23/08/2022 Il Bisonte Firenze

Domenica 21 agosto si sono accesi i riflettori sulla nuova stagione in serie A1 de Il Bisonte Volley Firenze che si è ritrovato nella propria nuova casa, Palazzo Wanny, per la riunione tecnico organizzativa di presentazione dell’attività coordinata dal presidente Elio Sità che dopo aver presentato lo staff tutto ha dichiarato gli obiettivi stagionali.

In attesa dell’esordio previsto tra le mura amiche contro Busto Arsizio domenica 23 ottobre, coach Massimo Bellano ha illustrato il programma dettagliato delle nove settimane di avvicinamento alla prima di campionato.

Parola poi al nuovo preparatore delle bisontine, il Dott. Maurizio Negro che ha presentato la nuova proposta di attività di preparazione: test FMS (Functional Movement Screen), sedute in sala pesi, in acqua e sulla sabbia il tutto monitorato costantemente attraverso il sistema RPE (Rate of Perceived Exertion).

La serata è proseguita nella splendida location dell’Agriturismo Podere San Giusto a Figline Valdarno dove ad attendere squadra e staff per il primo abbraccio e conseguente cena stagionale c’era il patron del club gigliato Wanny di Filippo. A rispondere all’appello nella giornata di domenica sono state: Cambi, Guiducci, Panetoni, Lapini, Graziani, Kosareva, Nwakalor, Herbots, Adelusi.

Da ieri le ragazze a disposizione dello staff tecnico sono sette: Cambi, Guiducci, Panetoni, Lapini, Graziani, Kosareva, Adelusi più le giovani aggregate Sani Charlotte, Puggi Gemma, Cavaliere Caterina, Quartani Elisabetta provenienti dalla squadra giovanile U18 del VolleyArt Toscana.

Elio Sità: “Abbiamo a disposizione la struttura a pieno regime dall’inizio della stagione e questo ci consentirà di fare un percorso in tutta serenità. Per le nostre ambizioni e le nostre possibilità credo si sia riusciti ad allestire una squadra competitiva, l’obiettivo è fare qualcosa in più rispetto alla stagione precedente. Mi interessa che ci sia unione tra tutti voi, ho cominciato a vedere questo momento di aggregazione alla fine dello scorso anno e vorrei vederlo crescere nel tempo. L’unione di intenti in una stagione molto complessa dove ci sarà anche il mondiale sarà la chiave del nostro potenziale successo. La presenza di Nwakalor e di Herbots oggi, nonostante il loro riposo, è un segnale forte per la società e per la squadra e ne sono rimasto colpito”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto