07/06/2022 Futura Volley Giovani Busto Arsizio

Nuova settimana e nuovo annuncio ufficiale per la Futura Volley Giovani che piazza la prima colonna al centro, con il grande ritorno a casa della “cocca” Viola Tonello.

Un ritorno alle origini per la neo centrale bianco rossa, dopo essere cresciuta e maturata anagraficamente, ma anche tecnicamente e tatticamente grazie alle esperienze collezionate negli anni giocati tra A2 e A1.

Viola, infatti, dopo ha mosso i primi passi nel volley dei “grandi”, proprio con la Futura, sotto la guida del tecnico Lucchini (ora DS) per salutare poi  Busto dopo tre stagioni, dal 2010 al 2013, e disputare il campionato di B1 anche nelle due stagioni successive con le maglie di Chieri e Pinerolo.

Nella stagione 2016-2017 il salto di qualità alla corte della My Cicero Pesaro, dove gioca il suo primo campionato di A2, culminato con la vittoria del titolo e la conquista della promozione.

Di qui in poi la scelta ricade su Mondovì, per tre  stagioni consecutive di A2 con la numero 7 sulle spalle, dove con grinta e determinazione conquista subito i piemontesi. I successi e le soddisfazioni arrivano anche extra campo con la laurea triennale in Scienze dell’architettura conseguita al Politecnico di Torino.

Nella stagione 2020-2021 non cambia il numero di maglia, ma i colori sì che diventano quelli della Itas Martignacco.

Suonano per lei le sirene della massima serie, con la chiamata della neo promossa Vallefoglia con cui Viola ha disputato la scorsa stagione piazzandosi al nono posto in campionato.

La giocatrice classe 1994, nata a Genova, fa dunque ritorno nella sua prima casa, dove è stata lanciata ed è cresciuta fin dai suoi primissimi passi, all’età di 16anni, con un bagaglio di esperienza e ambizione che fanno di lei una centrale completa, solida in attacco ed efficace in battuta.

Il curriculum dei titoli, oltre alla già citata promozione, recita anche 3 medaglie di argento nella Coppa Italia di A2 conquistate dal 2016 al 2018 ed un bronzo nella stagione 2019/2020.

I numeri parlano chiaro e dicono di un’atleta nel pieno della sua maturità agonistica, capace di portare solidità a muro e buona propensione alla fase offensiva, come dimostra anche il record di punti attestato a quota 235 nelle 26 gare disputate nella sua ultima stagione di A2.

Questo graditissimo ritorno raccontato direttamente dalla nuova centrale bianco rossa :

1)Per te si tratta di un ritorno nella società con cui hai esordito in B1, cosa ti ha spinto a questa scelta?

Sono davvero felicissima di poter tornare qui a Busto alla Futura perché con questa società ho iniziato la mia carriera ed è stata la mia prima casa, in tutti i sensi, lontana dai miei genitori. In questa società, nei 3 anni di B1 in cui ho giocato qui, sono cresciuta moltissimo e sono stati importantissimi per la mia carriera. Quando ho ricevuto questa chiamata non ho avuto assolutamente alcun dubbio ad accettare perché sapevo che era la cosa giusta da fare. Questa società è una grande famiglia per me ed anche la mia stessa famiglia è molto legata a tutte le persone di questo gruppo, anche mia sorella Sveva ha giocato nelle giovanili qui. Credo molto nel progetto che la società ha disegnato ed ho già delle ottime sensazioni a riguardo. Sono molto contenta del lavoro fatto nella costruzione della squadra, nella scelta dell’allenatore e sono sicura che partiremo tutti con una grandissima voglia di fare bene e ottenere risultati perché siamo tutti allineati su questi intenti”.

2)Quali pensi possano essere i valori aggiunti che porterai a questa squadra?

Ho giocato tanti anni in serie A2 e questo è assolutamente il campionato che amo di più. È un campionato molto difficile dove non è mai concesso mollare, le partite sono molte ed è necessario mantenere costanza durante tutto il percorso. In questi anni ho capito che è necessaria una perseveranza veramente incredibile per poter fare bene. Credo di essere arrivata a questo punto della mia carriera ad essere una giocatrice completa, ho la stessa voglia di iniziare che avevo da bambina alle mie prime esperienze, di contro ho la consapevolezza e l’esperienza che ho acquisito negli anni. Sono convinta che il lavoro paghi sempre e si potrà fare bene solamente se rimarremmo compatte e concentrate sul fatto che dovremo sempre dare il massimo in ogni occasione ed io sono assolutamente pronta a tutto questo. Spero quindi di portare all’interno del gruppo questi lati di me e poter essere di aiuto alle mie compagne”.

3)Se dovessi fissare ora quali sono i tuoi obiettivi personali e di squadra per il prossimo anno?

Credo che la cosa più importante sarà quella di concentrarsi molto sul lavoro quotidiano perché, come detto prima, sono convinta che solo grazie a questo i risultati arriveranno. L’obiettivo, ovviamente, è vincere più partite possibili e per fare ciò bisogna affrontare con il giusto spirito domenica dopo domenica. L’obiettivo, dunque, sarà dare sempre il meglio in allenamento in modo tale da essere sempre pronte a scendere in campo la domenica, accumulando così tante gare positive. Insomma, non voglio sbilanciarmi troppo, ma sono sicura che i piccoli passi potranno portare a costruire qualcosa di grande”.

4) Qualche curiosità su di te fuori dal campo, hobby, passioni?

Sono una ragazza molto attiva, mi piace essere sempre impegnata. Ho molte passioni al di fuori della pallavolo, tra queste sicuramente mi piace molto viaggiare, leggere e disegnare”.

Roberto Bojeri

Futura Volley Giovani

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto