04/05/2009 Lega Volley Femminile

Va alla Scavolini la prima gara di finale scudetto, con l’Asystel che, pur non giocando la sua miglior partita, tiene bene il campo cedendo due set solo ai vantaggi e dimostrando comunque un’ottima concentrazione e determinazione. Nessuna novità nei due sestetti: per Novara c’è Kozuch opposta a Feng, Barcellini in banda con super Osmokrovic (ancora una prestazione fantasmagorica della capitana novarese), Paggi e Anzanello in banda e Cardullo libero. Per Pesaro, Skowronska gioca in diagonale a Ferretti, Costagrande e Jaqueline schiacciatrici, Furst e Guiggi centrali e Wijnhoven libero.

Il primo spunto è dell’Asystel che difende alla grande e va sullo 0-3 con Kozuch e due errori di Pesaro. Costagrande non chiude e Osmokrovic colpisce per il 4-7; Feng chiama Kozuch dalla seconda linea ed è 4-8 al primo tempo tecnico. Guiggi riavvicina la Scavolini sul meno uno con l’errore di Osmokrovic da posto 4 (7-8). 6-0 di Pesaro e punteggio ribaltato sul 10-9 sul punto a punto si arriva al 16-15. La Scavolini raggiunge il massimo vantaggio sul 19-16 con Feng che non riesce a variare il gioco. Dopo il time out di Pedullà Osmokrovic rimette in moto l’Asystel e l’errore di Jaqueline la porta al 19-20. Skowronska e Jaqueline riportano avanti la Scavolini (21-20) ma Anzanello sorpassa con il primo tempo (21-22). Time out di Ze Roberto ma Costagrande manda out: 21-23. Jaqueline toglie il servizio dalle mani di Paggi ed il muro di Skowronska su Barcellini vale la parità. Anzanello conquista la prima palla set e dopo due gran difese di Novara impatta Furst (24-24). Ace di Jaqueline per il 26-24.

Kozuch apre il secondo set ma Feng si fa male: spazio per Bechis mentre Skowronska continua a martellare (3-2). La Scavolini sale 6-3 sul turno di servizio di Costagrande. Dentro Rosso per Kozuch, Novara impatta con l’ace di Bechis per il 7 pari, prima della magia di Ferretti che stoppa lo score sul 8-7. Rientra Feng in palleggio ma Pesaro vola via sul 12-8 e ancora sul 16-9. Funziona poco o nulla nel gioco dell’Asystel e Costagrande firma il 18-11. Ma Novara non è squadra da darsi facilmente per vinta, e con rabbia e grinta matura la rimonta biancorossa. Il muro di Anzanello su Jaqueline dà la scossa all’Asystel, con Osmokrovic che firma il lungolinea del 19-16; l’ace di Barcellini ed il muro di Rosso riportano l’Asystel a contatto sul 20-19. Skowronska riaccende la Scavolini da posto 4 ma Osmokrovic pareggia a 21; muro della capitana su Skowronska e sorpasso Asystel sul 21-22. Costagrande toglie la battuta dalle mani di Anzanello e impatta ma Osmokrovic e Cardullo fanno un capolavoro e chiudono il 22-23. Sono poi gli arbitri a regalare il set point a Pesaro con una decisione che anche la tv dimostrerà essere errata. Osmokrovic annulla ma ancora Costagrande fa 25-24 e come nel set precedente chiude Jaqueline con un pallonetto preciso (26-24).

L’Asystel, ancora con Rosso al posto di Kozuch, riparte forte nel terzo set (1-3) con la solita Osmokrovic. E’sempre la capitana a tenere in piedi l’attacco di Novara che sale 4-7 ma subisce il ritorno di Pesaro sino al 6-8. Costagrande ribalta di nuovo il punteggio (11-9) e Pesaro arriva sul 16-13 al secondo time out tecnico. La Scavolini dilaga sul 20-15 con l’errore di Barcellini ma Novara non molla e proprio con la novarese risale sul 21-19. Dentro Bechis per Feng, Costagrande rimette in moto la Scavolini che sale 23-20 con una stratosferica Jaqueline. Barcellini è l’ultima ad arrendersi e Rosso a rete tocca e poi mura Jaqueline impattando a 23. Time out Ze Roberto ma Osmokrovic inventa la palla del 23-24: Costagrande l’annulla con la pipe ma Osmokrovic riceve e chiude dalla seconda per il 24-25 poi ancora difende e chiude con il block out per il 24-26, siglando il suo 29° punto.

Pesaro parte rabbiosa nel quarto set con 5 punti consecutivi per il 5-1 che costringe Pedullà a chiamare time out. Avanti a cambi-palla, ma è fortunata Guiggi ed al primo time out tecnico è 8-3. Magia di Feng per Osmokrovic ma Guiggi difende il vantaggio della Scavolini (10-5). La capitana di Novara fa 31 e l’Asystel si riavvicina a meno 2 (10-8) costringendo Ze Roberto a stoppare il gioco. Pesaro riparte e torna in un attimo a più 5 e questa volta è Pedullà a spendere il suo secondo discrezionale per fermare lo score sul 13-8. Sussulto novarese con l’errore di Jaqueline ed il muro su Skowronska per il 13-11. Pesaro aumenta il vantaggio (19-14), Furst avvicina la Scavolini al traguardo (22-17) e l’errore di Barcellini dalla seconda ha il sapore della resa per l’Asystel (23-17). Osmokrovic a segno, dentro Bechis e Kozuch ma Furst conquista il match ball e Costagrande chiude 25-18 per il 3-1 finale.

Gara due in programma mercoledì sera con inizio alle ore 20:30 e, ancora una volta, in diretta Sky.

SCAVOLINI PESARO – ASYSTEL VOLLEY NOVARA 3-1 (26-24, 26-24, 24-26, 25-18)
SCAVOLINI PESARO: Lunghi, Wijnhoven (L), Skowronska 22, Brussa, Ferretti 3, Furst 12, Costagrande 18, Guiggi 6, Jaqueline 19. Non entrati Garzaro, Castiglione, Di Crescenzo. All. Guimaraes José Roberto.
ASYSTEL VOLLEY NOVARA: Anzanello 6, Feng 2, Rosso 6, Paggi 5, Barcellini 10, Bechis 1, Cardullo (L), Lombardo, Osmokrovic 36, Kozuch 3. All. Pedullà Luciano.

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto