26/03/2022 Bartoccini Fortinfissi Perugia
Fonte: Lollini / Ufficio Stampa Bartoccini-Fortinfissi Perugia

Fonte: Lollini / Ufficio Stampa Bartoccini-Fortinfissi Perugia

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA – BOSCA S.BERNARDO CUNEO 1-3 (25-21 23-25 22-25 24-26)

BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Bongaerts 1, Guerra 19, Bauer 10, Diop 2, Havelkova 12, Melandri 4, Sirressi (L), Galkowska 14, Nwakalor 3, Provaroni, Guiducci, Melli. Non entrate: Rumori (L).
Allenatore Cristofani.

BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Signorile 2, Degradi 4, Squarcini 10, Gicquel 21, Jasper 1, Stufi 7, Spirito (L), Kuznetsova 17, Giovannini 6, Caruso. Non entrate: Gay (L), Agrifoglio, Zanette.
Allenatore Pistola.

Arbitri: Mattei, Florian.

Spettatori: 530

Durata set: 27′, 25′, 28′, 29′; Totale: 109′

MVP: Kuznetsova.

La Bartoccini-Fortinfissi Perugia parte bene vincendo il primo set ma poi seppur lottando alla pari, non riesce ad avere la meglio nei successivi, cedendo dunque 3-1 (25-21 23-25 22-25 24-26 i parziali) contro la Bosca S. Bernardo Cuneo nell’anticipo della venticinquesima Giornata.

Nel primo set la Bartoccini-Fortinfissi Perugia parte subito bene andando sul 5-2 ma si arena a causa di alcune imprecisioni e sul 5-5 si torna in parità. Le umbre tentano ancora la fuga arrivando fino all’11-7 trascinata da Bauer, Guerra e Melandri. Pistola chiama il time-out e la musica cambia, le ospiti crescono a muro e sul 12-12 è Cristofani a fermare il gioco.  Havelkova da capitano si mette a dare il buon esempio e quando sigla la doppietta che vale il 19-16 le piemontesi utilizzano l’ultimo stop. Questa volta non riescono a reagire ed il margine delle ragazze di Cristofani aumenta, il 25-21 lo mette a terra da Bauer dopo uno scambio combattutissimo e regala un sussulto al PalaBarton.

Il secondo set parte punto a punto, le due squadre si alternano con le marcature fino al 7-7, la Bartoccini-Fortinfissi Perugia allora va in progressione e con l’ace del’11-8 ad opera di Melandri, le piemontesi chiamano il time-out. Al rientro le umbre sembrano aver perso la concentrazione e commettono qualche errore di troppo consentendo alle ospiti di rifarsi sotto e quando Squarcini fa ace si torna in parità sul 12-12. Si prosegue punto a punto fino a quota 16 poi le piemontesi iniziano lentamente una progressione che le porta con un vantaggio di  tre punti nella zona calda del set (17-20), le magliette nere tentano la reazione ma per non correre rischi sul 21-23 Pistola ferma tutto e parla con le sue ragazze. Il margine di sicurezza viene conservato e Kuznetsova archivia la pratica con il punto del 23-25.

Nel terzo set si parte ancora una volta con le due formazioni che si marcano da vicino fino al 4 pari, poi il video-check chiamato da Pistola certifica l’invasione aerea di Bongaerts  (4-6) e Cuneo approfitta per iniziare la progressione, sul 6-10 arriva il primo time out di Perugia ma la tendenza non cambia allora sul 9-14 Cristofani spende anche il secondo. Qualcosa cambia, Galkowska diventa più incisiva e dai nove metri anche Bauer trova l’ace, quando Giovannini manda out l’attacco che vale il 12-14 Pistola ferma il gioco. Si torna al punto a punto ma con le ospiti che amministrano, Guerra non ci sta e cresce insieme al gioco a muro delle umbre, proprio il muro della veneta regala la parità alle padrone di casa sul 19-19 che induce Pistola a giocare il suo ultimo stop.Si procede punto a punto fino al 22 pari poi Gicquel, Kuznetsova e Degradi sono inarrestabili e regalano il primo punto alle piemontesi.

Cuneo parte bene nel quarto parziale, trascinata da Gicquel e Kuznetsova prende subito margine e sul 2-6 costringe Cristofani al time-out. Lentamente la Bartoccini-Fortinfissi si riprende, il margine va pian piano diminuendo fino a tornare in parità sul 14-14 grazie all’attacco di Guerra. Ricomincia il punto a punto con le due squadre che non risparmiano i colpi fino al 20-20, il muro di Squarcini e l’out di Bauer fanno spendere a Cristofani anche l’ultimo time-out (20-22), Bauer si riscatta con il punto del 22-23 e questa volta è Pistola ad emulare il collega. Il finale è di quelli ad alta tensione, Galkowska si galvanizza e con due punti consecutivi riporta il match in parità (24-24), Pistola manda in campo Degradi che non delude le aspettative e sigla il punto del 24-26, il match termina dopo uno scambio complesso, Havelkova non riesce a trovare il campo e il set finisce 24-26, Cristofani chiama il check ma il risultato finale è 1-3.

 

Britt Bongaers racconta la partita dal suo punto di vista. “Penso che siamo partite molto bene, poi anche loro hanno iniziato crescere e noi abbiamo subito lo stress di una gara dal punteggio ravvicinato, poi purtroppo come già successo altre volte arrivate al termine dei set non siamo riuscite a fare quel qualcosa in più per avere la meglio noi, è difficile fare dunque un giudizio generale perché abbiamo giocato alla pari ma credo che il problema sia in come gestiamo quei momenti”.

Da una regista all’altra il parere di Noemi Signorile capitano della Bosca San Bernardo Cuneo. “Siamo contente, siamo partite contratte ma sapendo che qui non sarebbe stato facile, Perugia deve salvarsi e sono state brave a metterci in difficoltà, siam però state molto brave a riprenderci. La differenza è stata fatta dalla nostra tenuta mentale che ha fatto la differenza e ci ha fatto portare a casa la partita”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto