20/01/2004 Lega Volley Femminile

La reazione immediata è stata di felicità, soprattutto per le ragazze. La crisi di pianto collettiva mi è sembrata significativa”. Alessandro Fammelume non fa fatica a mostrare fiducia: il successo, significativo, contro Cavazzale ha rimesso in moto la Marche Metalli. “Ho visto dei valori tecnici buoni, il gruppo ha dato segnali positivi, questa è una squadra che ha dei connotati importanti. Peccato per il punto perso, ma in alcuni momenti si è avvertito troppo nervosismo, errori tipici di una mancanza di tranquillità”. Riferimento indispensabile ai palloni che hanno deciso primo e terzo set. “Dovremmo cercare di essere più liberi mentalmente, invece in alcune situazioni tendiamo a diventare parte del problema. C’è da lavorare sull’aspetto della convinzione”. La Coppa Italia sembra venire incontro all’esigenza di una Marche Metalli che vuole allungare il “pensiero positivo” di una settimana importante. Contro Curtatone (ore 20.30, palas di Castelfidardo, ingresso gratuito), gara di andata dei quarti di finale che danno accesso alla Final Four, non ci sarà Marcekova: riposo precauzionale per un affaticamento muscolare. “La Coppa è un obiettivo, perché ti può dare ulteriore fiducia. Affrontiamo un mese in cui si giocherà ogni tre giorni e per noi può rappresentare un problema in più, avendo la necessità di registrare qualche situazione fisica, piccoli acciacchi che ci portiamo dietro. Di certo, comunque, l’avversario è stimolante. Sarà una partita che ci consentirà di provare a risolvere i nostri problemi direttamente sul campo, cercando di interpretare meglio i segnali della partita. La voglia di portare a casa il risultato è la base da cui ripartire e affrontare i prossimi impegni”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto