23/01/2022 Banca Valsabbina Millenium BS

Alla prima uscita del 2022, dopo quasi 1 mese senza gare, le Leonesse bresciane di coach Beltrami riescono nell’intento di ottenere una vittoria tonda per 3-0, soffrendo solamente nel corso del primo set.

Nei restanti due, invece, è dominio giallonero, con Capitan Bianchini MVP e trascinatrice con i suoi 14 punti (di cui 3 servizi vincenti ed 1 muro), seguita con i medesimi punti dalla neoarrivata Piva, alla prima in maglia Millenium, e da Cvetnic.

Banca Valsabbina Millenium Brescia – Sigel Marsala Volley 3-0 (26-24, 25-17, 25-19)

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Ciarrocchi 8, Bianchini 14, Piva 14, Fondriest 9, Morello, Cvetnic 14; Scognamillo (L). N.E. Giroldi, Blasi, Sironi, Tenca (L), Bartesaghi, Caneva. All. Beltrami.

Sigel Marsala Volley: Patti 4, Parini 6, Okenwa 20, Ristori 6, D’Este 5, Scacchetti 3; Gamba (L). Caserta 2, Pistolesi, Ferraro. All. Bracci.

Arbitri: Laghi Marco, Selmi Matteo

MVP: Marika Bianchini (Banca Valsabbina Millenium Brescia)

Spettatori: 350

Beltrami sceglie Morello-Bianchini, Ciarrocchi-Fondriest, Cvetnic-Piva con Scognamillo libero in partenza; mentre Bracci risponde con Scacchetti-Okenwa, D’Este-Parini, Patti-Ristori e Gamba libero.

La gara inizia in maniera molto equilibrata, con le squadre appaiate sino all’8, quando Marsala trova il primo break dell’incontro ad opera Ristori, con conseguente time-out Beltrami. La stessa numero 1 ospite continua a trovare le padrone di casa impreparate sul 10-14, permettendo alla sue di scappare sul +4. Come di consueto, però, le Leonesse non si arrendono e rispondono alla grande all’offensiva avversaria. Bianchini al servizio e Cvetnic in pipe ruggiscono ed azzerano il divario (14-14), poi Okenwa ritrova il +2: 14-16. Il servizio vincente di Cvetnic riallinea le cifre al 19, dove Patti ripaga con la stessa moneta, consigliando al coach lombardo di stoppare il tempo sul 19-21. La ditta Fondriest appalta il muro del pari al 21, seguito dal punto dai 9 metri di Ciarrocchi: è 22-21. Ristori la pareggia (22-22), poi così fino ai vantaggi, dove un doppio errore siculo regala il primo set alle giallonere: 26-24.

I campi non cambiano, e nemmeno i sestetti in campo. Il primo +2 del periodo segue ad un errore di Piva in attacco (3-5), ma la reazione è pronta. 3 punti consecutivi, di cui l’ultimo di Ciarrocchi a muro, permettono il sorpasso sul 6-5, con le Leonesse che prendono coraggio e continuano a spingere. Una Cvetnic “on fire” firma l’ace del 12-7 e Bracci è costretto ad un doppio tempo nel giro di pochi scambi. Okenwa tenta di ricucire con una doppietta muro-attacco (13-10), ma Bianchini non è da meno e colpisce al servizio: 17-12. La strada ormai è spianata e la Valsabbina la percorre agevolmente: 25-17.

Millenium tenta la fuga all’inizio del terzo periodo. Una tripletta di Fondriest, seguita dall’errore di Caserta in fast, mandano Brescia sul 7-3, con Bracci che interrompe. La sosta sembra funzionare per le marsalesi, che rientrano nel modo giusto dopo i 30”. Patti tenta di rompere l’equilibrio con l’ace del -1 (11-10), ma è sempre la centrale trentina in maglia Millenium a reagire prontamente. Il suo muro porta il 15-12 sul tabellone, con le Leonesse capace di mantenere le stesse lunghezze fino al 21-17 (sempre Fondriest). Qui le padrone di casa prendono consapevolezza che il traguardo è vicino e lo tagliano, lasciando la Sigel al palo. Bianchini prende per mano le compagne e le porta al trionfo: 25-19 e 3-0 finale.

Marika Bianchini (Banca Valsabbina Millenium Brescia): “Siamo contente di essere tornate finalmente a giocare dopo quasi 1 mese. Siamo ancor più contente per la vittoria , anche se ci abbiamo messo un po’ a ritrovare il giusto ritmo, partendo contratte. Una volta trovato il giusto piglio e salendo d’intensità con la battuta, però, le abbiamo messe in seria difficoltà, come gli ultimi 2 set hanno dimostrato. Sono contentissima sia per i 3 punti, sia per il premio MVP, che dedico alla mia famiglia oggi presente al palazzetto”.

Chiara Scacchetti (Sigel Marsala Volley): “Oggi è stata una partita tosta per noi. Ci mancava il nostro attaccante di punta ed abbiamo perso fiducia dopo aver perso il primo set ai vantaggi. Purtroppo ci aspettavamo un match così duro, essendo loro una squadra costruita per vincere. Ora mettiamo la testa subito sulla prossima partita, tentando di fare del nostro meglio per ottenere la vittoria”.

Foto Massimo Bandera

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto