• it
18/05/2010 Lega Volley Femminile

Tre è davvero il numero perfetto per la Scavolini Pesaro che, superando 3-0 al PalaLido di Milano l’MC-Carnaghi Villa Cortese in Gara 3 di Finale Scudetto, ha conquistato la Findomestic Volley Cup 2009/10 cucendosi sul petto il terzo tricolore consecutivo. Una vittoria storica per le marchigiane che per la terza stagione di fila hanno chiuso in tre sole gare la serie di Finale Scudetto realizzando un tris tricolore davvero memorabile. Villa Cortese questa sera ha provato a riaprire la serie, ma poco ha potuto contro una squadra che si è dimostrata ancora una volta molto compatta stretta intorno a Carolina Costagrande, autrice di un’altra prova superba (19 i punti messi a terra), e al capitano Martina Guiggi, vera e propria trascinatrice con 13 punti e 7 muri. Per la Scavolini Pesaro quello vinto in questa stagione è probabilmente lo Scudetto più difficile, arrivato al termine di una stagione travagliata passata per l’esonero del coach del primo titolo Angelo Vercesi (sostituito dal vice Riccardo Marchesi che vince così il primo tricolore da head coach) e per le brucianti sconfitte in Champions League e nella Final Four di Coppa Italia che potevano avere ripercussioni nella corsa Scudetto. L’MC-Carnaghi Villa Cortese di Marcello Abbondanza chiude con il secondo posto una stagione straordinaria che al primo anno di A1 l’ha vista conquistare la Coppa Italia ed essere protagonista in campionato fino alla Finale Scudetto, entrando di diritto nell’elite del volley femminile italiano.

La partita
Ottimo impatto sulla gara da parte di Pesaro che grazie al proprio muro (saranno 5 nel parziale e 13 in totale) firma la prima fuga del match (3-9); Villa Cortese si avvinghia alla buona vena di Cruz per ricucire lo strappo (6-9), ma un muro di Guiggi su primo tempo di Anzanello riporta le pesaresi a + 5 (9-14). Cruz riavvicina le padrone di casa (13-17) e Abbondanza prova a rimescolare le carte con il doppio cambio Pinese-Bosetti per Aguero e Berg, ma non basta perchè Pesaro infila un parziale di 8-2 a proprio favore e con un attacco vincente di Skowronska chiude sul 15-25 il primo set.
Al rientro in campo Villa pare da subito più determinata e infatti si procede punto a punto (7-7). Pesaro con un muro di Ferretti su Cruz e un tocco vincente di Costagrande prova a scappare (9-13), ma Villa mostra i denti e trascinata dalle difese spettacolari di Aguero e Cardullo che infiammano il PalaLido rimane aggrappata con le unghie alla gara (14-15). Dopo il secondo time out tecnico inizia però lo show personale di Carolina Costagrande che mette in mostra tutto il meglio del suo repertorio e guida Pesaro dal 16-18 al 17-23, preludio al 18-25 con cui le colibrì si portano in vantaggio 2-0.
Usic fa mettere il naso avanti alle marchigiane anche nel terzo set, prima che tre punti consecutivi di Secolo ribaltino la situazione (da 4-5 a 7-5). Villa Cortese continua a martellare e due muri consecutivi di Durisic (prima su Costagrande poi su Skowronska) la fanno schizzare sul 13-9. E’ sempre la centrale serba con una fast a siglare il 16-12 che fa sognare il pubblico di casa, ma Skowronska non ci sta e riavvicina le colibrì (17-15) che poi trovano il sorpasso grazie ad un muro di Guiggi su Aguero (17-18). Abbondanza sostituisce Berg con Pinese e inizia una vera e propria battaglia tra Pesaro che vede vicino il titolo (21-23) e Villa Cortese che non molla (23-23). Un attacco out di Aguero concede il primo match point alle pesaresi, ma è proprio Tai ad annullarlo in parallela. Una super Anzanello annulla la seconda palla Scudetto e fissa anche il 26-25, prima che Costagrande pareggi e un muro di Guiggi su Aguero dia la terza occasione per chiudere a Pesaro (26-27). Ancora Anzanello in primo tempo dice di no e Aguero risponde a Guiggi (28-28). Usic concede la quinta chance a Pesaro che questa volta la sfrutta con Costagrande per il 28-30 finale che gela il PalaLido in cui esplode di gioia invece lo spicchio di tifosi pesaresi.

FINDOMESTIC VOLLEY CUP A1 – FINALE SCUDETTO 2010
Il risultato di Gara 3

MC-Carnaghi Villa Cortese – Scavolini Pesaro 0-3 (15-25, 18-25, 28-30)

Il tabellino della gara
MC-CARNAGHI VILLA CORTESE – SCAVOLINI PESARO 0-3 (15-25, 18-25, 28-30)
MC-CARNAGHI VILLA CORTESE: Anzanello 8, Berg, Pinese, Hasalikova 1, Secolo 6, Cardullo (L), Luciani, Aguero 15, Cruz 12, Bosetti, Durisic 7. Non entrate Nicora, Lanzini. All. Abbondanza.
SCAVOLINI PESARO: Usic 15, Garzaro 5, Wijnhoven (L), Skowronska 10, Ferretti 2, Boscoscuro, Costagrande 19, Guiggi 13. Non entrate Mari, Saccomani, Marinkovic, Usic. All. Marchesi.
ARBITRI: La Micela, Cesare. NOTE – Spettatori 3000, durata set: 24′, 26′, 34′; tot: 84′.

FINDOMESTIC VOLLEY CUP A1 – FINALE SCUDETTO 2010 – Il risultato di Gara 2
Scavolini Pesaro – MC-Carnaghi Villa Cortese 3-2 (25-16, 18-25, 25-21, 19-25, 15-12)

FINDOMESTIC VOLLEY CUP A1 – FINALE SCUDETTO 2010 – Il risultato di Gara 1
Scavolini Pesaro – MC-Carnaghi Villa Cortese 3-2 (18-25, 33-31, 23-25, 25-21, 15-13)

FINDOMESTIC VOLLEY CUP A1 2009/10 – Le campionesse d’Italia
Terzo Scudetto per:
Carolina Costagrande, Francesca Ferretti, Ilaria Garzaro, Martina Guiggi, Dragana Marinkovic e Elke Wijnhoven.
Secondo Scudetto per: Katarzyna Skowronska e Senna Usic.
Primo Scudetto per: Martina Boscoscuro, Francesca Mari, Laura Saccomani e Marija Usic.

FINDOMESTIC VOLLEY CUP 2009/10 – I tecnici campioni d’Italia
Primo allenatore: Riccardo Marchesi (primo Scudetto da head coach, terzo in assoluto).
Secondo allenatore: Matteo Solforati (primo Scudetto da vice allenatore, terzo in assoluto).

L’ALBO D’ORO DEL CAMPIONATO DI SERIE A1
1946 Amatori Bergamo
1947 Amatori Bergamo
1948 Invicta Trieste
1949 Invicta Trieste
1950 Lega Nazionale Trieste
1951 Fari Brescia
1952 Fari Brescia
1953 Audax Modena
1954 Minelli Modena
1955 Minelli Modena
1956 Avis Audax Modena
1957 Audax Modena
1958 Audax Modena
1959 Audax Modena
1960 Casa Lampada Trieste
1961 Casa Lampada Trieste
1962 Casa Lampada Trieste
1962/63 Muratori Vignola
1963/64 UISP Sesto Fiorentino
1964/65 Max Mara Reggio Emilia
1965/66 Max Mara Reggio Emilia
1966/67 Max Mara Reggio Emilia
1967/68 Max Mara Reggio Emilia
1968/69 Fini Modena
1969/70 Fini Modena
1970/71 Cus Parma
1971/72 Fini Modena
1972/73 Fini Modena
1973/74 Valdagna Scandicci
1974/75 Valdagna Scandicci
1975/76 Valdagna Scandicci
1976/77 Alzano Bergamo
1977/78 Burro Giglio Reggio Emilia
1978/79 2000 Uno Bari
1979/80 Alidea Catania
1980/81 Diana Docks Ravenna
1981/82 Diana Docks Ravenna
1982/83 Teodora Ravenna
1983/84 Teodora Ravenna
1984/85 Teodora Ravenna
1985/86 Teodora Ravenna
1986/87 Teodora Ravenna
1987/88 Teodora Ravenna
1988/89 Teodora Ravenna
1989/90 Teodora Ravenna
1990/91 Il Messaggero Ravenna
1991/92 Calia Salotti Matera
1992/93 Latte Rugiada Matera
1993/94 Latte Rugiada Matera
1994/95 Latte Rugiada Matera
1995/96 Foppapedretti Bergamo
1996/97 Foppapedretti Bergamo
1997/98 Foppapedretti Bergamo
1998/99 Foppapedretti Bergamo
1999/00 Phone Limited Modena
2000/01 Non assegnato
2001/02 Radio 105 Foppapedretti Bergamo
2002/03 Despar Colussi Perugia
2003/04 Radio 105 Foppapedretti Bergamo
2004/05 Despar Perugia
2005/06 Radio 105 Foppapedretti Bergamo
2006/07 Despar Perugia
2007/08 Scavolini Pesaro
2008/09 Scavolini Pesaro
2009/10 Scavolini Pesaro

FINDOMESTIC VOLLEY CUP A1 – PLAY OFF SCUDETTO 2010
I risultati delle Semifinali
(1) Scavolini Pesaro
– (4) Monte Schiavo Banca Marche Jesi 3-0; 2-3; 3-0; 3-0.
(2) MC-Carnaghi Villa Cortese – (3) Foppapedretti Bergamo 3-1; 0-3; 3-2; 3-2.

I risultati dei Quarti di finale
(1) Scavolini Pesaro
– (8) Asystel Volley Novara: 3-1; 2-3; 3-0
(4) Monte Schiavo Banca Marche Jesi – (5) Chateau d’Ax Urbino Volley: 3-2; 1-3; 3-1
(2) MC-Carnaghi Villa Cortese – (10) Riso Scotti Pavia: 3-1; 3-0
(3) Foppapedretti Bergamo – (6) Despar Perugia: 2-3; 3-1; 3-1

I risultati degli Ottavi di finale
(8) Asystel Volley Novara
– (9) Cgf Recycle Florens Castellana Grotte: 3-0; 3-1
(7) Yamamay Busto Arsizio – (10) Riso Scotti Pavia: 2-3; 1-3

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto