14/11/2021 Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania

Non è bastata la spinta del Pala Catania e la brama di riscatto a Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania per tornare al successo. Nella settima giornata del campionato di Serie A2, le catanesi allenate da Mauro Chiappafreddo giocano con enorme cuore ma dopo essere state avanti nel punteggio si fanno rimontare da Club Italia, cedendo alla lotteria del tie-break.

 

Gara vera quella disputata sul taraflex del Pala Catania. Senza Casillo, Fiore e Bertone, quest’ultima costretta a star fuori per un virus influenzale, sono Alessia Conti e Greta Catania a prendere posto nello starting six etneo.

 

Pallavolo Sicilia mette subito la freccia a inizio match, l’arciera argentina Bulaich si esibisce subito con il colpo della casa, un diagonale stretto, a cui segue una bella parallela dal due di Alessia Conti (7-4). A rilanciare le ambizioni di Club Italia ci pensano Adelusi, che specialmente sul finale si mostrerà determinante, e Acciarri che trova l’ace del sorpasso (10-11). A destare le biancorossazzurre serve un doppio colpo della Bulaich, fulmine dalla seconda linea + tocco felpato consente il contro-sorpasso etneo. La grande tenacia delle ragazze di Mencarelli fa comunque la differenza e permette alle ospiti di aggiudicarsi con merito il primo parziale con lo score di 25 a 21.

 

Scotta ancora il finale del primo parziale, ma alla ripresa Pallavolo Sicilia rialza la testa e lo fa con la sua 2004 Greta Catania che sale altissima ad impattare il suggerimento di Bridi e prende consapevolezza dei suoi mezzi. Di Marconato, senza alcun dubbio tra le migliori delle sue, il ruggito di Club Italia che pare essere in controllo del gioco, complice anche la minor lucidità delle etnee. Un’altra monumentale parallela di Bulaich indica la via maestra della Rizzotti Design ed il sorpasso (10-9) che di fatto spiana la strada alle catanesi, le quali aumentano la loro percentuale in attacco e vincono il secondo parziale.

Qualche gratuito ed errore di comunicazione di troppo da ambo le parti all’inizio del terzo set, Club Italia colleziona cinque punti di fila e coach Chiappafreddo sceglie di richiamare le sue ragazze per riaccendere la luce. Luce che porta il nome, anzi la mano destra, di Daniela Bulaich, implacabile da posto due e trascinatrice assoluta. Il terzo set prende la strada di Catania e sembra prevedere una gioia che purtroppo, non arriverà, complice anche e soprattutto la risposta di Club Italia.

Il pericolo maggiore per Pallavolo Sicilia Catania si chiama Anna Adelusi, schiacciatrice del 2003 che suona la carica e sale di giri. Si sbaglia tanto, specialmente in battuta e la squadra di Mencarellinon lesina sforzi e volontà. Spicca il talento di Greta Catania con gli attacchi in primo tempo, ma nell’ace di Adelusi prima e di Gannar poi, si palesa tutto l’orgoglio di Club Italia, capace di recuperare la formazione di Chiappafreddo e portare al quinto e decisivo set l’incontro.

Guerra di nervi e tensione palpabile al palazzetto per il tie-break. Sugli scudi sempre una sontuosa Bulaich, che a fine partita aggiornerà il pallottoliere a 31 punti, così come superba è Giuliani, che spicca il volo e fissa il 9 pari con una grande offensiva. Oggioni, quest’oggi capitano, mette a terra una palla pesante quanto un macigno ma Club Italia prende fiducia e ancora con Giuliani, sorpassa, dando la consapevolezza che basta ad Adelusi e compagne per agguantare la prima vittoria stagionale.Rizzotti Design Catania che può solo prendere un punto e pensare alla sfida di mercoledì, quando la capolista Talmassons scenderà in Sicilia per l’ottavo turno.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto