07/04/2011 Lega Volley Femminile

La nota lieta contro Pontecagnano è stata lei. Carla Castiglione, opposto argentino, è stata buttata nella mischia all’ultimo momento e Carla ha ripagato con una prestazione d’applausi, 15 punti e tanti palloni importanti schiacciati con successo: “Ero carica, volevo dimostrare all’allenatore che ci sono anch’io. Peccato per la sconfitta, personalmente invece sono contentissima della mia partita”. Castiglione ripassa per un attimo il match: “Era in mano nostra, avevamo dominato il primo set e stavamo giocando alla pari il secondo con buone possibilità di aggiudicarcelo quando si è fatta male Crepaldi. Non so se avremmo vinto con lei, non si può dire con certezza, ma questa si è rivelata un’assenza pesante, perché la “Crep” per noi è fondamentale, purtroppo Jasmine (Rossini ndr) non è riuscita ad esprimere quello che riesce a fare tutti i giorni in allenamento, dove fa grandi cose, poi con l’ingresso della Arioli il coach mi ha spostato in banda, credo di aver detto la mia anche in un ruolo non mio”. Carla sa che adesso sarà indispensabile in questo finale di campionato: “Dobbiamo salvarci, non vogliamo retrocedere in B1. Dobbiamo andarci a prendere i punti con Crema sabato al PalaOlimpia. Ci aspetta la gara della vita. Io importante? Lo spero, ma tutte siamo importanti, quello che ho fatto io domenica può farlo qualsiasi giocatrice della panchina”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto