03/07/2014 Lega Volley Femminile

Beng Rovigo sta prendendo forma. Questa mattina (giovedì 3 luglio) il team rodigino ha presentato due nuovi arrivi, il libero Carolina Zardo, la cui presentazione fa capire che con la maglia giallonera non vedremo il prossimo anno Carlotta Cervella, e la giovane palleggiatrice Alessandra Coan, che facendo parte da 3 anni della Domovip Porcia abbiamo già visto a Rovigo quando la squadra rodigina disputava la B1.

Carolina Zardo arriva dalla retrocessa da A1 Banca Di Forlì, la stessa squadra in cui ha militato la nuova palleggiatrice del sodalizio polesano Giulia Pincerato.

Carolina Zardo, ha conquistato con la nazionale Juniores sia il titolo continentale sia quello iridato battendo il Brasile nell’agosto del 2011. Zardo è nata a Vercelli nel 1992 ed ha militato, dopo due anni di giovanili con il Vercelli e uno con Asystel Novara, sempre in A1 e sempre con Asystel Novara per cinque stagioni prima di approdare a Banca di Forlì, inoltre la vercellese è stata il miglior libero dei campionato europei Juniores del 2010.

Due atlete di valore ma soprattutto giovani che vanno ad abbassare l’età media di Beng Rovigo volley nell’ottica di fermarsi a Rovigo magari per più stagioni.

Le atlete sono state presentate da Andrea Scanavacca che si è detto felice di dare loro il benvenuto affermando che da loro la società si aspetta molto.

«Ho fatto negli ultimi tre anni con il Porcia, in B1,- dice Alessandra Coan come titolare, il mio ruolo è quello di palleggiatore. Spero durante questa nuova stagione di poter crescere ulteriormente e di imparare dal primo palleggiatore Giulia Pincerato che ha molti più anni di me di esperienza. Ho accettato di venire Rovigo perché è una buona società che ha un ottimo progetto».

«Ho giocato l’anno scorso a Forlì in A1, l’anno prima a Vercelli dove abito. Ho scelto Rovigo per questa stagione perché fin da subito mi ha fatto un’ottima impressione la società sia per la schiettezza con cui ci siamo parlati al telefono, sia perché mi ha fatto piacere vedere che alle spalle c’è un giovanile, e quindi si pensa alla pallavolo soprattutto come un scuola. Quella passata è stata una stagione un po’ difficoltosa per Forlì, quest’anno spero di togliermi qualche soddisfazione in più e cercherò fin da subito di dare il massimo. Spero sia una stagione positiva sia per gli obiettivi e sia per il gruppo e per lo staff tecnico che è stato presentato è che sembra molto molto buono».

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto