30/03/2012 Lega Volley Femminile

Esattamente 30 giorni fa la MC-Carnaghi Villa Cortese e la Norda Foppapedretti Bergamo erano in campo per contendersi la Final Four di Champions League, oggi le due squadre hanno lottato per un pezzo del tricolore 2012. Gara 1 di semifinale finisce nella cascina della MC-Carnaghi Villa Cortese, capace di imporsi per 3-2.
Marcello Abbondanza conferma lo starting six titolare con Berg al palleggio, Pavan opposta, Guiggi e Wilson centrali, Cruz e Lucia Bosetti schiacciatrici con Ramona Puerari nel ruolo libero.
Il match mantiene le promesse equilibrato ed intenso sin dai primi scambi, con le due formazioni che si equivalgono e le due palleggiatrici che possono contare su un cambio palla efficace. Primo parziale in cui Villa Cortese ha uno dei migliori attacchi di questa stagione, con la percentuale di squadra che sfiora il 50% e con un Aurea Cruz micidiale da posto quattro: la portoricana mette a terra quattro dei cinque palloni indirizzatele da Berg. A far la differenza in un set tanto equilibrato sono i due ace che sul finale Villa Cortese mette a segno con Perinelli (17-15) e con Berg (19-16). Bergamo si fa sotto con due punti consecutivi di Serena e Piccinini. Villa Cortese non perde la testa e con Pavan e Cruz trova i punti per vincere 25-22 il parziale. Bergamo rialza subito la testa, fa a braccio di ferro con il Villa Cortese sino al 12-12 poi viene lanciata dagli errori di Villa Cortese che non riesce più a rientrare nel set.
Villa Cortese dal doppio volto nella terza frazione: brillante in attacco e lucido nella correlazione muro difesa, tanto da volare sul 16-11, statico e poco incisivo in attacco tanto da essere ripresa da Bergamo. Le orobiche fanno diventare più pesanti i loro servizi con Piccinini e Di Iulio e trovano i muri per colmare il gap. Sul 19-19 Villa Cortese ricomincia a macinare il suo miglior gioco con Pavan. Il parziale lo chiude Martina Guiggi.
Splendido punto a punto nel quarto set. A irrompere nel match con presenza, grinta e punti è Valentina Diouf. L’opposta più alta e giovane della Serie A1 femminile è decisiva per il 2-2 confezionato da Bergamo, con i suoi attacchi punisce il Villa Cortese che ha avuto la palla del 23-20 ed invece sciupa vantaggio ed il match point arrivato con un diagonale di Lucia Bosetti. Serena ha coraggio, capisce che la nuova entrata è in palla e le affida gli ultimi palloni del parziale. A costringere Villa Cortese al tie break è un muro di Arrighetti.
Villa Cortese non si scoraggia parte a mille nel tie break. Fa punti e si fa riagguantare. Le squadre giocano a strappi. Di Iulio fa spaventare il PalaBorsani quando conquista il match point ma la MVP del match Aurea Cruz annulla. Arrighetti mura Pavan per il secondo match point e questa volta è una battuta a rete di Di Iulio a rimettere tutto in parità. Negli ultimi punti tutta la determinazione della formazione di Marcello Abbondanza di portarsi a casa la prima sfida della serie. Dalla difesa di Cruz arriva il primo match point conquistato da Sarah Pavan. La canadese e tutti i 1457 spettatori del PalaBorsani attacca l’ultimo pallone e scrive la parola fine.

MC-CARNAGHI VILLA CORTESE – NORDA FOPPAPEDRETTI BERGAMO 3-2 (25-22; 19-25; 25-22; 26-28; 17-15)
MC-CARNAGHI VILLA CORTESE: Berg 2, Bosetti L. 7, Wilson 14, Pavan 21, Cruz 23, Guiggi 14, Puerari (L). Pincerato 0, Perinelli 1, Bosetti C 0. N.E. Stufi, Carocci ,Barborkova. All. Abbondanza
NORDA FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Piccinini 18, Nucu 6, Serena 6, Vasileva 15, Arrighetti 16, Quaranta 5, Merlo (L). Diouf 11, Di Iulio 9, Signorile 0, Gabbiadini 0. N.E. Ruseva, All. Mazzanti
Note – Durata set: ’28, ’27, ’28, ’32, ‘19. Durata totale 2h e 14 minuti.
MC-Carnaghi Villa Cortese: 8 muri, 3 ace, 9 battute sbagliate, 26 errori punto, ricezione 75%, perf 46%; attacco 39%.
Norda Foppapedretti BergamoBergamo: 13 muri, 3 ace, 16 battute sbagliate, 30 errori punto, ricezione 73%, 52 perf. %. Attacco 41 %
ARBITRI: Pessolano – Balboni
Spettatori: 1457

LE PAROLE DI.
Marcello Abbondanza: “ Peccato aver rimesso in gioco tante volte Bergamo, non possiamo permettercelo. Cruz oggi ha fatto la differenza, ma sono soddisfatto di quello che ha fatto tutto la squadra. Venivamo da una trasferta massacrante come quella di Champions League, loro invece avevano avuto il tempo di prepararsi. Aver vinto questa partita non è determinante, ma molto importante per il nostro morale.”
Sarah Pavan: “Sull’ultimo pallone ho messo tutto quello che avevo, tutto quello che mi era rimasto. Non potevo sbagliare dopo essermi fatta murare. Abbiamo ottenuto una bella vittoria ma non possiamo andare a Bergamo con leggerezza e tranquillità. Sarà una battaglia.”

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto