07/04/2020 Savino Del Bene Scandicci

La Savino Del Bene Volley comunica che, durante l’Assemblea dei Club di Lega Pallavolo Femminile avvenuta nella giornata di ieri, è stato votato il termine anticipato del Campionato 2019/20 per le note vicende di ordine sanitario che stanno coinvolgendo il nostro paese.

Contestualmente la squadra di Conegliano Veneto è stata insignita del titolo di “vincitrice della regular season” sebbene la regular season non fosse ancora terminata e al contempo non verrà ad oggi assegnato lo Scudetto.​
Sempre durante l’Assemblea è stato deciso di assegnare i posti per le Coppe Europee 2020/21 sulla base delle posizioni raggiunte in classifica alla 19^ giornata, ultima giocata da tutti i club. Contestualmente è stato avallato il blocco delle retrocessioni.​
E’ assolutamente opportuna questa decisione di sospendere il campionato – commenta Francesco Paoletti, Direttore Generale della Savino Del Bene Scandicci –  considerando quanto sta avvenendo nel nostro paese e in tutto il mondo, pertanto la priorità in questo momento è la salute e non la parte sportiva”. ​
“Per quanto riguarda invece le restanti decisioni prese nell’Assemblea di ieri – aggiunge Paoletti –  il nostro club non è in linea con quanto stabilito in merito all’assegnazione dei posti nelle Coppe Europee:  se la classifica non ha valore per assegnare uno Scudetto nè per definire le retrocessioni (modificando quanto inizialmente stabilito) la stessa non può valere per l’assegnazione dei posti per le Coppe Europee evidenziando, quindi, una disparità di giudizio decisamente incongrua”  ​

“Trovo veritiero e corretto assegnare alla squadra di Conegliano il titolo di vincitrice della regular season per i valori espressi sino allo stop della stagione attuale e comprendo anche il loro scoramento per non avere ad oggi la possibilità di inseguire traguardi sportivi verso i quali erano legittimamente lanciati. Proprio per queste ragioni – conclude Paoletti – appare inopportuno dare valenza alla Regular Season per alcune cose e non per altre: con sei giornate ancora da disputare ed i conseguenti playoff l’esito finale della stagione sarebbe potuto essere diverso da quanto ha detto la classifica al momento dello stop, che resta troppo parziale per esprimere giudizi veritieri”

 

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto