16/10/2011 Lega Volley Femminile

CHIERI TORINO VOLLEY CLUB – ASYSTEL NOVARA 1-3
CHIERI TORINO VOLLEY CLUB: Corvese 1, Borgogno 11, Zetova 4, Veselà, Giogoli 6, Arimattei 5, Sorokaite 8, Vietti ne, Pavlovic 12, Hippe 19, Zauri, Borri (L). All. Beltrami
ASYSTEL NOVARA: Frigo 11, Viganò 19, Bechis 2, Barcellini 11, Zardo, Camera Folie 10, Horvath 14, Sansonna (L). All. Caprara
ARBITRI: Marchello di Messina e Longo di Grosseto
PARZIALI: 23-25 (26’), 22-25 (27’), 25-18 (26’), 18-25(26’)

TORINO – Non bastano i 19 punti di Saskia Hippe e nemmeno un terzo set dominato dall’inizio alla fine. In un Palaruffini ribollente di tifo il Chieri Torino Volley Club non riesce a muovere la classifica. Gara spettacolare in cui vince meritatamente Novara più incisiva in attacco. Match contraddistinto da tante buone giocate a muro (ancora una volta il miglior fondamentale delle biancoblu) ed in difesa. Nei primi due parziali grande equilibrio in campo. Nella frazione di apertura l’equilibrio si rompe dopo il 22 pari. Stesso discorso in quella successiva. Novara mette la freccia sul risultato di 21-22. “Dobbiamo imparare ad essere più ‘cattivi’ “, ha commentato il coach Alessandro Beltrami. “Sotto il profilo del gioco forse abbiamo fatto anche meglio rispetto a Bergamo, ma contro queste squadre non puoi permetterti distrazioni. Non basta far bene a muro o in difesa, ci vuole qualcosa in più nei momenti decisivi del set. Onore al Novara che ha disputato una grande partita. Per quanto ci riguarda, ed è anche quello che ho detto alle ragazze a fine partita, non dobbiamo abbatterci e continuare a lavorare per raccogliere quanto seminiamo. Probabilmente la prestazione di questa sera con una nostra diretta concorrente ci avrebbe portato qualche punto in più”, conclude Beltrami. Capitan Borgogno spiega: “C’è rammarico per il risultato. In alcune situazioni abbiamo pagato la nostra inesperienza. Dall’altra parte del campo avevamo una squadra che lo scorso anno ha disputato i play-off e che quindi è abituata a giocare ad altissimi livelli. Ci serve maggiore continuità”. Il pensiero poi va al pubblico “La città ha risposto alla grande, ho visto tanto entusiasmo sugli spalti. L’augurio – prosegue Borgogno – è quello di vedere sempre un Palaruffini così. Speriamo di festeggiare presto con una vittoria”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto