17/03/2013 Lega Volley Femminile

La pausa del campionato, che coincide con lo svolgimento delle finali di Coppa Italia, ha permesso a Francesca Vannini di concedere tre giorni di riposo al suo gruppo: dopo la bella vittoria interna contro Marsala, le azzurrine hanno lavorato fino a venerdì, quando hanno ricevuto il rompete le righe, e torneranno a radunarsi a San Casciano martedì, per preparare la delicata trasferta di Montichiari, fondamentale per continuare a rincorrere il sogno play off. La settimana è filata via liscia e con molti sorrisi, inevitabili dopo un 3-0 che ha rilanciato le ambizioni de Il Bisonte Azzurra San Casciano, e anche quelle del suo opposto Valentina Biccheri, 20 punti (con un ace e due muri) e il 57% in attacco, con soli due errori e due muri subiti.

“Venivamo da una sconfitta all’andata a Marsala non molto bella – racconta Valentina – e volevamo rifarci in tutti i modi: quel 3-1 era stato abbastanza tosto da digerire, e senza togliere niente a loro, noi non avevamo giocato al meglio, quindi ci siamo prese una bella rivincita”.

E’ stata la tua miglior partita dell’anno?

“Penso di aver dato il massimo, come le mie compagne, perchè si vince tutte insieme. Sicuramente però ho ritrovato un po’ di continuità, che mi era mancata nelle ultime partite: ora sto esprimendo il mio miglior gioco con più frequenza”.

La sosta arriva nel momento giusto?

“Adesso una pausa ci sta, poi ripartiamo con la trasferta a Montichiari: loro sono sotto di noi, ma non dobbiamo sottovalutarle. Andremo lì cercando di fare meglio possibile, perchè l’obiettivo rimane inevitabilmente quello di raggiungere i play off: siamo a due punti dal settimo posto e se continuiamo a giocare come sappiamo penso che possiamo farcela, anche perchè ci rimangono da affrontare partite più o meno alla nostra portata. La più difficile potrebbe essere quella contro Ornavasso, ma anche contro di loro avremo una gran voglia di rivincita, perché all’andata abbiamo perso 3-0 e non c’è stata partita: vedremo di rifarci in casa, magari strappando loro qualche punto”.

Come sta andando la tua prima vera stagione in A2?

“Avevo già giocato in questa categoria con il Club Italia, ed è stata una bella esperienza, ma eravamo tutte ragazze giovani e giocavamo senza pensare troppo al risultato. Quest’anno invece è tutto diverso, e ci ritroviamo a scendere in campo con il coltello tra i denti, sempre per vincere: penso che per me sia stata per ora un’annata positiva, sono partita un po’ con il freno a mano tirato ma poi mi sono sciolta”.

Inevitabile dedicare un pensiero a Sara Anzanello..

“Io l’ho conosciuta, ho fatto un collegiale della nazionale con lei in Germania, e la notizia della sua malattia è stato un fulmine a ciel sereno: mi dispiace davvero tantissimo e le auguro una pronta e rapida guarigione, anche a nome di tutta la squadra”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto