09/04/2008 Lega Volley Femminile

Cariparma – Florens Castellana Grotte 2 – 3 (25-16, 25-21, 19-25, 17-25, 13-15)

Cariparma: Peluso 2, Conde 16, Cirilli 9, Shopova 16, Grando 18, Rossi 10, Gibertini (L), Arnoldi, Breda 4, Bertuletti, Tonelli 1. N.e: Cruciani. All: Botti

Florens: Dalia, Quaranta 17, Elisangela 28, Roani 9, Vinciarelli 9, Zanotti 12, Sansonna (L), Bellapianta, Sestini. N.e: Bortolozzi, Natali, Quadri. All: Radogna

Arbitri: Pecetti Daniele (PG) e Pignataro Patrizia (RM).

Cariparma: muri 9, battute vincenti 4, sbagliate 10.
Florens: muri 8, battute vincenti 5, sbagliate 3.

Migliore in campo Cariparma: Conde
Migliore in campo Florens: Elisangela

Al pubblico del Palaraschi rimane in gola l’urlo che, ad un certo punto della serata, stava per sprigionarsi. Quella parola che significa il raggiungimento di un traguardo enorme per la neopromossa società del Presidente Brianzi, salvezza, non può essere ancora scritta a caratteri cubitali nei comunicati e, soprattutto, nell’animo di chi ha a cuore le sorti della squadra gialloblu.
Ancora una volta il Cariparma ha giocato con grande ardore una partita gagliarda, ma un po’ l’inesperienza, un po’ un calo fisico, un po’ l’indubbia forza della Florens Castellana Grotte, peraltro alla ricerca dei punti promozione senza passare dai playoff, hanno rimandato all’ultima partita la decisione del campionato ducale. La società organizza un pulmann al seguito della squadra per sostenerla nella partita di Roma contro l’Aeronautica.

Le formazioni
Al via Botti sceglie Peluso in palleggio e schiera Conde opposta, Cirilli e Shopova in banda, Grando e Rossi al centro con Gibertini libero.
Radogna risponde con Dalia in regia e Quaranta opposta, Elisangela e Roani schiacciatrici, Vinciarelli e Zanotti centrali con Sansonna libero.
La cronaca
1° set. L’inizio di Parma è entusiasmante grazie ad un’ottima battuta ed a una buona difesa (6-1). La splendida veloce di Rossi, ottimamente innescata da Peluso porta al primo time out tecnico (8-2). Sul 13-7, Radogna chiama il suo secondo time out personale. Castellana Grotte è, per ora, annichilito da Parma, che risulta superiore in tutte le fasi di gioco. Shopova attacca impeccabilmente il pallone del 16-7. Ottimo avvio di Grando a muro e di Peluso in regia (18-9). Si sveglia la Florens e recupera grazie al muro ed a Elisangela (19-13). E’ un fuoco di paglia perchè le gialloblu riallungano immediatamente (22-13). Il set è ormai deciso e termina 25-16 con una rigiocata di Shopova. Splendido Cariparma in questo primo parziale.
2° set. Il secondo parziale riparte con le stesse formazioni e nello stesso modo del primo (4-1 e 6-2 Parma). Il monologo continua con la Florens che non riesce ad entrare in partita e Parma che aumenta il vantaggio (12-7). La compagine di Botti tiene in pugno il set con autorità (16-10). Conde imperversa dalla seconda linea, Grando e Rossi dominano sotto rete, Peluso distribuisce con fantasia il gioco, Gibertini è sempre precisa in ricezione ed in copertura, mentre Cirilli e Shopova attaccano con efficacia. Sul 18-10 il Cariparma ha un passaggio a vuoto e Castellana Grotte recupera in un attimo (18-17). Botti cambia la diagonale inserendo Breda e Tonelli. La mossa è azzeccata, perchè tre punti consecutivi di proprio di Breda, ben servita da Tonelli creano il nuovo solco (23-19). Il set point è ottenuto da Grando in veloce (ottimo assist di Tonelli) ed il parziale è chiuso dal centrale friulano dopo una splendida difesa di Peluso, appena rientrata.L’entusiasmo del pubblico al Palaraschi è alle stelle. I risultati che stanno maturando sugli altri campi comunicati dallo speaker avvicinano il Cariparma al sogno!
3° set. Il terzo parziale è più equilibrato e, anche se a strappi, le due squadre rimangono vicine nel punteggio. La tensione per l’avvicinarsi o l’allontanarsi degli obiettivi inseguiti per tutta la stagione gioca la sua parte e si vede qualche errore in più in campo. Il primo vantaggio importante è della Florens (13-16). La squadra pugliese fa valere la propria forza e mette sotto pressione le gialloblu (16-21). Anche se le ducali lottano su ogni pallone (gran recupero di Gibertini, che strappa gli applausi del pubblico), il parziale è della Florens (19-25 con una schiacciata, manco a dirlo, di Elisangela).
4° set. Il Cariparma subisce la sconfitta del parziale precedente e parte contratto (2-5). Castellana Grotte trova fiducia e non è più remissivo come nelle prime due frazioni. per la compagine di Botti la partita si fa davvero difficile (3-8 al primo time out tecnico). In questa fase è Castellana Grotte a dominare (5-11). Mentre Elisangela e Quaranta sono sempre più incisive e Sansonna raccoglie tutti i palloni, il Cariparma non riesce ad essere brillante come nei primi due set. Stavolta il monologo è pugliese. Il parziale segna il riequilibrio del punteggio (17-25, ovviamente con Elisangela).
5° set. La frazione si apre sapendo che Parma può salvarsi vincendo al tie-break. Ma la tradizione è sfavorevole. Su 7 partite chiuse al 5° set, il Cariparma ne ha perse 6 prima di oggi. Dopo uno scambio interminabile è Peluso a conquistare il primo punto. Dal 2-2, Elisangela porta avanti le sue (2-5). Al cambio di campo, sul punteggio di 6-8, l’arbitro assegna un cartellino giallo a Parma ed il punteggio passa a 6-9. Sembra il segno della resa. Sul 6-11 nessuno al Palaraschi crede più nel successo. Le ragazze però non mollano e recuperano fino al 13 pari. Elisangela si procura il match point ed un muro su Grando segna l’ennesimo tie-break sfortunato per le gialloblu. La salvezza è rimandata all’ultima giornata.

Le interviste
Laconico Botti: “Sono stremato. E’ stata una partita durissima. Eravamo partiti bene e le ragazze sono state bravissime per almeno un’ora. Poi non hanno demeritato, ma non è bastato. E’ tutto rimandato a domenica”.
Rossi: “Siamo arrivate alla fatidica ultima partita per giocarci la salvezza. Pensavamo che avremmo dovuto lottare fino in fondo e così è. Abbiamo la motivazione, la squadra c’è e si merita la salvezza. Veniamo da alcune partite ben giocate, anche se abbiamo raccolto poco. Non sottovaluteremo l’avversaria, perché la posta in gioco è troppo importante”.
Il mister ospite Radogna. “Abbiamo fatto una brutta partita. L’approccio è stato nervoso e condizionato dalla posta in palio, cioè la possibile promozione immediata. Parma ci ha aggredito ed ha meritato di andare in vantaggio. Siamo poi riusciti a mettere in difficoltà le avversarie in ricezione e da lì è iniziata la svolta della partita”.
Il capitano Zanotti: “I primi due set abbiamo fatto molti errori, ma bisogna dare merito a Parma, che ha dimostrato di essere un’ottima squadra. Poi abbiamo preso fiducia anche se il risultato di Milano non ci è utile per la promozione diretta. Penso sia stata una bella partita ben giocata da entrambe le compagini. Per me il Cariparma si merita la salvezza”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto