24/11/2019 Lardini Filottrano

Montichiari (BS). Bella e vincente. La Lardini passa al PalaGeorge di Montichiari, superando 3-1 in rimonta la Banca Valsabbina Millenium Brescia e conquista la seconda vittoria consecutiva. Tre punti di grande valore, frutto di abnegazione, convinzione e una prova corale di sostanza in tutti i fondamentali. La squadra di coach Filippo Schiavo perde in volata il primo set, ma non perde mai l’idea di poter far sua l’intera posta, gestendo bene i momenti complicati, rintuzzando ogni tentativo di ritorno delle padrone di casa e trovando spunti di eccellente qualità. Nella partita della Lardini paga il 43% in attacco (Angelina 23 punti e il 48%, Nicoletti 16), ma anche la capacità del muro-difesa di tenere a freno l’attacco bresciano, così come la buone tenuta della ricezione (57%). Il match inizia nel segno dei due opposti, Mingardi da una parte (suoi i primi tre punti di Brescia) e dall’altra l’ex Nicoletti, che firma 4 dei primi 6 punti della Lardini. La formazione di Schiavo è ben registrata nel muro-difesa e prova a correre (4-8) con l’attacco vincente di Angelina a conclusione di una lunghissima azione. Il vantaggio è presto azzerato dalle padrone di casa, che sfruttano la presenza di Speech a rete e il muro di Mingardi (9-8). Il sempre efficace lavoro in seconda linea di Bisconti consente alla Lardini di sfruttare preziose seconde palle, come fa Angelina per il nuovo vantaggio esterno (10-11), Filottrano mantiene il mini-break da squadra, con la fast di Grant, il tocco di seconda di Papafotiou e il primo tempo di Moretto (17-18). La centrale della Lardini risponde all’ace di Segura (20-21), Nicoletti centra l’incrocio delle righe (21-22), ma il finale di set premia Brescia, a segno in fast con Veltman, per il pareggio a 23, e poi con i punti 6 e 7 di Miingardi. La Lardini sa ripartire immediatamente con Nicoletti, sfrutta gli errori della Banca Valsabbina e prova ad allungare il passo con Partenio (2-8). Brescia ottimizza con Veltman il turno al servizio di Mingardi (5-8), ma Filottrano tiene a distanza il ritorno delle padrone di casa con capitan Partenio e il muro di Papafotiou (6-11). Angelina ricrea il massimo vantaggio (7-13), ma la formazione bresciana torna nel set con Veltman e Perry (13-17), facendosi ancor più minacciosa sul turno al servizio di Veltman (che produce un ace) e sul muro di Segura (1618). La Lardini mantiene nervi saldi, esce dal time out di Schiavo con l’attacco positivo di Angelina e un pallone telecomandato di Partenio (16-20). Bisconti fa gli straordinari, Angelina è letteralmente onfire 0(17-22), Nicoletti va di potenza e precisione (20-24). Alla Valsabbina non basta Mingardi, che annulla il primo set point, alla seconda occasione ci pensa Angelina a fissare la parità nel conto dei set (21-25). Il successo nel parziale garantisce ulteriori sicurezze ad una Lardini ben orchestrata da Papafotiou. Moretto e Nicoletti danno subito gas (2-6), Angelina è efficace in attacco quanto solida a muro (4-10), Grant mette il suo servizio sul campo di Brescia (4-11). La squadra di Schiavo viaggia sicura, sostenuta da un positivo 69% in ricezione, con le centrali che nel set fanno 5 su 5 in attacco e con Partenio che a muro sbarra la strada a Brescia (9-17). Mingardi (che monopolizza quasi la metà degli attacchi di Brescia) non alza bandiera bianca, la Lardini ha dalla sua una Angelina da 7 punti (con il 54% in attacco) e con il muro di Papafotiou chiude il set (16-25). Brescia prova a ripartire, Partenio e Angelina mettono subito davanti (3-4) una Lardini che alza il muro con Moretto (7-8, per la centrale gara da 85% in attacco) e fa il vuoto sul turno al servizio di Papafotiou, che Nicoletti sfrutta al meglio (7-11). La squadra di Mazzola torna ad alzare i giri in difesa, Perry la riporta sotto (11-12), un errore in attacco della Lardini le ridà la parità a quota 13. Filottrano è saldo anche nei nervi, come il suo capitano Partenio (13-14). Il turno in battuta di Nicoletti (ace) produce il nuovo allungo (13-16). Brescia sbaglia, Angelina no (15-19). Segura ci mette il muro (17-19), ma Angelina è una sentenza (per lei 23 punti e premio di MVP) e la Lardini vola sul 17-22. E’ un tira e molla: Mingardi e il muro di Mazzoleni riportano sotto Brescia (20-22), che sfrutta la ricezione lunga per accorciare ancora (22-23) con la stessa Mazzoleni. Tocca a Nicoletti togliere le castagne dal fuoco, il suo mani out vale il 22-24, Mingardi non inquadra il campo e la Lardini può far festa per la seconda domenica consecutiva.

 

BANCA VALSABBINA BRESCIA – LARDINI FILOTTRANO 1-3

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Caracuta, Mingardi 24, Veltman 6, Speech 3, Perry 10, Segura 14, Parlangeli (L); Saccomani, Bridi, Biganzoli, Mazzoleni 2. N.e.: Rivero, Sala (L2), Fiocco. All. Mazzola – Zanelli.

LARDINI FILOTTRANO: Papafotiou 5, Nicoletti 16, Grant 6, Mancini 2, Partenio 7, Angelina 23, Bisconti (L); Bianchini, Moretto 9. N.e.: Pogacar, Sopranzetti, Chiarot (L2), Pirro. All. Schiavo – De Persio.

ARBITRI: Lot e Gasparro.

PARZIALI: 25-23 (27’), 21-25 (29’), 16-25 (23’), 22-25 (28’).

NOTE: spettatori 800 circa. Brescia: battute sbagliate 12, battute vincenti 6, muri 9, ricezione 62% (34%), attacco 34%; Lardini: b.s. 18, b.v. 7, mu. 8, rice 57% (30%), att. 43%. MVP: Giulia Angelina.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto