23/08/2014 Lega Volley Femminile

Mentre prosegue il lavoro di preparazione della Igor Volley Novara in vista della nuova stagione, tocca al vicecapitano della prima squadra, Valeria Alberti, fare il punto sull’inizio dei lavori e sulle prime sedute di lavoro compiute assieme alle nuove compagne.

«È stata un’estate molto intensa per me – racconta – che di fatto, tra i mille impegni che ho portato avanti, è volata. C’era tanta voglia di tornare a lavorare in palestra con la squadra, dopo la lunga sosta, ed ero così impaziente che dal momento del raduno fino al primo allenamento, mercoledì, ho letteralmente contato i minuti. Siamo ripartiti con tanta positività e quell’entusiasmo che, da quando è partito il progetto Igor Volley, non è mai mancato. Ci sono tutti i presupposti per toglierci ancora una volta delle belle soddisfazioni».

Nei primi giorni, complice il gruppo fortemente rinnovato (e non solo), a farla da padrona è la curiosità: «Poco alla volta si “scopre” tutto. Il gruppo, i volti nuovi in squadra e nello staff, e in tal senso assume un significato particolare anche la presenza delle ragazze della serie B, al lavoro con noi. Insomma, le novità sono tante e questo genera a sua volta, oltre alla curiosità, anche un’ulteriore carica di entusiasmo».

Il filo rosso che lega il recente passato al presente e futuro del club è la presenza proprio di Valeria Alberti e Mina Kim: «Con Mina ci siamo trovate a vivere prima l’avventura a Busnago e poi questo progetto. Scegliere la Igor è stato un passo che abbiamo compiuto assieme e ora ci troviamo al terzo anno in questa società, ogni giorno con la stessa voglia e determinazione che avevamo nel momento di dire “sì” a questo splendido progetto. Ovviamente essere a tutti gli effetti delle veterane porta tanta responsabilità ma questo non è un peso, anzi. Vogliamo proseguire nel migliore dei modi questo percorso fin qui splendido, compiuto assieme».

Per te c’è anche una carica, quella di vicecapitano, che è tutta una novità: «Certo e anche una vera e propria sorpresa, non nascondo che non mi aspettavo questo ruolo. Parto dal presupposto che per me, che sono novarese, è un orgoglio incredibile vestire questa maglia e rappresentare, con il colore azzurro, la mia città. A questo aggiungo che la responsabilità di essere vicecapitano è gradita e piacevole. Ci sarà molto da fare soprattutto in questo primo periodo in cui Martina (Guiggi, il capitano, ndr) sarà impegnata con il Beach Volley e io sarò in prima linea. Le “paste” per festeggiare con le compagne in palestra le ho portate il primo giorno…».

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto