• it
05/03/2017 Lega Volley Femminile

L’Imoco Volley Conegliano conquista la Samsung Galaxy A Coppa Italia, superando al Nelson Mandela Forum di Firenze la Liu Jo Nordmeccanica Modena per 3-0 (25-23, 25-22, 25-23) e conquistando il secondo trofeo stagionale dopo la Supercoppa Samsung Gear S3, il terzo nella storia del Club nato nel 2012. Una vittoria netta nel punteggio ma non nella realtà, perché le bianconere in tutti e tre i parziali hanno saputo reagire e in qualche modo spaventare le avversarie, che però si sono dimostrate perfette nei momenti decisivi. Anche nel terzo set, quando Modena era avanti 17-20 e si è inchinata a Conegliano 25-23. Due formazioni che certamente saranno ancora protagoniste nel prosieguo della stagione, in Italia e in Europa.

MVP della Final Four è Monica De Gennaro, semplicemente strepitosa in semifinale e in finale. Il libero dell’Imoco Volley è decisiva quanto le compagne di squadra, che insieme a coach Davide Mazzanti (che mette in bacheca la sua prima Coppa Italia) hanno costruito un’armata magnifica: Serena Ortolani, in uno dei migliori momenti della carriera, firma 18 punti con il 52%, mentre Nicole Fawcett contribuisce con 15 e Kelsey Robinson con 9. Raphaela Folie e Robin De Kruijf toccano tantissimi palloni a muro, garantendo a Kasia Skorupa la possibilità di orchestrare il gioco con la consueta classe. Nelle file bianconere, 18 punti di Jovana Brakocevic, in doppia cifra anche Heyrman e Ozsoy.

Prima dell’inizio del match prende forma tutto quello che rende la pallavolo uno sport unico: il video mapping dedicato alla Final Four Samsung Galaxy A Coppa Italia è elettrizzante, il pubblico che riempie il Nelson Mandela Forum gradisce e alza i decibel oltre limite. Quindi passione e solidarietà si concretizzano nell’assegno che Mauro Fabris, presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile, consegna al Prof. Marco Lanzetta, presidente di GICAM (Gruppo Internazionale Chirurghi Amici della Mano), per finanziare una missione – di tipo medico e ‘pallavolistico’ – in Uganda. Infine entusiasmo e unione, quando il palazzetto si tinge di verde, bianco e rosso al suono dell’Inno di Mameli.

La cronaca. I due coach puntano sulle stesse formazioni iniziali delle semifinali: l’Imoco Volley schiera Fawcett opposta a Skorupa, Ortolani e Robinson in banda, De Kruijf e Folie al centro, De Gennaro libero; la Liu Jo Nordmeccanica comincia con Brakocevic opposta e Ferretti in palleggio, Caterina Bosetti e Ozsoy in posto 4, Belien e Heyrman sono le centrali con Leonardi libero.

Partenza punto a punto, parallela di Ortolani e diagonale stretta di Robinson per il 4-3 gialloblù. Heyrman prima allunga la traiettoria della fast, quindi subisce il muro di Robinson: 7-3 e coach Gaspari decide di chiamare subito time out. L’Imoco difende e contrattacca con estrema efficacia, Fawcett realizza il 9-4 con il mani out e il 10-5 in pallonetto. Quando Ozsoy indirizza male la pipe, le pantere guidano 13-6 e la panchina modenese ha già utilizzato le due pause tecniche. Imprecisa la difesa di Brakocevic, De Kruijf ne approfitta per ribadire a terra il 15-8. La Liu Jo Nordmeccanica rialza la testa con il muro e la fast perentoria di Heyrman, -5 sul 16-11. La belga ci mette anche l’ace, quindi Brakocevic infila la diagonale stretta (17-13). Entra Bianchini al servizio, De Gennaro colpita. Invasione gialloblù, emiliane a contatto sul 17-15. De Kruijf finta la fast, alle sue spalle c’è Ortolani che attacca senza muro per il 19-16. Il cambio palla funziona da un lato e dall’altro, Robinson risponde a Heyrman e sempre +3 (21-18). Zampata di Modena, che dalla difesa di Leonardi produce con Ozsoy il -1: 21-20 e Mazzanti ferma il gioco. Heyrman questa volta intuisce le intenzioni di Ortolani, stampata e parità. Fawcett getta via la pipe, sorpasso bianconero. Ortolani fa 22-22, Heyrman fuori con la fast e vantaggio Imoco. Ozsoy non sbaglia, nemmeno Folie con il primo tempo: 24-23 e primo set point. Ortolani piega le braccia di Ozsoy e firma il 25-23.

Ace di Fawcett in apertura di secondo set, 2-0. Le mani di Skorupa murano e poi servono Robinson per il 6-2 Imoco, come nel primo set Gaspari ricorre immediatamente al time out. Straripante la fisicità di Ortolani, che attacca da altezze davvero considerevoli. Il doppio muro di Belien ricuce parzialmente lo strappo (9-7), la imita la connazionale De Kruijf per l’11-8. Qualche errore di troppo delle gialloblù permette alla Liu Jo Nordmeccanica di pareggiare a quota 12, segue il time out di Mazzanti. C’è anche il vantaggio bianconero, che però scompare poco dopo quando Ortolani realizza il 16-14. Lungo scambio, lo risolve Fawcett sul palleggio dietro di Skorupa (18-15). Fa buona guardia Ortolani su una Brakocevic in precario equilibrio, 20-16 e Gaspari opta per Garzaro al posto di Belien. De Gennaro non arriva sul tocco delicato di Heyrman, Modena a -2 (21-19). Bosetti abbatte il muro, ma il libero dell’Imoco è incredibile e favorisce il contrattacco di Ortolani: 23-20. Un servizio in rete e il pallonetto di Folie fissano il 25-22 che vale il 2-0.

Rientra Belien nel terzo tra le file della Liu Jo Nordmeccanica Modena, che impatta a cinque con il primo tempo di Heyrman. La prima a staccarsi dal punto a punto è l’Imoco, diagonale di Ortolani e fast di De Kruijf per il 9-6. Vola De Gennaro, attacca Ortolani: 10-7. Sbracciata dai nove metri di Brakocevic, le bianconere inseguono ma da vicino (12-10). Le emiliane non si arrendono e recuperano il margine di svantaggio con il mani out di Brakocevic per il 15-15. Mazzanti chiama il time out e le sue ragazze rispondono ai suoi dettami: Ortolani fissa il 16-15, Ozsoy manda out (e il Video Check conferma) e 17-15. Altro aggancio a 17 con il block-out di Ozsoy. Muro a uno di Belien, pipe potente della stessa turca e Liu Jo Nordmeccanica avanti 17-19: secondo tempo discrezionale per il coach delle pantere. Ortolani commette invasione, poi indovina diagonale e parallela (20-20). Dopo il time out di Gaspari, è sempre la numero 1 dell’Imoco a scardinare il muro-difesa avversario (21-20). Fawcett prosegue il parziale 22-20. Bianchini sbaglia il servizio (23-21), Ozsoy sbaglia (24-22) e l’Imoco vede il traguardo. La seconda palla match è quella della festa.

Davide Mazzanti, coach Imoco Volley: “Non ho mai avuto un bel rapporto con la Coppa Italia e sono felicissimo. Le ragazze hanno tirato fuori il meglio in una gara decisiva come già successo in Supercoppa, sono orgoglioso e fiero di loro. Godiamoci questa bella vittoria, ora facciamo festa e poi un po’ di riposo in vista della fase finale della stagione dove secondo me abbiamo ancora margini di miglioramento. Possiamo ancora stabilizzarci un po’ e alzare il livello di gioco, ma per ora facciamo festa!”.

Moki De Gennaro, libero dell’Imoco Volley e MVP: “Sono felicissima, siamo state grandi e abbiamo giocato di squadra, tutte hanno dato il loro contributo e quando giochiamo così siamo fortissime. Il mio trofeo? Una grande gioia da dividere con tutte le mie splendide compagne”.

Jovana Brakocevic Canzian, capitana Liu Jo Nordmeccanica: “Secondo me loro non sono più forti di noi, ci è mancato quel poco di lucidità per fare un po’ meno errori, soprattutto ad inizio dei set, ma pazienza. Io credo che questa squadra oggi abbia dato tutto quello che aveva, abbia provato a vincere la Coppa, ma è andata così. Dobbiamo essere contenti perché abbiamo giocato una finale contro una squadra fortissima, impariamo da questo e andiamo avanti. Adesso abbiamo a disposizione due settimane per lavorare meglio, finalmente. Possiamo lavorare su di noi e provare un po’ di cose. Mi auguro che dall’inizio della settimana in palestra in poi le cose possano ancora migliorare di più”.

Marco Gaspari, coach Liu Jo Nordmeccanica: “È stata una partita strana perché nonostante siamo partiti male nel primo set, tanti punti sotto, abbiamo avuto la palla per il 23-22, per portarci ulteriormente avanti. Nel terzo set è successo uguale, penso che oggi dobbiamo essere orgogliosi di una squadra che fino a due mesi fa lottava per entrarci nella griglia di Coppa Italia. C’è rammarico perché di fatto abbiamo perso per quattro punti complessivi, merito di Conegliano che ha difeso tanto ed è stata più cinica nei momenti decisivi. Siamo in crescita e si vede, nonostante stiamo giocando tanto. La delusione è giusto che ci sia, dalla sofferenza bisogna diventare più forti. Abbiamo perso contro la squadra più forte d’Italia, una squadra che ha cambiato tre assetti in un anno per trovare la continuità che ora sta avendo. La delusione è da tenere come motivo di lavoro e spinta, per ricordarci che quei quattro palloni quando si hanno a disposizione bisogna metterli a terra altrimenti queste squadre te la fanno pagare”.

IL TABELLINO DELLA FINALE
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – LIU JO NORDMECCANICA MODENA 3-0 (25-23, 25-22, 25-23)
IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Ortolani 18, Robinson 9, Malinov, Cella, Folie 6, Skorupa 4, De Gennaro (L), Fawcett 15, De Kruijf 7, Barazza. Non entrate Fiori, Danesi, Costagrande. All. Mazzanti.
LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Brakocevic Canzian 18, Belien 3, Heyrman 10, Leonardi (L), Bosetti 8, Ferretti 1, Ozsoy 10, Bianchini 1, Garzaro. Non entrate Caracuta, Valeriano, Marcon, Petrucci. All. Gaspari.
ARBITRI: Vagni, Sobrero.
NOTE – Spettatori 4550, durata set: 25′, 25′, 29′; tot: 79′.

I RISULTATI
Sabato 4 marzo, ore 18.00 (diretta Rai Sport + HD)
Prima semifinale: Imoco Volley Conegliano – Igor Gorgonzola Novara 3-1 (23-25, 25-21, 25-23, 25-23)
ARBITRI: Boris-Zavater  ADDETTO VIDEO CHECK: Angelucci
Sabato 4 marzo, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)
Seconda semifinale: Savino Del Bene Scandicci – Liu Jo Nordmeccanica Modena 1-3 (24-26, 25-19, 25-27, 22-25)
ARBITRI: Tanasi-Cipolla  ADDETTO VIDEO CHECK: Manzoni
Domenica 5 marzo, ore 18.00 (diretta Rai Sport + HD)
Finalissima: Imoco Volley Conegliano – Liu Jo Nordmeccanica Modena 3-0 (25-23, 25-22, 25-23)
ARBITRI: Vagni-Sobrero  ADDETTO VIDEO CHECK: Nampli

PHOTOGALLERY
Tutte le foto della splendida giornata al Nelson Mandela Forum, a cura di Filippo Rubin, sono disponibili nella sezione dedicata del sito di Lega e sulla pagina ufficiale di Flickr. Le immagini sono liberamente utilizzabili previa citazione del credito ‘Rubin X LVF’.

L’ALBO D’ORO RECENTE
2000/01 Capo Sud Reggio Calabria
2001/02 Edison Modena
2002/03 Despar Perugia
2003/04 Asystel Novara
2004/05 Colussi Perugia
2005/06 Radio 105 Foppapedretti Bergamo
2006/07 Colussi Perugia
2007/08 Foppapedretti Bergamo
2008/09 Scavolini Pesaro
2009/10 MC-Carnaghi Villa Cortese
2010/11 MC-Carnaghi Villa Cortese
2011/12 Yamamay Busto Arsizio
2012/13 Rebecchi Nordmeccanica Piacenza
2013/14 Rebecchi Nordmeccanica Piacenza
2014/15 Igor Gorgonzola Novara
2015/16 Foppapedretti Bergamo
2016/17 Imoco Volley Conegliano

pdf print

Altre news:

Livescore
Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto