13/11/2014 Lega Volley Femminile

Siamo al giorno dopo: la prima davanti al pubblico del PalaGeorge ha superato ogni aspettativa; la soddisfazione è tanta e la tentazione di godersi la sbornia di lodi e applausi è dietro l’angolo. Dietro l’angolo c’è però anche il prosieguo del campionato, che propone a Metalleghe Sanitars una settimana impegnativa. Tenere i piedi per terra dopo partite come quella giocata domenica contro Modena è d’obbligo, per una matricola, seppur dotata, come Montichiari.

Ben vengano dunque le prossime avversarie: domenica si gioca a Viadana, contro Pomì Casalmaggiore, incontrata poche settimane fa in finale al memorial Scabari e battuta 3-0, ma i tornei precampionato hanno obiettivi tattici differenti, rispetto alla regular season. A seguire, il turno infrasettimanale di mercoledì vedrà le tigri di Barbieri affrontare le farfalle della UYBA, di nuovo al PalaGeorge.

In casa Metalleghe si è tornati in palestra con la consueta disciplina per preparare ciascun incontro, ma soprattutto per continuare a lavorare sulla squadra, sugli errori da togliere, sui meccanismi da perfezionare.

Rossella Olivotto, giovane centrale tra i primi ingaggi di Promoball per la stagione 2014/2015, arriva proprio da Casalmaggiore, dove ha giocato per tre anni e dove ha maturato l’esperienza che in maglia biancorossa l’ha vista partire titolare nelle due prime gare e toccare sempre più palloni a muro. Ritroverà solo alcune delle compagne lasciate lo scorso anno, poiché Pomì ha modificato regìa e buona parte dell’attacco rosa. Le sue parole, sempre misurate, tradiscono comunque l’emozione della ragazza di 23 anni che torna sul campo che l’ha vista crescere.

“Certo che fa effetto, tornare al Pala Farina. Ci penso da quando ho visto il calendario, a questa data di inizio campionato. E’ un appuntamento importante, che non voglio mancare: ci tengo a fare bene, a fare bella figura. Ho tanti ricordi belli, chiusi in quella palestra; spero che la mia emozione e l’entusiasmo che abbiamo oggi come gruppo ci facciano aprire la porta del palazzetto con la spinta giusta. La squadra di Mazzanti si è rafforzata rispetto allo scorso campionato – continua Rossella – e si affida a giocatrici eclettiche e versatili. Non esiste un sestetto base unico; ci sono tante atlete valide che possono giocare alternandosi. Sarà una partita forse più difficile per questo, perché non è facile individuare uno standard fisso di gioco e prepararsi all’incontro studiando quello, ma noi stiamo lavorando davvero bene in palestra e stiamo crescendo come gruppo.”

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto