Lines Tradeco Altamura: la panchina affidata a Ettore Guidetti

Arriverà in tarda serata il nuovo allenatore della Lines Tradeco Altamura. Sarà Ettore Guidetti, modenese del 1974, a sostituire Gianfranco Milano in quest'ultima parte del campionato. Dopo un lungo incontro la dirigenza ha optato per lui anche per l'approfondita conoscenza della serie A2 e dell'ambiente altamurano. “Conosce bene anche il gruppo delle nostre giocatrici, è la persona più adatta a condurle fino alla fine”. Sarà presentato alla squadra ed allo staff tecnico appena arrivato ad Altamura. Da domani sarà in palestra per preparare la partita di domenica in casa contro Pavia.

“Non farò bene, farò il massimo perchè le ambizioni della Lines Tradeco Altamura diventino realtà”. Queste le prime parole di Ettore Guidetti, nuovo coach. Gli abbiamo fatto qualche domanda.

DOMANDA- Conosci già gran parte delle atlete, che opinione ha su di loro?

RISPOSTA- Ho allenato Valentina Serena come secondo allenatore a Spezzano e conosco anche Natalia. Per non parlare di Biamonte (allenata a Matera e Carpi) e Marc (a Carpi). Le gemelle Romanò le ho conosciute a Reggio Emilia e ho cercato di portare Menchova a Sassuolo fino a settembre scorso. E' un gruppo con tante ambizioni e le potenzialità per concretizzarle.
DOMANDA- Qual è il tuo stato d'animo adesso?

RISPOSTA- Di grande entusiasmo. Voglio dimostrare qualcosa. E' una sfida in cui mi impegnerò al massimo. Dobbiamo spianare la strada per i play off.
DOMANDA- Una battuta sul pubblico.

RISPOSTA- Ho sempre invidiato i miei colleghi che hanno allenato qui. E' un pubblico caldo, che critica anche esplicitamente ma sempre con sincerità. E' importante avere quasi tutta la città sugli spalti.

DOMANDA- Qual è il segreto per essere vincenti in questo campionato? RISPOSTA- Il carattere è fondamentale perchè c'è molto equilibrio ma anche risultati clamorosi.

DOMANDA- Un aspetto positivo ed uno negativo dell'Altamura. RISPOSTA- Nonostante l'ottimo lavoro del mio predecessore Milano, credo si debba lavorare ancor meglio sull'enorme potenziale muro-attacco. Uno dei lati positivo è certamente quello di essere stata una delle poche squadre a battere la capolista Rivergaro con un risultato netto come il 3 a 0. L'Altamura ha enormi qualità morali. E' tempo di tirarle fuori.

 

Ettore Guidetti nasce a Mirandola (nel modenese) nel 1974 in una famiglia dedita al volley (il padre ed il fratello sono apprezzati allenatori da tantissimi anni). Debutta nel campionato di A2 come vice allenatore nel
1999 a Spezzano dove rimarrà fino alla scalata in A1 del 2001. Passa poi ad allenatore dal 2001 al 2003 a Carpi in A2. Per le successive 3 stagioni allena il Matera nella stessa serie per poi passare al Sassuolo fino alla fine di gennaio 2006.

 

Visualizza sponsor