16/07/2021 Acqua & Sapone Roma Volley

Il Dott. Roberto Vannicelli, nato a Roma, il 29/8/1962, sarà ancora il Responsabile Sanitario dell’Acqua & Sapone Roma Volley Club per la prossima stagione in serie A1. Una continuità importante per la squadra di Roma.

Il Dott. Vannicelli, ex palleggiatore di buon livello e allenatore, è uno specialista in Medicina dello Sport. Si laurea in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi “La Sapienza” nel 1987 e si specializza con lode in Medicina dello Sport. Nel 1990 vince il Concorso Nazionale Pubblico indetto dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica per la Scuola di Specializzazione in Medicina dello Sport. Dal 2007 è il responsabile scientifico dell’Accademia dell’Alimentazione Sportiva. Dal 2009 è il responsabile scientifico del progetto “in cibo veritas” in collaborazione con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio per l’educazione alimentare negli adolescenti. Dal 2010 collabora come specialista in medicina dello sport, ecocardiografista ed ecografista, presso l’Istituto di Medicina e Scienza dello Sport “Antonio Venerando” del CONI.

Dal 2018 è membro, nominato in qualità di esperto dal Ministro della Salute, della Commissione Vigilanza e il controllo sul Doping e per la tutela della salute nelle attività sportive del Ministero della Salute. Quale Medico Sportivo ha fatto parte e tutt’ora è membro dello staff sanitario e antidoping di diverse Federazioni Sportive e Commissioni Ministeriali. E’ stato ed è Responsabile Medico di diverse nazionali femminili e maschili, seniores e giovanili, tra queste dal 2013 al 2018 di quella di volley femminile, partecipando alle Olimpiadi di Rio del 2016. Tra gli incarichi più recenti, dal 2018 è membro della commissione medica della FIGH, nel 2019 è il responsabile medico della nazionale italiana di ginnastica aerobica, dal 2019 fa parte dello staff sanitario della nazionale maschile di pallanuoto ed è responsabile medico della Roma Volley Club, dal 2021 è anche membro della commissione medica della FIPM.

La scorsa stagione è stata indubbiamente particolare anche da un punto di vista sanitario, c’è il rischio che gli effetti secondari della positività possano influire su questa stagione?
Sinceramente mi auguro di non passare mai più una stagione così impegnativa e stressante come quella appena trascorsa. Obiettivamente non penso ci possano essere strascichi che possano ripercuotersi anche nella prossima stagione. Mi auguro di cuore, sia per noi che per tutti, che gli effetti devastanti della pandemia, saranno molto mitigati sia per la maggiore consapevolezza delle norme da seguire, sia, soprattutto, per effetto della vaccinazione che spero sia la più capillare possibile.”

Hai una grande esperienza sportiva. Come vivi, nel tuo ruolo, questo ritorno della pallavolo romana in A1?
La vivo con gioia e forte senso di appartenenza alla città. Prima di tutto mi considero un tifoso di questo sport, quindi poter far parte dello staff che rappresenta la massima espressione della pallavolo di Roma, mi riempie di orgoglio. Spero proprio che anche per merito dello staff sanitario, la nostra squadra, potrà competere alla pari con le altre fortissime squadre della serie A.”

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto