04/05/2007 Lega Volley Femminile

Dopo Mazzoni, Negrini e Campanari, anche Brigida Giannotti entra a far parte del “club dei 100”, circolo esclusivo di coloro che hanno tagliato il traguardo delle cento presenze in gare ufficiali con la Marche Metalli HiK Castelfidardo. La centrale toscana, terza stagione in gialloblu dopo quelle del 2002/03 (promozione in A2) e 2003/04, ha raggiunto la cifra tonda mercoledì sera a Volta Mantovana, in una serata poco fortunata per la squadra di Moretti. “Dispiace aver festeggiato con una prestazione negativa, ma è chiaro che dentro di me c’è una sensazione di orgoglio per questo traguardo: in fondo, ho contribuito alla storica promozione di Castelfidardo in serie A ed alla successiva salvezza. Quella finale a Civitanova, nel giorno della promozione, me la ricorderò per tutta la vita, così come il primo anno di A2, una stagione difficile, con tanti problemi, ma affrontata sempre con il sorriso sulle labbra”. Quest’anno per lei la stagione forse più difficile, dopo una partenza sprint (10,7 punti e 4 muri di media a partita nelle prime quattro uscite). “Mi sono un po’ persa per strada – ammette con onestà – per tutta una serie di motivi. Ma voglio concludere meglio, me lo sono imposta”. Intanto la frenata della Marche Metalli HiK a Volta Mantovana ha reso ancora più in salita la corsa verso i play off. “Venivamo da un periodo positivo e questa sconfitta lascia un po’ di amaro in bocca. Ci hanno messo sotto dall’inizio, brave loro. Nel primo set non abbiamo giocato a pallavolo, una volta sotto 2-0 siamo riuscite con le unghie a rientrare in partita, come era successo a Roma. Ci abbiamo provato fino all’ultimo ma stavolta la rimonta non è riuscita. Adesso bisogna voltare pagina perché ai play off ancora ci crediamo. Siamo lì, anche se dobbiamo rincorrere. Dobbiamo pensare a partita per partita, come abbiamo fatto finora, senza guardare la classifica, alla fine faremo i conti. Da qui al termine della regular season ci saranno ancora risultati imprevedibili: tutti lottano per qualche obiettivo e nessuno ti regala niente”. Toscana di Castelnuovo Garfagnana, Brigida Giannotti per la quinta stagione consecutiva gioca nelle Marche (prima di tornare a Castelfidardo, aveva indossato le maglie della Valce Ancona e della Fornarina Civitanova in serie A2), dove ha trovato anche l’amore, Andrea. “La mia è ormai una scelta di vita, ma dal punto di vista professionale mi sono tolta delle belle soddisfazioni. Se mi guardo indietro vedo tanta fatica per arrivare dove sono: non mi sono mai ritenuta una giocatrice di talento e quello che ho ottenuto me lo sono sudato. Castelfidardo mi ha dato tanto, qui si vive la pallavolo nel modo giusto, con professionalità ma senza pressioni eccessive. Rimanere? Io ne sarei felice”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto