22/01/2012 Lega Volley Femminile

Fast come l’attacco preferito di Martina Guiggi, così la MC-Carnaghi Villa Cortese gioca il primo parziale del big match con la Chateau D’Ax Urbino. La centrale pisana è un’autentica furia e imprime con il suo inconfondibile talento il marchio sulla partita. E’ lei a far entrare nel match tutta la squadra firmando 6 dei primi 10 punti della formazione di Marcello Abbondanza.
Il tecnico romagnolo non esita a schierare il proprio starting six titolare in una della partite a più alto tasso tecnico del campionato.
Il Villa Cortese si dimostra in palla in ogni fondamentale. Al servizio conferma i progressi visti con Chieri e Cannes ottenendo tre ace diretti che minano la sicurezza della ricezione avversaria. Sul 12-6 Urbino prova il doppio cambio inserendo Faucette e MC Namee. La corsa del Villa Cortese non si arresta e non potrebbe con Berg che fa girare l’attacco della propria squadra al 55%. Se l’avvio del set ha avuto l’impronta di Guiggi, il finale è tutto di Sarah Pavan con due ace e due attacchi che chiudono la contesa.
Urbino rientra in partita grazie ad una prestazione corale che tiene in vita un’infinità di palloni e ad un contemporaneo calo attentivo. Le ospiti sono avanti in tutti e due i time out tecnici e spingono sull’acceleratore. Marcello Abbondanza prova a cambiare la sua prima linea inserendo Caterina Bosetti per Aurea Cruz e Pincerato su Berg. Mossa premiata da un punto conquistato in attacco dalla più giovane delle sorelle d’Italia che vale -2 sul 17-19 e costringe Urbino a chiamare time out tecnico. Villa Cortese torna a crederci e con Pavan cuce il gap sul 22-22. Alle biancoblu non riesce la spallata finale ed Urbino chiude il parziale 23-25.
Dimostrazione dei nervi saldi del Villa Cortese si ha nel terzo set. Urbino ha un avvio praticamente perfetto, l’1-6 è perentorio ma Berg e compagne hanno la pazienza di perdonarsi i propri errori, 8 nel set, e di ripartire. La parità è conquistata sull’11-11 e le due squadre giocano punto a punto con la volata finale che questa volta premia il Villa Cortese che restituisce il 25-23 subito.
Urbino si innervosisce ed inizia la quarta frazione di gioco ricevendo un cartellino giallo dal primo arbitro Pol. Un clima che favorisce le padrone di casa che prendono il largo grazie a Guiggi al servizio ed a un muro di Berg su Tirozzi (8-4)
Urbino non riesce più a rientrare in partita e Villa Cortese dopo questa vittoria per 3-1 può tuffarsi nel clima Coppa Italia ed iniziare a difendere il trofeo conquistato nel 2011 a Catania.
Riposo azzerato per la MC-Carnaghi Villa Cortese che domani pomeriggio dalle 17 alle 20.00 torneranno al PalaBorsani per una sessione di allenamento video e di tecnica per prepararsi al meglio ai quarti di Coppa Italia con la Rebecchi Nordmeccanica Piacenza.
In occasione dell’impegno di martedì scuole e gruppi sportivi avranno diritto alla promozione Special Price con biglietto di ingresso a solo 1 euro. Per poter usufruire di tale promozione scrivere a stampa@volleycortese.com.

LE PAROLE DI.
Ramona Puerari: “Dopo un primo set giocato molto bene, abbiamo fatto fatica a contenere la loro reazione nel secondo parziale. Il risultato però ha premiato il nostro gioco, era una partita molto importante perché ci dà fiducia per i prossimi impegni oltre ad un vantaggio reale su di loro”.
Luna Carocci: “Quando hanno forzato il servizio, con 3 battitori in salto, abbiamo dato poca qualità ai palloni che spedivamo a Lindsey. Dobbiamo migliorare nella pulizia del nostro gioco. Molto spesso difendiamo palloni impossibili ma non siamo altrettanto brave nella rigiocata, nella seconda alzata. La squadra è molto carica sia a livello fisico che mentale, ci attende una settimana con un obiettivo grande come la Coppa Italia. C’è la voglia di fare bene, perché vogliamo dimostrare che questo gruppo non è inferiore a quello dello scorso anno”.
Marcello Abbondanza: “Il lavoro sulla continuità di gioco è il nostro primo obiettivo di lavoro ma sono oggettivamente contento per il risultato ottenuto. C’è molta strada da fare nella gestione degli errori, ma l’aver liberato 3 battitori in salto come Guiggi, Pavan e Berg ci consente di lavorare in maniera completamente diversa rispetto a prima sulla correlazione muro difesa.

MC-CARNAGHI VILLA CORTESE – CHATEAU D’AX URBINO 3-1 (25-13; 23-25; 25-23; 25-21)
MC-CARNAGHI VILLA CORTESE: Bosetti L.14, Wilson 9, Pavan 24, Cruz 10, Guiggi 14, Berg 1, Carocci (L1). Puerari (L2). Pincerato 0, Bosetti C. 1, Perinelli 0. N.E. Barborkova. All. Abbondanza
CHATEAU D’AX URBINO: Skorupa 2, Tirozzi 8, Garzaro 6, Van Hecke 15, Blagojevic 14, Crisanti 6. MC Namee 0, Faucette 7. N.E. Djersilo, Devetag, Gentili. All. Salvagni
Note – Durata set: ’22, ’32, ’30, ’27. Durata totale 1h e 51 minuti.
MC-Carnaghi Villa Cortese: 3 muri, 6 ace, 10 battute sbagliate, 24 errori punto, ricezione 65%, perf 46%; attacco 42%.
Chateau D’Ax Urbino: 6 muri, 1 ace, 11 battute sbagliate, 25 errori punto, ricezione 52%, 36 perf. %. Attacco 38 %
ARBITRI: Pol – Bartolini
Spettatori: 1207

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto