13/12/2009 Lega Volley Femminile

Sconfitta casalinga per la Yamamay Busto Arsizio, che, al cospetto della Chateau D’Ax Urbino, inizia bene la gara, ma si perde per strada dal secondo set in poi. Merito della squadra di coach Salvagni, abile nello sfruttare il calo delle farfalle e in grado di accrescere il livello di gioco, lavorando egregiamente con il muro difesa e affondando con Petrauskaite e Havlickova. Persi nettamente il secondo e terzo game, la Yamamay prova a rimettersi in carreggiata, ma nel quarto non riesce a capitalizzare l’ottimo vantaggio (15-20), perdendo ai vantaggi.

MVP Palayamamay: Petrauskaite

Sala stampa:

De Luca: “Siamo partite bene, poi Urbino è cresciuta e non siamo più riuscite a tornare in partita. Abbiamo avuto qualche occasione per farlo, ma anche per un pò di sfortuna non è andata bene. Loro comunque ci hanno messo sempre in difficoltà e dunque complimenti a loro”.

Nucu: “Abbiamo faticato all’inizio perchè giocare in questo palazzetto grande e pieno di gente è sempre difficile. Poi ci siamo ambientate ed è andato tutto benissimo”.

Salvagni: “La Yamamay ha affrontato bene la gara, aggressiva a servizio e a muro. Se avesse continuato su quel livello, sarebbe stata dura raddrizzare la partita. Invece, approfittando del calo di Busto Arsizio, abbiamo migliorato molto il nostro muro difesa e abbiamo trovato in Petrauskaite una finalizzatrice eccezionale”.

Parisi: “Parlano i numeri: le nostre attaccanti non hanno messo a terra la palla, a differenza delle loro. Alla prima difficoltà la squadra si è disunita con troppa facilità: è un problema mentale sul quale lavoreremo”.

La cronaca: Parisi schiera De Luca in 4 e la Yama parte forte con Fernandinha al servizio e con i muri di Campanari e Crisanti, mentre Urbino serve bene con Havlickova (8-5); Petrauskaite e Fernandez pareggiano (8-8), ma Havelkova e Turlea lanciano ancora le farfalle (12-9), mentre Campanari realizza il muro che fa chiamare tempo alle ospiti (13-9). De Luca difende bene e Havelkova tira forte, la Yamamay vola sul 16-9; una magia di Fernandinha, Havelkova e De Luca mantengono il 7 (21-13), poi Petrauskaite con attacco e muro prova il recupero (23-19 tempo Parisi); nel finale Havelkova e Turlea chiudono i conti (25-20). Secondo set: la Chateau d’Ax entra in campo convinta e con Havlickova e Petrauskaite vola sul 5-8 (per la Yama ok Turlea); Petrauskaite ed il muro di Bechis fanno chiamare tempo a Parisi (5-10), che sul 6-12 inserisce Valeriano per De Luca; Havlickova non ferma il braccio potente e porta le ospiti al 9-16 nonostante alcuni buoni spunti di Campanari e Havelkova. Due muri di Valeriano riportano sotto la Yamamay (12-16 tempo Urbino), ma Petrauskaite è implacabile da posto 4 e riporta la Chateau D’ax a 6 (15-21 tempo Parisi). Nel finale è ancora Petrauskaite a mettere il sigillo su un set perfetto (15-25 con tanti errori biancorossi). Terzo set: Parisi rimette in campo De Luca e la Yama fatica in avvio: Petrauskaite è ancora la migliore delle sue (3-6), Nucu affonda il primo 4-8. Sul 4-10 Parisi inserisce Kim e Kovacova per Fernandinha e Turlea, cambio chiuso poco dopo, ma Urbino spadroneggia e vola sul 5-16 (ancora sugli scudi Havlickova e Petrauskaite); il finale è tutto per la Chateau D’Ax, che chiude con un perentorio 8-25 (ace Havlickova). Quarto set: l’avvio è stavolta equilibrato, con Campanari che prova a dare la sterzata decisiva, mentre Parisi inserisce Kovacova per Crisanti (9-7); Turlea e Campanari tengono il vantaggio (15-12, 16-13). De Luca a muro e Havelkova al servizio fanno 19-14 (tempo Urbino), Turlea arriva al 20-15 e realizza il 21-17, ma Urbino recupera con Havlikova e Parisi chiama time-out (21-19). Nel finale Petrauskaite realizza il -1 (22-21), Havelkova affonda il 23-21, ma Nucu e Petrauskaite pareggiano (23-23); Havelkova sbaglia e regala il match ball alle avversarie, annullato da Turlea (24-24). Di nuovo Petrauskaite trova il 24-25, il muro di Havlickova su Turlea chiude i conti (24-26).

Yamamay Busto A. – Chateau D’Ax Urbino 1-3 (25-20, 15-25, 8-25, 24- 26)

Yamamay Busto Arsizio: Fernandinha 2, Valeriano 2, Kim, Turlea 17, Kovacova 1, Zingaro ne, Campanari 8, Crisanti 5, De Luca 3, Borri (L),
Havelkova 15. All. Carlo Parisi. Battute vincenti: 2, errate 6. Muri: 8.

Chateau d’Ax Urbino: Nucu 12, Bechis 3, Havlickova 18, Butnaru ne, Petrauskaite 22, Leonardi (L), Di Iulio 13, Galeotti ne, Masoni ne, Rastelli, Fernandez 7. All. Salvagni Battute vincenti: 5, errate 12. Muri: 11.

Spettatori: 2100 circa

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto