19/02/2004 Lega Volley Femminile

 Per la cronaca, il match tra Terra Sarda e Icot Tec Europa Systems si è chiuso quattro set ad uno in favore delle padrone di casa, ma Michela Spazzoli, libero della squadra, puntualizza subito alcune cose: “La mia ex squadra si è schierata con appena quattro atlete titolari, noi siamo soddisfatte, abbiamo retto tutti i cinque set, non c’è mai stato un divario netto”.

 Questo pomeriggio altra seduta congiunta, stavolta in compagnia di chi la sta ospitando nella trasferta più assortita della stagione, la Scavolini Pesaro. Il libero biancorosso esprime le sensazioni di un’esperienza singolare: “Stiamo trascorrendo una settimana diversa – dice – per noi è strano disputare amichevoli perché la posizione geografica di Tortolì non facilita certo gli spostamenti”. I suoi pensieri sono rivolti al prossimo match contro il Busto Arsizio, che si giocherà sabato al Palazzetto di Bergamo, in concomitanza con la Final Eight di Coppa Italia: “Avremo i riflettori puntati addosso, non vediamo l’ora di giocare – sottolinea entusiasta Michela – e soprattutto cercheremo di non fare brutta figura in una vetrina che richiamerà la crema degli addetti ai lavori”.

 Che tipo di match sarà quello che le opporrà alle bustocche? “Beh, le nostre avversarie hanno sicuramente più pressioni, devono vincere assolutamente per non farsi trascinare nel vortice della zona retrocessione – continua Spazzoli – noi al contrario ce la viviamo con più serenità, ma l’impegno sarà massimo”.

Il vice allenatore Paolo Zambolin è ugualmente possibilista. Ha visionato le ultime sei gare delle lombarde, però non sembra aver colto una condotta lineare: “Ultimamente il tecnico Gianni Volpicella ha effettuato diverse trasformazioni – spiega lo scoutman di Salsomaggiore Terme – e sarà veramente impegnativo riuscire a capire che tipo di strategia riserverà per l’anticipo di sabato”.  La gara è difficilissima, nel clan sardo lo sanno tutti: “Abbiamo il vantaggio di giocare in un campo “neutro”, ma questo non ci deve entusiasmare più di tanto; in caso di sconfitta si conserverebbe il quinto posto, ma provate ad immaginare che bel “mattoncino” riusciremmo a portar via nel caso dovessimo uscirne vittoriosi”.

 Nelle ultime quattro gare Busto ha totalizzato due punti appena, sottratti ad un Lodi in cerca di identità. Dopo Roma e Firenze (otto volte) è la squadra che ha chiuso più volte il match al quinto parziale (sette), vincendone tre in trasferta e solo uno in casa. Il momento più florido lo ha attraversato tra la nona e la quattordicesima giornata raccogliendo sei vittorie consecutive; tragico altresì l’avvio del campionato dove nelle prime otto giornate ha raccolto altrettante disfatte. L’ultima vittoria tra le mura amiche risale allo scorso 25 gennaio,: a farne le spese fu l’Urbino per la Pace che nel girone di ritorno non ha ancora raccolto un misero punticino.

 La rosa delle Busto è assai temibile, non a caso, ai nastri di partenza, gli esperti la inserirono nel plotoncino delle favorite.  La sua alzatrice si chiama Laura Venturini, ed ha precedenti con il Novara. Viviana Ballardini, schiacciatrice, da anni ha messo radici nel campionato di A2: “Quest’anno è un po’ in ombra – commenta Zambolin – ma è la classica giocatrice capace di vincere da sola la partita”. Il reparto offensivo è completato da Lucia Bacchi che viene impiegata anche come opposta, “un ruolo che la sta frenando non poco”. La belga Liesbet Vindevoghel è la miglior realizzatrice della sua squadra: i 304 punti realizzati le valgono il tredicesimo posto assoluto in coabitazione con la brasiliana “sarda” Alessandra Fratoni. “Vindevoghel è l’arma segreta a disposizione di Volpicella – puntualizza Zambolin – anche se, entra in campo ad intermittenza”. Viene impiegata a singhiozzo, inoltre, l’ungherese Katalin Kiss, “opposta ma non troppo”. Nel ruolo di centrali, Raffaella Calloni e Doriana Frontini dovrebbero rappresentare una coppia invincibile, ma incappano spesso in prestazioni poco convincenti.

 Nell’allenamento di oggi non ci sarà la carioca Cibele che ha riportato una leggera distorsione alla caviglia. Dopo alcuni attimi di paura, la giovane sudamericana ha tranquillizzato tutti quanti e si è sottoposta alle cure del fisioterapista Luca Murru che ha confermato l’esiguità dell’infortunio. Ciba sarà regolarmente in campo nella sfida di Bergamo. Intanto Michela Spazzoli avvisa i tifosi dell’Airone: “Vi voglio numerosi all’incontro di domenica 29, dobbiamo vendicarci dello 0 a 3 subito all’andata da parte del Cavazzale, il vostro apporto sarà fondamentale”.  

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto