo. Nica, coach delle vicentine, risponde con Sliwa in regia,  Borrelli opposto,Starovic e Lehtonen in banda, Paccagnella e Mouha al centro; libero: Zilio.  

Set 1:  Con Corbellini al servizio, Novara si porta subito sul 3-0 grazie a due errori delle vicentine e un muro di Nicolini. Vicenza chiama tempo. Ancora errori da parte delle venete, che macinano un solo punto grazie a Starovic, e Novara si porta sul 6-1. Starovic e Paccagnella trascinano la squadra, ma Novara allunga e si porta sul 8-.3.  Lehtonen piazza una bomba, Spasojevic risponde ed è 9-4. Vicenza recupera tre punti e si porta sul 9-7 grazie a Borrelli e Lehtonen.  Ma la ex di turno Glinka non ci sta: due punti suoi, ed è 12-8.  Nicolini mura fuori, ma si fa prontamente perdonare con una bella fast che vale il 14-10.  Lehtonen e Sliwa  accorciano le distanze: 14-13. Frigoni corre ai ripari e chiama time out. Ancora Sliwa ed è parità 14-14. E’ capitan De Carne ad aggiudicare il secondo time out tecnico a Novara con un punto di distacco. La belga piazza due bombe fuori, ma ci pensano Anzanello e Glinka a portare Novara sul 2. Frigoni alza il muro con Flier per Corbellini, ma è punto Vicenza (19-18). Glinka buca il muro  vicentino e porta novara sul 3, ma Novara perde concentrazione ed è sorpasso per Vicenza: 22-21. Si procede punto a punto fino al 27-27, quando Starovic allunga e chiude con un bel muro (29-27)

Set 2: E’ ancora Starovic-show: Vicenza si porta sul 3-2. Novara pareggia con Anzanello e sorpassa con un ace di De Carne (4-5). Ma le venete sfruttano gli errori delle avversarie e al time out tecnico il tabellone segna 8-6 per le padrone di casa. Novara non ingrana e Vicenza, trascinata da Paccagnella e Starovic, stacca e va a 4 (16-12). Una super-Borrelli non consente a Novara il recupero ed il vantaggio si mantiene: è 18-14, 22-18, quando un muro di Anzanello ed un attacco out di Vicenza riducono a due punti le distanze (22-20). Ma  è ancora Borrelli che trascina le compagne al set point, e Starovic chiude sul 25-20. 

Set 3: Frigoni tenta la carta Flier, schierandola fin dall’inizio del terzo set al posto di De Carne.I tifosi novaresi, come sempre numerosissimi, incitano le loro beniamine, ma non è giornata per le Asystelle: 4-2 per Vicenza. A nulla vale il time out chiamato dal coach novarese: la Minetti allunga e il time out tecnico è suo: 8-2. E’ buio per le piemontesi: Flier attacca fuori, Borrelli e Paccagnella portano Vicenza sull’11-2. Si spengono del tutto le luci in campo Asystel: al time out tecnico la distanza è abissale: 16-3. Le vicentine, trascinate dall’entusiasmo di tutto il palazzetto, non mollano (20-6), poi Glinka risveglia momentaneamente le compagne con qualche missile dalla seconda linea ed un ace: 21-11, ma la Minetti archivia in un attimo la pratica Novara, con Borrelli che chiude set e partita per 25-14. Brutta sconfitta,dunque, per l’Asystel , che torna in Piemonte lasciando tre punti importanti sul campo vicentino.

 

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto