28/12/2010 Lega Volley Femminile

Il fresco successo ottenuto dal Cariparma SiGrade Volley contro Busnago, l’undicesimo consecutivo, porta decisamente il timbro di Maria Pia Romanò.

Sono bastati poco più di due set alla centrale italo-argentina per lasciare il segno e dare una spinta importante alle compagne verso l’ennesima vittoria.
Ha siglato il grande muro che ha chiuso la fantastica rimonta parmigiana del secondo set; i suoi attacchi e muri hanno rimesso in carreggiata Parma a metà del terzo; le sue battute poi hanno mandato in tilt la ricezione milanese e propiziato il break decisivo nel quarto.
Un apporto quindi determinante quello della giocatrice nativa di Buenos Aires, autrice della miglior prestazione in maglia Cariparma SiGrade.

Queste le sue parole al termine della sfida con Busnago: “Sono davvero contenta per questa vittoria, arrivata non con la nostra miglior prestazione, ma che ci permette di chiudere al meglio il 2010.
Avevamo di fronte una buona squadra, che ha difeso tanto cercando di sfruttare il contrattacco. Abbiamo sofferto un po’ troppo il loro attacco di posto 4, in particolare di Franco, una giocatrice mancina non facile da marcare. Venivamo da una settimana non facile alle spalle; influenze e acciacchi non avevano certo aiutato il nostro avvicinamento alla partita.
Una partita che abbiamo iniziato alla grande, giocando un primo set perfetto; nel secondo non abbiamo giocato come sappiamo fare e solo con una grande rimonta abbiamo ribaltato la situazione. Male il terzo set, poi nel quarto ci siamo ritrovate e abbiamo cambiato passo.
Credo che partite come questa ci servano per crescere, per capire che solo se tutte le sei che scendono in campo giocano al massimo possiamo continuare a vincere. Il mio ingresso? Sono tre mesi che mi sto allenando per vivere momenti come questi; quando l’allenatore mi chiama cerco di farmi trovare pronta. Già far parte di questa grande come è motivo d’orgoglio, se poi posso anche rendermi utile tanto meglio. Ho cercato di dare il mio contributo, senza strafare; a Soverato non ero entrata subito in partita, mentre con Busnago sono riuscita ad aiutare meglio le compagne in un momento di difficoltà. La nostra forza credo stia anche in questo; abbiamo un organico completo, dove chi scende in campo è tranquilla perché sa che in panchina c’è una giocatrice pronta a sostituirla degnamente. Le nostre 11 vittorie di fila? Non possiamo certo lamentarci dell’andamento del nostro campionato; stiamo facendo benissimo e quello che otteniamo alla domenica è il giusto riconoscimento per il lavoro e l’impegno che mettiamo ogni giorno in palestra. Chiudere l’anno con 9 punti di vantaggio ci permette di respirare e ci trasmette la giusta serenità in vista della ripresa del campionato”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto