02/05/2022 Il Bisonte Firenze

La stagione ufficiale della nazionale seniores femminile è iniziata con il raduno a Firenze dal 20 al 29 aprile al quale hanno preso parte anche quattro bisontine: Sylvia Nwakalor, Emma Graziani, Terry Enweonwu e Sara Panetoni.

La nazionale italiana femminile torna a radunarsi domani a Palazzo Wanny per un collegiale che terminerà il 13 maggio. Dodici le atlete convocate dal CT Davide Mazzanti, alle quali mercoledì 4 maggio si aggiungeranno altre 12 atlete, che principalmente saranno impegnate nei Giochi del Mediterraneo.

Questo l’elenco delle convocate (3 -13 maggio): Francesca Bosio il 3 maggio al termine delle visite mediche, Alessia Mazzaro (Reale Mutua Fenera Chieri); Anastasia Guerra (Bartoccini Fortinfissi Perugia); Elena Pietrini, Marina Lubian, Ofelia Malinov il 3 maggio al termine delle visite mediche (Savino del Bene Scandicci); Sylvia Nwakalor (Il Bisonte Firenze); dal 6 maggio le atlete Sara Bonifacio, Caterina Bosetti, Cristina Chirichella, Sofia D’Odorico, Eleonora Fersino (Igor Novara).

Dal 4 al 13 maggio: Martina Armini, Elena Perinelli (Reale Mutua Fenera Chieri); Emma Cagnin (Volley Bergamo 1991); Ilaria Battistoni dal 6 maggio (Igor Novara); Alice Degradi e Federica Squarcini (Bosca S.Bernardo Cuneo); Linda Nwakalor, Binto Diop dal 5 maggio (Bartoccini Fortinfissi Perugia); Terry Enweonwu, Emma Graziani, Sara Panetoni, (Il Bisonte Firenze); Sofia Monza (Unet E-Work Busto Arsizio).

Il commissario tecnico della nazionale italiana Davide Mazzanti ha comunicato le liste delle 25 atlete che saranno utilizzabili per Volleyball Nations League 2022. Per ogni tappa il CT potrà scegliere 14 giocatrici. Il nuovo format del torneo si articolerà in tre settimane di gioco, durante le quali ogni nazionale disputerà 4 partite, per un totale di 12. La nazionale italiana lavorerà a Firenze per tutto il mese di maggio, fino alla partenza per la prima settimana nella quale le azzurre campionesse d’Europa saranno impegnate ad Ankara (31 maggio – 5 giugno), per poi scendere in campo a Brasilia (dal 14 al 19 giugno) e nell’ultima tappa a Sofia (28 giugno – 3 luglio).

 

Nazionale Femminile
La lista delle 25 Azzurre con i numeri di maglia

1. Marina Lubian, 2. Francesca Bosio, 3. Alessia Gennari, 4. Sara Bonifacio, 5. Ofelia Malinov, 6. Monica De Gennaro, 7. Eleonora Fersino, 8. Alessia Orro, 9. Caterina Bosetti, 10. Cristina Chirichella, 11. Anna Danesi, 12. Anastasia Guerra, 13. Ilaria Battistoni, 14. Elena Pietrini, 15. Sylvia Nwakalor, 16. Sofia D’Odorico, 17. Myriam Sylla, 18. Paola Egonu, 19. Federica Squarcini, 20. Sara Panetoni, 21. Alice Degradi, 22. Terry Enweonwu, 23. Elena Perinelli, 24. Alessia Mazzaro, 25. Loveth Omoruyi.

Le Azzurre divise per ruolo
Alzatrici
: Alessia Orro, Ofelia Malinov, Ilaria Battistoni, Francesca Bosio.
Centrali: Cristina Chirichella, Anna Danesi, Marina Lubian, Sara Bonifacio, Federica Squarcini, Alessia Mazzaro.
Libero: Monica De Gennaro, Eleonora Fersino, Sara Panetoni.
Schiacciatrici: Alessia Gennari, Caterina Bosetti, Miriam Sylla, Elena Pietrini, Anastasia Guerra, Sofia D’Odorico, Alice Degradi, Terry Enweonwu, Elena Perinelli, Loveth Omoruyi.
Opposti: Paola Egonu, Sylvia Nwakalor.

Queste le dichiarazioni del CT campione d’Europa Davide Mazzanti: “Questa lista è basata sulle giocatrici che sono state protagoniste nelle stagioni precedenti e su chi si è maggiormente messa in mostra nell’ultimo campionato. Mettendo insieme queste due cose è venuto fuori il gruppo. Dentro le 25 ci sono atlete che oltre alla Volleyball Nations League disputeranno anche i Giochi del Mediterraneo. Quest’anno il torneo presenta un nuovo format e secondo me la difficoltà maggiore è organizzare la settimana dove non si gioca, trovando la sede d’allenamento migliore soprattutto in base alla tappa successiva. Noi per fortuna riusciremo sempre a tornare in Italia per allenarci, mentre sarebbe stato più complicato se avessimo dovuto rimanere all’estero. In generale, comunque, penso che la VNL rimanga una competizione molto competitiva e il fatto che il ranking mondiale sia diventato determinante anche per la qualificazione olimpica, rende necessario cercare di mettere in campo sempre la formazione più competitiva. Faremo attenzione alla condizione fisica delle ragazze, però, è chiaro che ogni tappa andrà affrontata al massimo, con l’obiettivo di qualificarsi alla Final 8 di Ankara“.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto