• it
12/05/2013 Lega Volley Femminile

La Rebecchi Nordmeccanica conquista lo scudetto 2012-2013 superando la Imoco Volley Conegliano, difficile avversaria durante la serie di incontri di finale.

Dopo aver vinto per 3 a 2 le prime due tiratissime partite, rimontando in entrambe le occasioni uno svantaggio iniziale di due set a zero, Piacenza aveva perso il terzo incontro, risolto ancora una volta al quinto set, prima di mettere a segno la definitiva vittoria di stasera per 3 set a 1.

Come MVP è scelta Lucia Bosetti, 19 punti stasera con il 56% di positività in attacco.

È un giorno di festa grande per la River Volley, la società nata come giovanile nel lontano 1983 a Rivergaro – da cui il nome “River” – e che nel corso della sua lunga storia ha conquistato il cuore di sempre più appassionati grazie a una lunghissima serie di vittorie e a una progressiva scalata verso i vertici del volley.

Giunta in A1 la prima volta nel 2006 dopo il doppio trionfo sia in campionato che in Coppa Italia di A2, ha avuto un duro impatto con la massima serie, ma ha poi raggiunto il suo apice quando al nome storico della Rebecchi si è affiancato quello della Nordmeccanica, due grandi industrie piacentine unite dalla passione sportiva delle famiglie Rebecchi e Cerciello, unite anche stasera nell’alzare al cielo l’ambitissimo trofeo.

Il presidente Vincenzo Cerciello aveva vinto lo scudetto con il Piacenza maschile: “Quest’anno è stato più emozionante rispetto a quello della vittoria maschile – risponde sfoggiando un enorme copricapo tricolore – forse anche perché a quel tempo non ero io il presidente della società…”

È invece lo scudetto numero quattro per la regista Francesca Ferretti: “Eravamo tristissime per non essere riuscite a concludere il campionato due giorni fa a Piacenza – ha detto ai microfoni RAI intervistata da Maurizio Colantoni – ora siamo felici!!”

Quarto scudetto anche per Martina Guiggi: “Una emozione bellissima, specie dopo un anno così travagliato – spiega la centrale – sono arrivata a gennaio in questa squadra di grandi professioniste e con un grande allenatore, e ora festeggio questa vittoria”

“Io non parlo, oggi festeggio – afferma scherzosamente Gianni Caprara – Perchè la regola è: chi vince festeggia, chi perde spiega. Dico solo che questa è una grande squadra ed è una grande società.”

Oggi è arrivato il primo titolo italiano per Stefania Sansonna: “Provo una gioia che è impossibile descrivere – il libero quasi non riesce a parlare tanto sprizza felicità – è la più bella serata della mia vita!!”

“Una finale strepitosa, sempre punto a punto – afferma convinta Manuela Leggeri – per vincere c’è voluto un grande cuore, una grande squadra!”

“Conegliano ha giocato una finale di altissimo livello – spiega Carmen Turlea – noi siamo state brave a soffrire quando eravamo in svantaggio”

“È molto speciale vincere due scudetti consecutivi – spiega Floortje Meijners a chi le rammenta la vittoria dello scorso anno – mi ritengo fortunata a giocare in una squadra così forte. Oggi per vincere abbiamo utilizzato l’esperienza maturata nelle prime tre partite”

“Questo scudetto l’abbiam vinto specialmente nei primi due incontri, quando abbiamo rimontato dallo 0 a 2 – afferma Lucia Bosetti – Oggi all’inizio poteva sembrare una partita facile perchè mancava Nikolova, ma si è visto nel terzo set come Conegliano è risorta…”

Al primo scudetto è anche Federica Valeriano: “Lo scudetto lo sognavo da bambina e adesso l’ho vinto! Questa squadra non la ferma nessuno!!”

E la festa ormai impazza…

LA CRONACA

Primo set – Piacenza schiera il medesimo setetto di gara 3, mentre Conegliano deve rinunciare a Nikolova: l’infortunio subito due giorni fa al PalaBanca ha avuto come conseguenza un dito steccato e il braccio appeso al collo.
Il primo allungo è piacentino, Conegliano insegue con 2 punti contro i 5 di Piacenza, che arrivsa al riposo in testa per 8 a 4. Conegliano prova a rimontare ma Piacenza respinge il tentativo e incrementa ancora il vantaggio, e al secondo intervallo guida 16 a 7.
La raffica di punti piacentini continua anche dopo il rientro in campo: 18 a 7, 21 a 8, 24 a 9, e il set si chiude sul 25 a 10 a favore di Piacenza.

Secondo set – Di nuovo è Piacenza che fa scorrere più velocemente i punti sul tabellone e si porta rapidamente sul 4 a 1. Conegliano si riporta sotto (5 a 4) ma la Rebecchi Nordmeccanica si allontana di nuovo e come nel primo set si arriva al primo intervallo con Piacenza avanti 8 a 4. Al rientro in campo Conegliano va a segno per due volte consecutive, ma Piacenza ricomincia a macinare punti: 11 a 6, 14 a 7, 16 a 9, e via così fino al 25 a 12 finale.

Terzo set – L’inizio è più equilibrato, Piacenza prova a scappare ma è presto raggiunta: 7 a 7. Piacenza va a punto ma Conegliano risponde, e si va avanti così fino al 9 a 9 quando la Rebecchi Nordmeccanica si prende un paio di punti di vantaggio e va a guidare per 11 a 9. Gli scambi sono molto equilibrati, Piacenza mantiene il vantaggio ma Conegliano resta vicinissima e infine sorpassa, arrivando davanti al secondo intervallo (16 a 14).
Le padrone di casa continuano ad avere due-tre punti di vantaggio, ma dal 21 a 18 Piacenza si riavvicina e sfiora il pareggio: 21 a 20. Conegliano riesce a rimanere in testa col minimo scarto e poi con un ace di Calloni si procura il primo set ball sul 24 a 21. Uno scambio lunghissimo è concluso da Bosetti (24 a 22) ma è Conegliano ad aggiudicarsi il set col punteggio di 25 a 22.

Quarto set – Il set comincia con Piacenza che schizza in testa per 4 a 0, contiene i tentativi di rimonta di Conegliano ed è ancora in testa al primo intervallo: 8 a 4. Al rientro è presto 11 a 4 per la Rebecchi Nordmeccanica che continua a imporre il suo gioco arrivando al secondo intervallo con 11 punti di vantaggio (16 a 5). La distanza diventa incontenibile: 21 a 6, e la vittoria arriva sul 25 a 9.

IL TABELLINO
Imoco Volley Conegliano – Rebecchi Nordmeccanica Piacenza 1-3 (10-25, 12-25, 25-22, 9-25)
Imoco Volley Conegliano: Maruotti, Fiorin 8, Daminato, Camera, Zanotto 4, Rossetto (L), Calloni 11, Crozzolin 4, Barcellini 14, Barazza 5. Non entrate Agostinetto, Nikolova. All. Gaspari.
Rebecchi Nordmeccanica Piacenza: Valeriano, Leggeri 14, Turlea 19, Meijners 22, Secolo, Ferretti, Sansonna (L), Guiggi 11, Radenkovic, Bosetti 19. Non entrata Nicolini. All. Caprara.
Arbitri: Sobrero, Padoan.
Note: durata set: 21′, 22′, 26′, 21′; tot: 1h30′. Spettatori 5500.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto