Verona Volley Femminile: ancora una trasferta senza punti, ko a Giaveno e classifica pericolosa

Banca Reale Giaveno – Verona Volley Femminile 3 – 1
Parziali: 25-13, 18-25, 25-14, 25-18.

Banca Reale Giaveno: Renzi 1, Midriano 8, Cardani (libero), Glod 20, Pinedo 24, Aricò 11, Angelelli 1, Malvestito 4. N.e. Dametto, Miola, Safronova. Allenatore Amendola.

Verona volley femminile: Stacchiotti 6, Arioli 1, Rossini 2, Gentili 5, Trabucchi, Crepaldi 16, Alberti (libero), Beretta 2, Castiglione 4, Shopova 11. N.e. Marcone e Moschini. Allenatore Guidetti.

Muri: Giaveno 8, Verona 10. Battute errate: Giaveno 7, Verona 6.
Attacchi: Giaveno 41 per cento, Verona 21 per cento.
Ricezione: Giaveno 66 per cento, Verona 69 per cento.

Ancora a mani vuote. Verona Volley torna a casa da Giaveno sconfitta e senza punti. Nel frattempo la vittoria di Forlì sul Busnago riapre i giochi salvezza. Ora le romagnole sono a meno cinque, una quota che non può lasciare indifferenti in vista dello scontro diretto a Forlì del 26 marzo. Anche perché il mal di trasferta continua ad assillare Crepaldi & C. (solo un punto lontane da Verona) e questo non tranquillizza affatto sapendo che Forlì quel giorno giocherà tra le mura di casa il match più importante della stagione. Ciò che consola è che stante così le cose sarebbe Forlì ad avere la pressione addosso perché costretta a vincere a punteggio pieno se vuole far sentire il fiato sul collo a Verona. Intanto però la pausa del campionato per le final four di Coppa Italia giunge a proposito, come detto a fine partita dal vice coach Giorgio Nibbio: “Dobbiamo ricaricare le pile”. Già, perché a Giaveno si è vista una Verona Volley migliore di quella opaca di Santa Croce, capace di prendersi il secondo set, ma ancora lontana dai suoi standard migliori. Così la Banca Reale non ha avuto grandi difficoltà a condurre la gara, guidata dalle sue straniere, l’argentina Pinedo e la venezuelana Glod (44 punti in due). Il primo set se ne andato mesto per le ragazze di Guidetti, Giaveno l’ha dominato con una battuta aggressiva che ha messo in difficoltà la ricezione gialloblù. Decisamente meglio la seconda frazione, per merito di una migliore ricezione e conseguentemente un attacco più incisivo. Verona qui allunga fino al 21-9, parziale imponente che mette l’ipoteca sul set. Ma è un fuoco di paglia poiché al rientro in campo è la compagine di mister Amendola va già avanti 8-4 al primo riposo tecnico. Tornano a pungere Pinedo e Glod ma anche Aricò. Guidetti inserisce anche Castiglione e Rossini, ma il divario aumenta sempre più e così la Banca Reale chiude agevolmente il set su un 25-14.Verona accusa il colpo non riuscendo mai nell’ultimo set ad impensierire le padrone di casa che allungano sul 17-12 aumentando anzi il margine di vantaggio nelle battute finali.

Visualizza sponsor