Le tigri gialloblù si arrendono in tre set, Brescia si conferma capolista al PalaRadi

Per Cremona è la terza sconfitta consecutiva, la seconda di fila tra le mura amiche.

Niente da fare per il gruppo di coach Valeria Magri contro la corazzata Banca Valsabbina Millenium Brescia. Dopo due set a tinte giallo nere, la reazione cremonese arriva ad inizio terzo set, ma ben presto le ospiti invertono l’inerzia del periodo a proprio favore. Tra gli aspetti positivi della partita, sponda Esperia, la concretezza di capitan Zampedri, che guida la linea di ricezione con un 61% di positiva personale (45% di squadra), oltre a fare il possibile in difesa, missione complicata contro le bocche da fuoco bresciane. Top scorer gialloblù Kadi Kullerkann con 12 punti. Positivi anche gli ingressi di Balconati al palleggio e di Piovesan in banda: quest’ultima chiude con 8 punti (di cui un muro) ed il 45% in ricezione. Sei punti per una volenterosa Cristina Coppi, quattro punti a testa per le centrali Liis Kullerkann e Sofia Ferrarini. Prossimo impegno per le tigri gialloblù la trasferta in quel di Lecco contro la Orocash Picco Lecco.

Coach Magri schiera Pasquino e Kadi Kullerkann in diagonale d’attacco, Coppi e Rossini in banda, Liis Kullerkann e Ferrarini al centro, Zampedri libero. Risponde coach Beltrami con Boldini al palleggio, Obossa opposto, Pamio e Orlandi (al posto dell’indisponibile Cvetnic) ai lati, Torcolacci e Consoli centrali, Scognamillo libero. Il primo set resta in equilibrio fino al 6-6 grazie ai due attacchi diagonali di Kadi Kullerkann. Obossa inizia a scaldare il braccio sul 9-10, per poi insistere con la diagonale del 13-19 ed il mani out del 13-21 che porta coach Magri a fermare il gioco. L’ultimo squillo gialloblù è il muro di Laura Pasquino, 17-23. Alice Pamio chiude il set con un muro ed un ace per il 17-25. 

Nel secondo periodo, Millenium riparte da dove ha lasciato, con una ricezione migliorata rispetto al set precedente (dal 35% al 53%) che agevola il compito alla palleggiatrice e capitano Jennifer Boldini, che a sua volta ispira quindici punti in attacco. Cremona resta vicina nel punteggio solo ad inizio set, con due punti di Kadi Kullerkann e Cristina Coppi, 6-9. Pamio ed Obossa in attacco spingono Brescia sul 10-17, il mani out della neo entrata Piovesan vale il 13-20. Millenium taglia la linea del traguardo con due primi tempi, a firma Torcolacci e Consoli: 16-25, 0-2. 

Cremona riparte nel terzo periodo con Beatrice Balconati al palleggio e Anna Piovesan in banda. Il gruppo gialloblù si scuote con il primo tempo di Ferrarini e la diagonale di Piovesan per l’8-5. Il timeout di coach Beltrami giova alle sue, il pallonetto di Pamio accorcia il gap sul 9-8, poi è coach Magri a mettere le mani a T sul 9-10. Due errori in battuta per Brescia vengono rimediati dal tocco di seconda intenzione di Boldini, 14-18. Buffo accorcia in diagonale (18-20), ma la MVP di serata Josephine Obossa procura cinque match points alle sue. Il mani out di Bianca Orlandi abbassa il sipario sull’incontro, 20-25 e 3-0 Millenium. 

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA

Bianca Orlandi, schiacciatrice Brescia. “Chiuderla con un 3-0 è il migliore risultato che potessimo sperare. È il risultato di mesi e mesi di duro lavoro, siamo una squadra che, posso confermare data la preparazione, ha voglia di lavorare, di spingere su ogni pallone, lo si vede anche in allenamento. La continuità oggi ha decretato questo risultato, che non è stato per nulla scontato, come ci ha ripetuto spesso in settimana il nostro coach, quindi molto molto bene. Il campionato è ancora molto molto lungo, sono davvero felice. Esperia si è dimostrata squadra capace di mettere in difficoltà l’avversario, molto fisica e in alcune parti del match si è visto. Siamo riuscite ad imporre il nostro gioco, con continuità sciupando il meno possibile. Noi abbiamo avuto quel qualcosa in più che ci ha permesso di portare a casa la vittoria”. 

Sofia Ferrarini, centrale Cremona. “Sapevamo che non fosse una partita facile, siamo entrate con voglia di provarci e di esprimere il nostro gioco, perché abbiamo visto che con le squadre di livello più alto riusciamo a esprimere un gioco migliore. Nonostante questo, Brescia è una squadra veramente forte, molto ordinata a muro, in attacco hanno sbagliato veramente poco, quindi abbiamo fatto molta fatica a mettere giù palloni, inoltre hanno un gioco veramente veloce, a muro non abbiamo lavorato benissimo. Analizzeremo la partita, cercheremo di capire cosa possiamo migliorare per poi affrontare Lecco domenica nel migliore dei modi”.

U.S. Esperia Cremona vs Valsabbina Millenium Brescia 0-3 (17-25, 16-25, 20-25)

Cremona: L. Kullerkann 4, Pasquino 1, Coppi 6, Ferrarini 4, K. Kullerkann 12, Rossini 3, Zampedri (L), Balconati, Piovesan 8, Landucci, Buffo 2; NE: Giacomello. All. V. Magri – E. Zanoni.

Brescia: Obossa 22, Pamio 12, Consoli 4, Boldini 3, Orlandi 10, Torcolacci 9, Scognamillo (L), Ratti; NE: Munarini, Zorzetto, Foresi, Blasi (L). All. A. Beltrami – M. Cozzi.

Direttori di gara: Antonio Giovanni Marigliano e Simone Fontini.

StatisticheRicezione positiva (perfetta): Cremona 45% (17%) – Brescia 40% (18%). Attacco punti (%): Cremona 33 (30%) – Brescia 48 (46%). Battuta errori (punti): Cremona 5 (1) – Brescia 6 (5). Muri punto: Cremona 6 – Brescia 7.

La foto di copertina è di Simone Contesini.

Davide Moroni
Ufficio Stampa U.S. Esperia

Visualizza sponsor