05/10/2014 Lega Volley Femminile

Manca poco meno di un mese all’inizio del campionato di serie A2 femminile e la Delta Informatica sta lavorando alacremente per arrivare pronta all’appuntamento del 2 novembre, quando le gialloblù debutteranno in Calabria sul parquet del Volley Soverato. Tra le leader del nuovo gruppo c’è sicuramente la centrale greca Maria Lamprinidou, arrivata da Forlì (lo scorso anno in serie A1) per affiancare Silvia Fondriest e Sonia Candi, componendo una batteria di centrali di sicuro affidamento. Classe 1986, Maria ha avuto esperienze prima in Grecia e poi in Francia (dov’è stata eletta miglior muratrice nella stagione 2012/2013), prima di approdare in Romagna.

Dopo oltre trenta giorni di duro allenamento e un paio di amichevoli, è tempo di tracciare il primo bilancio:
«Io mi sento bene, mi trovo benissimo con la squadra, lo staff e la società: tutti sono sempre disponibili quando ho bisogno di loro, mi sento davvero a casa – esordisce – A livello tecnico stiamo migliorando giorno dopo giorno, dobbiamo ancora trovare i perfetti automatismi ma il lavoro con il mister sta procedendo bene. La cosa positiva è che il gruppo è rimasto pressoché invariato rispetto allo scorso anno, per cui è più facile per noi “nuove” inserirci e trovare l’amalgama con le compagne».

A tal proposito, essere tra le più esperte del gruppo, dovendo anche aiutare le compagne più giovani, non le pesa affatto: “Sì, ci sono molte ragazze giovani, che non hanno esperienza a questi livelli – spiega – ma sono convinta abbiano il talento e la voglia necessaria per adeguarsi subito alla nuova realtà, in modo da poter fare fin da subito una grande stagione con ottime prestazioni. Io da giocatrice un po’ più esperta provo piacere e grande responsabilità nell’aiutare e dare consigli alle più giovani, anche perché per me rappresenta una prova di fiducia da parte della società, che crede molto in me e nelle mie doti”.

Essendo già un’ottima muratrice, qual è il fondamentale su cui sta lavorando di più durante questi mesi di preparazione? «Io ascolto tanto i consigli che mi dà l’allenatore – afferma – e assimilo tutte le informazioni tecnico -tattiche che mi aiutano a evolvermi e migliorare allenamento dopo allenamento. Quest’anno sto lavorando molto soprattutto sulla fase d’attacco, voglio fare passi in avanti in questo fondamentale, dato che mi servirà molto in campionato per fare tanti punti e aiutare la squadra a vincere».

Infine, Maria dà un suo parere sulla vita a Trento, anche se naturalmente in un solo mese ha potuto godersi poco la sua nuova città: «Trento mi piace, rispetto alle città greche è molto diversa ma io preferisco sempre fare nuove esperienze di vita e adattarmi in paesi diversi. Adoro la natura e la montagna, quando ho tempo libero vado a fare qualche “gita” per vedere nuovi paesaggi, per cui qui sono veramente capitata in un posto a me ideale. Purtroppo non ho ancora avuto molte occasioni per girare la città perché ci alleniamo intensamente, ma come primo impatto devo dire che mi sto trovando bene, è l’ambiente giusto per giocare a pallavolo».

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto