26/11/2021 Reale Mutua Fenera Chieri

Secondo impegno casalingo consecutivo per la Reale Mutua Fenera Chieri ’76. Per la nona giornata del girone d’andata le biancoblù di coach Bregoli saranno impegnate domenica 28 novembre al PalaFenera contro il Bisonte Firenze. Fischio d’inizio alle ore 17.
Entrambe reduci da un successo interno al bie-break, le due squadre viaggiano a braccetto in classifica ormai da diverse giornate e arrivano allo scontro diretto appaiate a quota 14 punti. La partita dunque mette in palio punti importanti per consolidare la sesta posizione e magari provare a recuperare terreno sulle formazioni che precedono.
Il bilancio dei sei precedenti è di quattro vittorie a due per Firenze. Due le ex, entrambe da parte chierese: Elena Perinelli e Francesca Villani.
Fra i tanti spunti di interesse c’è la sfida dei due liberi biancoblù Chiara De Bortoli e Martina Armini col tecnico bisontino Massimo Bellano, loro allenatore al Club Italia rispettivamente per due e una stagione. Con Bellano, la scorsa estate Martina Armini ha anche vinto il campionato mondiale Under 20.
Affidiamo la presentazione di Chieri-Firenze alle parole di Chiara De Bortoli.

Chiara, facciamo il punto in casa Reale Mutua Fenera Chieri ’76 dopo la vittoria bel derby con Cuneo.
«Sicuramente è stato positivo vincere contro Cuneo. Dopo le due sconfitte dell’anno scorso per noi era importante fare risultato. Ci dispiace un po’ per alcuni set e alcune situazioni. Avremmo potuto ottenere più punti ma non siamo rimaste concentrate in determinate fasi della gara. Brave noi comunque dopo il quarto set a ripartire subito forte nel quinto e riuscire poi a portarlo a casa. Un aspetto da migliorare è che dobbiamo rimanere sempre concentrate sulla partita, e pedalare».
Che partita ti aspetti con Firenze?
«Con Firenze è uno scontro diretto, da giocare con aggressività e cattiveria. Credo che le chiavi della partita saranno la battuta e il muro-difesa. Bisognerà lavorare bene in battuta, proseguendo nel trend positivo che abbiamo in questo fondamentale, e nel muro-difesa per arginare bene i loro terminali offensivi. Dovremo rimanere ordinare e andare sempre su ogni pallone»
Le tue emozioni di giocare contro Massimo Bellano?
«Massimo è un allenatore con cui ho vissuto due anni belli, mi sono trovata benissimo e ho ancora con lui un bellissimo rapporto. E’ un allenatore molto paziente, con cui le persone un po’ istintive come me si trovano subito a loro agio. Oltre a formarmi dal punto di vista tecnico e tattico, negli anni del Club Italia mi ha dato quella fiducia in me stessa di cui avevo bisogno. Ci conosciamo bene, da questo punto di vista quella con Firenze sarà una bella partita da entrambe le parti, nell’agonismo giusto. Sarà bellissimo rivedersi di nuovo dopo tanto tempo in un campo di pallavolo, ne sono super contenta, e sono sicura che avverrà nel modo più sportivo che ci sia».

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto