13/12/2004 Lega Volley Femminile

“Altro che play – off, qua si sta rischiando di precipitare in A2 senza un pizzico di mordente, senza reazione, senza far vedere quelle qualità di cui le nostre affiliate vanno fiere fuori dal campo, ma che sul mondoflex dimenticano di esibire”.

Non cerca sotterfugi il General Manager del Terra Sarda Tortolì Rocco Gallucci, nelle ore immediatamente successiva alla bruciante sconfitta di Reggio Emilia.  Avrebbe avuto da ridire anche in caso di vittoria al tie – break perché le sedicenti campionesse si fanno divorare dalla Cenerentola del campionato. Se nel corso del terzo set i rimorsi di coscienza non fossero affiorati nella loro dimensione più umana, Reggio Emilia rischiava di incamerare l’intera posta in palio. “E’ inutile possedere delle ottime individualità – aggiunge Gallucci –  se poi non vengono supportate a dovere dal resto della squadra”. 

 

Il Presidente Nieddu è furibondo: a che sta servendo trattarle con i guanti?

L’ Airone si conferma la più esperta del campionato in epiloghi al quinto set, ma le sue sconfitte consecutive ammontano a quattro. La classifica si accorcia tantissimo, le pericolanti non vedono l’ora di assorbire la matricola isolana. Una di queste è l’altra neopromossa  Santeramo che domenica sarà di scena a Bari Sardo in un match da ultima spiaggia.

La comitiva già da questa mattina ha fatto il suo rientro in Sardegna. Il Presidente Antonello Nieddu annuncia che  non ci sarà più spazio per altre amichevoli in penisola: “L’atteggiamento indisponente  della squadra si è notato già a metà settimana nell’amichevole di Forlì, e così è rimasto anche a Reggio Emilia  – spiega Nieddu – per questo motivo la società si sente profondamente offesa; stiamo facendo degli sforzi immani per venire incontro alle ragazze, le stiamo riservando un soggiorno dignitoso e senza problemi di nessun tipo, le mettiamo in condizioni di stare in contatto con lo stivale con una certa frequenza e loro ci ripagano così;   abbiamo offeso la stessa Forlì – conclude Nieddu –  che con grande cortesia ha voluto ospitarci nei suoi impianti; alla fine è meglio che gli allenamenti si facciano  in Ogliastra, senza andare a scomodare gli altri,  vediamo che cosa succede”.

Sulla cattiva condizione delle aironesse infierisce anche la malasorte: ieri la centrale statunitense Meika Wagner si è fatta male ai legamenti del ginocchio. Pare certa la sua assenza dai campi per almeno due settimane, ma la società si augura che non sia nulla di serio. Nelle prossime ore la sfortunata atleta sarà visitata approfonditamente  dall’equipe medica della società e solo a metà settimana si conosceranno gli esiti.

 

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto