30/12/2014 Lega Volley Femminile

Siamo arrivati alla fine del 2014, un anno che nella storia della Delta Informatica Trentino Rosa verrà ricordato come assolutamente straordinario: da gennaio in poi la società presieduta da Roberto Postal ha messo in bacheca la Coppa Italia di B1, vinto la regular season di serie B1 e infine ottenuto la promozione in A2 dopo i playoff contro il Lilliput Torino.

Passata l’estate a pianificare la prima storica stagione di A2, che ha portato la squadra gialloblù a giocare al Sanbàpolis di Trento, oltre a un nuovo allenatore (Marco Gazzotti) e nuove giocatrici (Bezarevic, Lamprinidou, Cardani, Morolli e Candio), la Delta ha iniziato il campionato in maniera superlativa, vincendo sette partite su nove sfide (una di riposo) e arrivando a fine anno al quarto posto in classifica, con l’accesso alle finali di Coppa Italia conquistato con tre turni di anticipo.

Grande merito di questo anno d’oro è anche di Alice Martini, ventisettenne schiacciatrice genovese giunta alla seconda stagione con la maglia della Delta Informatica Trentino Rosa, tra le migliori in campo nella sconfitta di Santo Stefano contro il Saugella Monza: «Sapevamo che la sfida contro il Saugella sarebbe stata difficile, perché loro sono una squadra costruita per vincere il campionato e nonostante il grave infortunio della schiacciatrice Moneta, che per loro era importante anche in ricezione, rimangono una formazione molto forte. Noi purtroppo non abbiamo giocato una buona partita, perché abbiamo commesso davvero troppi errori, e quando giochiamo contro squadre che ne commettono pochi facciamo ancora fatica. Questo è un limite che vorrei vedere migliorato nel prossimo anno, cercare di fare meno errori in tutti i fondamentali, perché quando ci riusciamo giochiamo una buonissima pallavolo, come dimostrato contro Monza nel secondo set (perso 22-25 solo nel finale, ndr)».

L’inizio del nuovo anno sarà subito all’insegna della pallavolo giocata e di tre sfide ad alto quoziente di difficoltà, perché la Delta Informatica sarà subito impegnata sul parquet di Aversa, per poi affrontare Club Italia e infine il derby regionale contro la capolista Neruda: «Sono tre partite veramente difficili – conferma la schiacciatrice ligure – perché Aversa dopo un avvio complicato ha cominciato a giocare bene e a vincere risalendo velocemente la china, il Club Italia sembrava la classica “squadra materasso” a inizio anno ma invece sta dimostrando di essere una formazione assolutamente temibile nonostante la giovane età delle giocatrici, mentre il Neruda non ha bisogno di tanti commenti, finora è imbattuto e quindi il derby sarà davvero una partita complicata. Noi comunque ci alleniamo con il solito impegno come fatto finora, con l’obiettivo naturalmente di portare a casa più punti possibili».

Aldilà della sconfitta contro Monza, una delle corazzate della serie A2, la Trentino Rosa ha cominciato la prima stagione da debuttante in A2 nel migliore dei modi, con risultati di cui andare veramente fieri. «Sicuramente i risultati e la classifica stanno andando oltre le nostre aspettative, perché arrivare al quarto posto a tre giornate dalla fine del girone di andata e con la qualificazione alle finali di Coppa Italia già in tasca significa aver fatto molto bene. Da neopromossa si parte sempre con tanto entusiasmo – anche perché il gruppo è rimasto in gran parte quello vincente dello scorso – ma poi non è mai facile iniziare in questo modo, visto che molte di noi sono al primo anno in questa categoria. Però ci meritiamo questo grande momento: noi giocatrici ci impegniamo ogni giorno al massimo in allenamento, così come lo staff e la società, che fanno di tutto per essere sempre disponibili e venire incontro ad ogni nostra esigenza».

Alice tira infine le somme del 2014, che difficilmente poteva essere migliore (tre sole sconfitte rimediate nell’anno solare, ndr), e prova a fissare qualche obiettivo per il futuro: «Questo 2014 è stato un anno perfetto: abbiamo vinto il campionato di B1, la Coppa Italia di categoria e infine conquistato la promozione in A2, per poi cominciare in maniera assolutamente positiva la prima stagione in A2. Sono contenta sia a livello personale che di squadra; a inizio stagione il nostro obiettivo era quello di salvarsi il prima possibile, ma adesso, vedendo dove siamo arrivate in classifica dopo dieci giornate, vogliamo fare di tutto per conquistare un posto ai playoff e andare avanti il più possibile anche in Coppa Italia».

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto