01/02/2016 Volley Soverato

Volley Soverato    3

Mycicero Pesaro  0                        

PARZIALI SET: 25/21; 25/21; 29/27

VOLLEY SOVERATO: Travaglini 13, Fresco 4, Nardini 6, Cumino 3, Bertone ne, Donà 11, Begic 14, Vietti ne, Caforio (L), Lupidi ne, Mastrilli ne. Coach: Luca Secchi

MYCICERO PESARO: Mastrodicasa 9, Bordignon ne, Zannini, Ghilardi (L), Di Iulio 3, M’Bra 3, Gennari, Arciprete 8, Mezzasoma 6, Liliom 15, Di Marino 5. Coach: Matteo Bertini

ARBITRI: Gasparro Mariano – Autuori Enrico

Durata set: 24’, 24’, 31’. Tot 1h19’

Muri: Soverato 12, Pesaro 8

Non si passa al “Pala Scoppa”di dove arriva una rotonda vittoria per il Volley Soverato che supera per tre set a zero il Mycicero Pesaro in un match comunque combattuto nonostante il risultato finale. Con questo successo il Soverato raggiunge il Forlì in testa a trentasei punti complice la sconfitta della capolista contro le piemontesi del Fenera Chieri. Grande gioia a fine match sotto la curva degli “ultras” con la squadra a fare il giro di campo dopo quest’altra bella vittoria. Veniamo al match. Le ospiti di coach Bertini si sono dimostrate squadra tosta meritando il posto in classifica, ma il Soverato è stato come al solito bravo nei momenti cruciali a mettere a terra palloni pesanti. Volley Soverato in campo con Cumino in cabina di regia e Lucia Fresco nel ruolo di opposto, al centro la coppia Travaglini e Nardini, martelli Melissa Donà ed Edina Begic con libero Giorgia Caforio; dall’altra parte coach Bertini per il Mycicero Pesaro schiera al palleggio Di Iulio con Mezzasoma opposto, al centro Mastrodicasa e Di Marino, in banda Arciprete e Liliom con libero Ghilardi. Avvio di gara equilibrato tra le due squadre che s trovano appaiate nel punteggio 4-4 ma il primo allungo è delle locali che si portano avanti 4-7 con un ace sporco del capitano Travaglini. In queste prime batture da entrambe le parti vengono commessi vari errori al servizio e intanto il pubblico del “Pala Scoppa” inizia a scaldarsi. Alla pausa Soverato è avanti 12-8 ma al rientro in campo Pesaro si rifà sotto  accorciando 12-11; ristabilisce subito le distanze la squadra di Secchi andando sul 15-11 con il primo time out dell’incontro chiesto da coach Bertini con la sue ragazze che al rientro ritrovano la parità sul 16-16 dimostrandosi squadra ben messa in campo. Ritorna a più tre, 19-16, la compagine calabrese con le marchigiane costrette nuovamente al time out; fasi decisive del parziale con le biancorosse avanti 22-19 prima del muro di Nardini e di un attacco fuori ospite che regalano ben cinque palle set alle padrone di casa che si vedono annullare le prime due con time out questa volta chiesto da Secchi sul 24-21. Al rientro chiude Cumino il primo set 25/21. Parte bene la squadra di Secchi che si porta subito avanti 3-0 e sul 4-1 cambio nelle ospiti con M’Brà al posto di Mezzasoma e le marchigiane ritrovano la parità sul 5-5 con ace sporco di Arciprete mentre al tempo tecnico di sospensione Pesaro è avanti di due, 10-12. Squadre di nuovo appaiate nel punteggio 14-14 con il set che si mantiene in questa fase equilibrato. Sul 18-18 fuori Liliom e dentro Zannini per le ospiti ma le calabresi allungano sul 20-18 con coach Bertini che ferma il gioco. Al rientro fallo di piede in battuta di M’Bra e Soverato si porta sul 22-20 con successivo punto messo a segno da Donà con un gran muro e nuovo time out chiesto da Bertini sul 23-20 ma al rientro Travaglini mette giù il 24-20 e arrivano quattro set point; fischiata doppia a Fresco e Pesaro accorcia 24-21 con Secchi che ferma il gioco. Errore in battuta di Arciprete e set in archivio per le ioniche che chiudono 25/21 e si portano sul due a zero. Come nei primi due set, anche nel terzo le squadre viaggiano in parità trovandosi sul 7-7 mentre al tempo obbligatorio di sospensione le “cavallucce marine” sono avanti di due lunghezze, 12-10. Recupero Pesaro dal 16-13 al 16-16 con coach Secchi che chiama time out per spezzare il ritmo delle avversarie che continuano a stare attaccate alle locali con il punteggio adesso 20-20 prima che Fresco porti avanti la sua squadra sul 22-20 con il “Pala Scoppa” una diventato una bolgia. Intanto time out chiesto dal Pesaro che al rientro pareggia sul 22-22 ma Soverato con Donà al servizio guadagna due match point, prima di un altro time out chiesto dalle ospiti. Al rientro attacco fuori di Begic e Pesar a meno uno, 24-23 con Secchi che giustamente chiede time out. Squadre di nuovo in campo con Pesaro che pareggia e porta il set ai vantaggi 24-24; muro ospite e palla set Mycicero annullata però da Travaglini che ridà la parità al Soverato. E’ Di Marino a conquistare la seconda palla set per Pesaro e una bomba di Begic porta il punteggio sul 26-26 ma Pesaro passa ancora prima del nuovo pari calabrese in questo set infinito. Ace di Begic e terza palla match per Soverato sul 28-27; chiude un muro delle padrone di casa che conquistano tre punti molto importanti, che come detto, permettono al Soverato di agganciare la capolista Forlì in testa alla classifica. Mercoledì sarà coppa Italia con la disputa a Monza dell’andata della semifinale.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto