12/03/2017 Lega Volley Femminile

In un PalaBaldinelli sold-out la Lardini Filottrano si aggiudica la 20^ edizione della Samsung Galaxy A Coppa Italia A2, concedendo un solo set alla myCicero Pesaro (25-17, 17-25, 25-20, 25-15). La formazione filottranese mette, così, il primo trofeo nella propria bacheca. Una sfida senza esclusione di colpi tra la prima e la seconda forza della Samsung Gear Volley Cup A2. Tante campionesse in campo, che hanno deliziato i tifosi presenti al palazzetto con un alto livello di pallavolo.

MVP di questa finale è Tereza Vanzurova: l’opposto della Repubblica Ceca è stato praticamente perfetto nel corso di questi quattro set, una potente arma nel roster di coach Bellano, specialmente nei momenti di difficoltà della Lardini. Su 46 attacchi 25 sono andati a segno: ben più della metà. Insieme a lei, va in doppia cifra anche Chiara Negrini, ottima sia in attacco che in difesa, spiccano le ottime prestazioni di Mazzaro e Cogliandro, autrici di due muri decisivi a testa, e di una ottima Feliziani in fase difensiva. Tra le pesaresi, invece, la Olivotto ha registrato ben cinque muri vincenti, mentre Eleni Kiosi si attesta come seconda migliore marcatrice di giornata, con 17 punti a referto e due block.

Poco prima dell’inizio della sfida inizia la vera festa: la coreografia tricolore sugli spalti è una meraviglia per gli occhi, l’Inno di Mameli suonato dalla Banda musicale Città di Filottrano e gli Sbandieratori della Contesa dello Stivale di Filottrano che, nell’immediato pre-partita, si sono esibiti in un tripudio di colori. Mai si era vista tanta attenzione per una Coppa Italia di Serie A2: per la prima volta in una partita di pallavolo femminile, infatti, il PalaBaldinelli ha registrato il sold-out, un successo annunciato, dato l’alto numero di biglietti staccati nella sola prevendita. Uno spettacolo sugli spalti, con quasi 3.500 voci pronte a sostenere le due squadre, uno spettacolo in campo.

La cronaca. Filottrano apre con un punto di Negrini, alla quale risponde Mastrodicasa, ma ci pensa Vanzurova a tracciare il solco del 3-1 con un lungolinea. Ricuce Degradi di potenza, sfondando il muro della Lardini per ben due volte consecutive. Si lotta punto a punto, con una sfida a suon di schiacciate e pallonetti tra Santini e Vanzurova. La schiacciata di Scuka impatta sul muro di Pesaro e vale il 9-7. La schiacciatrice slovena continua con il suo lavoro sulla sinistra e l’appoggio di Cogliandro obbliga Bertini a chiamare il primo time-out discrezionale della partita. Si torna in campo ed è addirittura Ghilardi a realizzare il punto dell’11-8. Uno scambio incredibile viene finalizzato da Cogliandro con una potente diagonale. La schiacciata di Olivotto si stampa sulla banda, 13-8 Filottrano. Errore in ricezione della myCicero e la Lardini riesce nel break sino al 9-15, servizio out di Cogliandro. Pallonetto di Kiosi per il decimo punto di Pesaro: è sua anche la schiacciata del 16-11. Dopo due mani-out consecutivi, la myCicero chiama il suo secondo time-out. La schiacciata di Rossella Olivotto colpisce la parte superiore della rete e la palla schizza fuori, Santini e Kiosi aiutano la causa di Pesaro e portano il risultato sul 19-14. Attacco vincente di Negrini per il 21-14, mentre è Vanzurova a firmare il punto successivo con un lungolinea potente. Kiosi stringe troppo la diagonale e manda la palla in out ed è sempre la greca, poco dopo, a ribadire la palla dall’altro lato della rete per il 23-15. Cogliandro prova l’attacco in fast, ma è fuori misura. Il pallonetto di Vanzurova manda in crisi Pesaro per il 24-17, ed è sempre l’opposto della Repubblica Ceca a portare la Lardini alla vittoria del primo set.

Nella seconda frazione, Filottrano si porta subito in avanti sino al 4-1 di Vanzurova. Rossella Olivotto accorcia con uno spike-out e con una potente diagonale che Scuka non riesce a contenere. Una difesa imperfetta della Lardini permette a Mastrodicasa di pareggiare i conti sul 5-5. La myCicero si porta per la prima volta in vantaggio durante il set grazie alla schacciata out di Vanzurova. Negrini riequilibra il parziale con un mani-fuori. Il muro di Mastrodicasa non raggiunge il pallonetto di Cogliandro, nuovo vantaggio Lardini. Vanzurova legge bene le posizioni delle avversarie e piazza bene un pallone nei tre metri. Alice Santini riceve e realizza il punto del 7-8, ma ancora una volta Vanzurova si dimostra piena di energie e riporta Filottrano sul +2. Negrini vede spazi importanti sulla metà campo di Pesaro e firma il 10-8, risponde Olivotto con un pallonetto.  Cogliandro attacca in maniera errata e, dopo aver colpito l’asticella, manda fuori una schiacciata: coach Bellano chiama a sé la squadra per un time-out sull’11-10 per Pesaro. Ancora uno scambio spettacolare, sintomo dell’alto livello messo in campo dalle due formazioni, sancisce il +2 della myCicero. Olivotto è inarrestabile e mura per due volte Scuka: Bellano chiama il suo secondo time-out. Al rientro Vanzurova attacca bene gli spazi, 11-14. Alice Degradi schiaccia di potenza sul muro, ma sbaglia al successivo servizio.  Ci pensa Santini a creare nuovo margine sulle avversarie. Altro lungo scambio, questa volta finalizza Scuka con un ottimo piazzato. Kiosi di potenza dalla destra, supporta Santini dall’altro lato del campo per il 13-18. Prosegue il buon momento di Pesaro, sul 20-14 Bellano cambia le carte in tavola e sostituisce Cogliandro per Rita. Negrini colpisce l’avambraccio del muro innalzato da Pesaro per il 16-21, risponde Olivotto in fast. Degradi finalizza l’azione in diagonale per il 23-16, alla quale segue un ace di Di Iulio. Rita annulla il primo set point della myCicero con un bel lungolinea. Olivotto realizza il punto decisivo del 25-17.

Il terzo set si apre con un attacco out di Scuka. La schiacciatrice slovena si fa perdonare l’errore subito dopo con un mani-out. Alzata tesa e Negrini realizza in diagonale. Vanzurova attacca di potenza, permettendo a Filottrano di raggiungere il 5-3. Ancora Negrini prende per mano la sua squadra e fa passare il pallone tra le braccia del muro. Altra invasione a rete da parte di Pesaro, è 7-3. Errore in battuta di Vanzurova, anche Negrini sbaglia mandando in rete un attacco. Altro lungo scambio, Cogliandro finalizza toccando le dita del muro. Kiosi prova ad attaccare in profondità, ma manda lungo per l’11-7. Ancora Vanzurova di potenza sul muro, 12-8. Mastrodicasa regala il 12-9 a Pesaro, ma Vanzurova ristabilisce subito il distacco della Lardini sul parziale. A lei, segue Chiara Negrini che sfrutta bene un mani-out, obbligando Bertini a chiamare il time-out. La myCicero si porta subito sul 15-10, ma successivamente fallisce in battuta. Negrini non riesce ad attaccare nel 16-11, così come, poco dopo, Cogliandro non si coordina con il palleggio e sbaglia i tempi. Degradi manda in out, è 18-12 quando Bertini chiama il suo secondo time-out. Al rientro in campo la schiacciatrice classe 1996, questa volta, non sbaglia e centra il bersaglio. Mastrodicasa manda fuori la sua battuta, 19-13. Vanzurova vuole l’attacco a filo-rete, ma la sua schiacciata è troppo bassa. Contro-break Pesaro con Kiosi per 19-15, Bellano chiama a sé le sue giocatrici. Scuka si scontra con il muro eretto da Pesaro, Vanzurova riesce a frenare la corsa delle avversarie con una schiacciata di potenza, ma Santini prova a mantenere vive le speranze della myCicero. Pallonetto di Vanzurova, risponde Olivotto: è 22-18. Diagonale strettissimo di Kiosi, 22-19, ma Olivotto fallisce il suo servizio. Attacco vincente di Mastrodicasa, Pesaro si mantiene a -3 dalle avversarie, ma arriva un altro errore in battuta, questa volta di Rimoldi. Attacco out di Pesaro e parziale conquistato da Filottrano per 25-20.

Si lotta punto a punto a inizio set, ma il primo vantaggio è della Lardini. Attacco nei tre metri di Olivotto per il 3-2 e il diagonale di Kiosi vale la parità. Risponde Negrini di potenza. L’attacco di Cogliandro termina in rete, nuova parità. L’attacco centrale di Vanzurova rimette la Lardini avanti nel parziale. Pesaro non molla e riaggancia le avversarie con Mastrodicasa. La lotta prosegue e la Lardini ha la possibilità del primo break del set con l’attacco out di Degradi che porta Filottrano sul 8-6. Un’azione lunghissima termina con il muro di Olivotto su attacco di Scuka, 8-7. La ’96 greca ricuce subito e porta la Lardini sul +2. Cogliandro mura Olivotto: sull’11-8 Bertini chiama il time-out. Vanzurova legge bene i tempi del muro avversario e porta Filottrano sul 12-8. Errore di Santini, palla ampiamente alla sinistra dell’asticella. Vanzurova va contro il muro eretto da Santini e Mastrodicasa e realizza il 14-9: la ceca si supera e realizza anche il pallonetto valido per il 15-10. Scuka ritorna all’attacco e Kiosi non contiene la schiacciata della slovena: time-out Pesaro. Mastrodicasa prende male le misure e manda ampiamente fuori il suo diagonale. Santini prova ad accorciare di potenza per il 17-11. A lei segue Mastrodicasa con un pallonetto piazzato sui tre metri. Lungolinea di Scuka, Kiosi prova a difendere, ma il pallone schizza via, è 18-12. Mazzaro si coordina perfettamente e mura Degradi. Il pallonetto di Vanzurova vale il 21-12 e i decibel della Curva Lardini aumentano. Altro, ennesimo lunghissimo scambio ed è sempre la terminale ceca a chiudere l’azione, nello stesso modo della precedente. Tonello accorcia le distanze sul 22-13, a cui segue Degradi di potenza. Kiosi manda out, 23-14, ma realizza in lungolinea il 23-15. Mani-out di Vanzurova, tocco di Santini.Il muro di Mazzaro su Degradi vale la Coppa Italia per la Lardini Filottrano.

“Nel primo set siamo stati molto bravi –afferma Massimo Bellano, tecnico della Lardini Filottrano-: abbiamo fatto un ottimo lavoro muro/difesa e siamo stati strepitosi in contrattacco. Nel secondo Pesaro ha tenuto bene la difesa, noi ci siamo un po‘ innervositi. Nel terzo abbiamo rimesso ordine in campo, e siamo tornati ad attaccare bene su palla alta. La Coppa ha un gran valore, ma va contestualizzata all’interno di questa stagione. Oggi festeggiamo, poi torniamo con la testa subito al Campionato, abbiamo ancora step fondamentali da fare: le ragazze hanno strameritato tutte di vincere questo trofeo. Questa vittoria è per la squadra, lo staff, la società e tutti i volontari che hanno permesso questo risultato”.

“Il risultato è giusto anche se il rammarico è grande – è il commento finale di coach Matteo Bertini, allenatore della myCicero Pesaro –. Ci siamo un po’ disunite nella terza e quarta frazione ma c’è poco da aggiungere. Ora torniamo concentrate sul campionato perché c’è un secondo posto da difendere per preparare al meglio i play off”.

IL TABELLINO
LARDINI FILOTTRANO – MYCICERO PESARO 3-1 (25-17, 17-25, 25-20, 25-15)
LARDINI FILOTTRANO: Tosi, Marangon (L), Bosio, Feliziani (L), Negrini 10, Vanzurova 25, Rita 1, Mazzaro 6, Cogliandro 11, Cappelli, Scuka 9. Non entrate Galazzo, Pizzichini Marta. All. Bellano
MYCICERO PESARO: Mastrodicasa 7, Degradi 11, Olivotto 10, Ghilardi (L), Kiosi 19, Di Iulio 2, Bussoli, Santini 11, Pamio, Rimoldi, Tonello 1. Non entrate Gamba. All. Bertini
ARBITRI: Curto, Giardini
NOTE – Spettatori 3481, durata set: 22′, 22′, 26′, 24′; tot: 94′.

PHOTOGALLERY
Nella sezione dedicata del sito di Lega e sulla pagina ufficiale Flickr le foto di Lardini Filottrano-myCicero Pesaro a cura di Filippo Rubin. Tutte le immagini sono utilizzabili, previa citazione del credito ‘Rubin X LVF’.
YOUTUBE
Lunedì 13 marzo sul canale ufficiale di Youtube della Lega Pallavolo Serie A Femminile saranno caricati gli highlights della partita

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto