03/02/2008 Lega Volley Femminile

Cariparma – Brunelli Volley 2- 3 (23-25, 25-21, 19-25, 25-20, 10-15)

Cariparma: Peluso 4, Conde 21, Kvasnytsia 5, Shopova 16, Grando 10, Rossi 20, Arnoldi (L), Gibertini, Cirilli 6, Breda 1, Tonelli. N.e: Bertuletti. All: Botti

Rebecchi Lupa: Agostinetto 4, Conti 11, Barboza 24, Santini 18, Stacchiotti 10, Filipovics 10, Valenzise (L), Genangeli, Ferreira 2, Fanella. N.e: Piattella. All: Marasciulo

Arbitri: Piana Rossella (MO) e Guerzoni Tommaso (FE).

Cariparma: muri 14, battute vincenti 4, sbagliate 10.
Brunelli Volley: muri 16, battute vincenti 5, sbagliate 5.

Un Cariparma generoso ma sfortunato tiene testa ad un coriaceo e mai dono Brunelli Nocera Umbra, sicuramente più quotato ma affrontato ad armi pari dalle parmensi.
Ancora una volta al tie-break la compagine di Botti rimane con l’amaro in bocca e si deve accontentare di un solo punto che muove poco la classifica e, soprattutto, non premia come meriterebbero le ragazze ducali. Non resta che continuare con questo piglio, perché giocando in questo modo, prima o poi i conti devono tornare.

Le formazioni
Botti sceglie la formazione che ha espugnato Castelfidardo, cioè Peluso in palleggio e Conde opposta, Kvasnytsia e Shopova in banda, l’ultima arrivata Grando e Rossi al centro con Arnoldi libero.
Marasciulo risponde con Agostinetto in regia e Conti opposta, Barboza e Santini schiacciatrici, Stacchiotti e Filipovics centrali con Valenzise libero.

La cronaca
1° set. Dopo un iniziale vantaggio Brunelli, Parma passa avanti 6-5 con due muri di Rossi. Il break di Nocera c’è grazie al servizio di Barboza (11-14). Fino al 15-20 il set sembra in mano alle biancorosse umbre, ma dopo il secondo time out di Botti e l’ingresso di Cirilli (un ace per lei), è Shopova a chiudere le rigiocate determinate dalle difese di Conde ed Arnoldi (21-21). Un muro Brunelli ed il punto conclusivo di Conti danno il primo parziale a Nocera (23-25).
2° set. Parma inizia con molta più attenzione. Il set è equilibrato con le gialloblu che lentamente prendono un vantaggio sempre più consistente (14-9), grazie ad una battuta efficace (soprattutto su Barboza), ad ottime difese ed a puntuali rigiocate per Rossi e Grando al centro e Shopova e Conde sulle bande (14-9 e 16-10). Dopo il secondo time out tecnico Parma ha un attimo di sbandamento che rimette in partita il Brunelli (16-15). Con uno splendido secondo tocco Peluso ottiene il cambio di rotazione ed il Cariparma allunga immediatamente (20-15). Marasciulo tenta di modificare la situazione con alcuni cambi (esce anche Barboza, che peraltro era stata murata due volte consecutive), ma c’è solo Parma in campo (23-15). Chiude un errore in battuta di Agostinetto (25-21) un set giocato splendidamente dal Cariparma.
3° set. Un muro ed un attacco di Grando danno il primo vantaggio al Cariparma (6-4). Con Santini in battuta il Brunelli trova diversi punti perchè il Cariparma soffre in ricezione e si passa dal 10-9 al 10-15. E’ il parziale decisivo del set. Durante il resto del parziale il Cariparma tenta il recupero, ma non c’è niente da fare per le ragazze di Botti ed il Brunelli passa a condurre (19-25).
4° set. Rimane in campo Cirilli al posto di Kvasnytsia, non così brillante come a Castelfidardo. La giovane argentina mette subito a segno due punti per il vantaggio del Cariparma (3-1). Dopo una lunga fase in cui le squadre lottano punto a punto sfoderando giocate di ottimo livello, sul 10-10 Botti cambia la diagonale palleggiatrice-opposto inserendo Tonelli e Breda. Anche per loro qualche scambio di ottimo livello. Al rientro di Peluso e Conde il match è ancora in equilibrio, ma proprio a questo punto tre punti consecutivi lanciano Parma (16-13 al secondo time out tecnico). Due splendide difese di Cirilli e Conde chiuse dalle rigiocate punto permettono a Parma di allungare (20-16, quando Marasciulo chiama il suo secondo time out). Anche se il Brunelli prova di tutto per rientrare in partita, il pareggio è cosa fatta grazie ad un perentorio muro del neoacquisto Grando (25-20).
5° set. Ad inizio del parziale decisivo Parma difende di tutto, ma Nocera non cede nulla e lo spettacolo, pur considerando l’importanza della posta in palio, che potrebbe frenare la prestazione delle giocatrici, sale di tono. Al cambio di campo, Parma è indietro (7-8). Botti gioca tutte le carte a sua disposizione (Gibertini per Shopova in seconda linea, Toneeli-Breda come nel set precedente), ma Nocera ha lo spunto vincente per chiudere set e partita (10-15).

Le interviste
La “debuttante” Grando: “Si poteva vincere. Peccato lottare alla pari per 5 set e raccogliere solo un punto. Quando eravamo avanti nel punteggio abbiamo sofferto la loro pressione in battuta, proprio mentre sembrava potessimo prendere il largo. Peccato! Per quanto mi riguarda, un briciolo di emozione ad esordire in questo nuovo e bellissimo palazzetto c’è stata, nonostante l’esperienza.”
Il team manager Guatelli: “C’è la sensazione di avere sprecato l’occasione per conquistare la vittoria. Senza dubbio Nocera ha giocatrici molto forti, soprattutto in banda, ma noi siamo stati all’altezza e ci meritavamo di più. Qualche punto non chiuso sulle rigiocate dopo splendide difese è stato alla fine decisivo. Pochi particolari, forse per inesperienza. Peccato, ma contiamo di riuscire a girare questa situazioni a nostro favore.”

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto