29/01/2022 Tecnoteam Albese Volley Como

La partita più incredibile di questa stagione di A2 per la Tecnoteam Albese Volley Como la conquista dopo tanta sofferenza e con una notevole determinazione nei momenti cruciali del match anche se dopo averla controllata per due set e poi quasi buttata via nei restanti due. Nel quarto, in particolare, le ragazze di Modica hanno annullato ben cinque match-ball alle ragazze di Mucciolo con una grinta pazzesca. Portando la gara al quinto. E qui la Tecnoteam si è ricompattata ed è tornata prepotentemente in gara andando a chiudere sul 9-15. Due punti che, per come si sono messe le cose dopo il quarto set, sono un ulteriore passo in avanti verso l’obiettivo stagionale della società: la salvezza. Anche se, per dirla come il capitano Zanotto, resta una sensazione di un successo a metà:”Non va bene anche se siamo state brave a portare a casa la gara. Testa alla prossima e godiamoci questi due punti. In alcuni momenti non siamo state brave questo pomeriggio. Un punto lo abbiamo perso ed è un peccato”.

 

Coach Mucciolo parte con un sestetto differente dalle ultime due uscite: c’è Pinto in banda al posto di Nardo. Il resto è tutto uguale: Cialfi al palleggio, Gallizioli e Veneriano centrali, Oikonomidou opposto, Zanotto e Pinto bande e De Nardi libero. In un palazzetto freddo (in campo con maglia termica e calzamaglia quasi tutte), Albese parte con un pò di difficoltà sotto i colpi di M’Bra ed Herrera. Le padrone di casa vanno subito in vantaggio (6-2), poi la rimonta delle guerriere con Pinto e Zanotto a dare la carica alle compagne. Una fast di Gallizioli porta in parità il match (7-7). E poi equilibrio da entrambe le parti anche se Modica tiene spesso il vantaggio. Break delle padrone di casa a metà tempo (16-13) con Mucciolo che sostituisce Pinto con Nardo. E la giovane banda albesina si presenta subito bene con due punti quasi consecutivi. Ma è la Pvt Modica a restare avanti (19-16) quando Mucciolo chiama il primo tie-break del set per cercare di riordinare le idee. E ci riesce perchè al rientro la Tecnoteam, con Zanotto a suonare la carica, riesce a spingere avanti le ragazze. Poi nel finale entra Baldi per il capitano al turno di servizio e trova subito uno splendido aces. Un errore al servizio delle padrone di casa chiude il set: 22-25 per Albese. Bella rimonta in un palazzetto davvero gelido.

 

Avvio di secondo set con Chiara Pinto che torna in campo per Nardo. Sestetto iniziale per Mucciolo con la Tecnoteam che parte come un fulmine: 1-6 in pochi attimi. E poi Albese resta davanti con sicurezza con i punti di Pinto (anche a muro) ed un aces di Veneriano al servizio (5-11). Anche Maria si fa vedere con ben tre aces di fila e la Tecnoteam allunga ancora (6-15). Bravissima la nostra opposta in questo turno di servizio: efficacissima. Modica non riesce a reagire con la decisione del primo set e con un altro aces di Cialfi Albese va a +12 (9-21). Nel finale Mucciolo dà spazio – meritato – anche alla baby-Mocellin (per Veneriano) e lei mette subito a segno un punto tra le gioia delle compagne. Set dominato da Albese che chiude 12-25.

 

Terzo set che inizia con lo stesso sestetto del precedente. Modica spinta da M’Bra, ma la Tecnoteam è solida come il suo palleggiatore, una perfetta Cialfi. E Maria riprende a martellare al servizio: altro aces nel suo score personale. Sempre M’Bra a tenere in partita le sue assieme ad una positiva Longobardi. 10-7 quando Mucciolo mette dentro Nardo per Zanotto in banda. Equilibrio fino a che M’Bra, ancora lei, trova un altro aces portando la Pvt al +3(16-13) con richiesta di tempo del nostro coach. Massimo vantaggio delle padrone di casa (19-15) quando Mucciolo chiama il secondo time-out del set. Ma stavolta non c’è la rimonta del primo set per la Tecnoteam: qualche errore di troppo e le ragazze di casa riescono a chiudere sul 25-17. Albese deve resettare e ripartire con la stessa decisione delle prime due frazioni.

Quarto set con le due squadre che restano vicinissime nella fase iniziale (7-7). E’ il muro di Veneriano a spezzare l’equlibrio anche se poi Modica resta aggrappata al match con le sue bocche da fuoco. Fatica Albese con Mucciolo che cerca di trovare correttivi: dentro Baldi e Nardo per Oikonomodou e Pinto a metà set. La squadra soffre rispetto ai primi due set, ma trova proprio nelle nuove entrate la linfa giusta per tornare sotto e pareggiare (17 pari). Si va avanti a strappi, le padrone di casa non mollano ed Albese prova più volte l’allungo: 22-24. Sembra fatta per le guerriere che si vedono annullare entrambi i punti del match. E poi altri tre conquistati con tenacia. Niente da fare. Modica non molla niente e manda al tie-break la sfida al Palarizza, con temperature nel frattempo scesa ai minimi sopportabili.

La Tecnoteam parte con decisione, con Baldi sempre per Maria e Nardo per Pinto, e tiene la barra dritta. Non sbanda e porta a casa il successo. Che permette alla squadra di avanzare in classifica alla vigilia della sosta di domenica prossima.

(Fotoservizio Salvo Angelini per Cs AlbaVolley)

PVT EGEA MODICA – TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO 2-3

(parziali set 22-25; 12-25; 25-18; 29-27; 9-15)

PVT EGEA MODICA: Brioli, Longobardi 13, Antonaci 13, M’Bra 22, Herrera 14, Gridelli 11, Salviato Libero, Bacciottini, Saccani, Ferro, Salamida ne, Giulino ne, Ferrantello libero 2. (Punti totali 73, servizi vincenti 10, servizi sbagliati 7, muri 9)

TECNOTEAM ALBESE VOLLEY COMO: Cialfi 6, Oikonomidou 17, Gallizioli 11, Veneriano 17, Zanotto 9, Pinto 7, De Nardi Libero, Nardo 11, Mocellin 1, Baldi 5, Bocchino ne, Scurzoni ne, Lualdi ne, Ghezzi libero 2. Coach Mucciolo, vice Cardinali (punti totali 82, servizi vincenti 10, servizi sbagliati 9, muri 10)

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto