31/10/2019 S.lle Ramonda IPAG Montecchio

Montecchio Maggiore, 31 ottobre 2019

Il Sorelle Ramonda Ipag fermato a Trento da un grande Delta Informatica

TRENTINO ROSA – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCCHIO 3-0 (25-18; 27-25; 25-17)

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Piani 17, Giometti, Vianello, Melli 14, Furlan 7, Moncada 3, Barbolini 10, D’Odorico 3, Fondriest 9, Moro, Cosi, Berasi

Allenatore: Bertini Matteo

Assistente: Avi Serena

SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Bartolini 7, Scacchetti, Carletti 8, Trevisan 3, Bovo 8, Battista 10, Zardo (L), Frison, Oggioni, Rosso, Tosi 3, N.e. Barbiero

Allenatore: Beltrami Alessandro

Assistente: Della Balda Alessandro

Arbitri: Clemente A, Lichelli A.

Note. Spettatori: 380 circa. Durata set: 23’,31’,23’; totale 1.17 ’. Montecchio: battute sbagliate 4, vincenti 1, muri 9. Trento: battute sbagliate 11, vincenti 3, muri 6. Ricezione: Montecchio 52%, Trento 54%. Attacco: Montecchio 28%, Trento 45%.

Il Sorelle Ramonda Ipag Montecchio Maggiore affronta al Sanbapolis di Trento il Delta Informatica Trentino Rosa. In quella che si prospetta una gara molto difficile, coach Bertini mette in campo, Melli-D’Odorico schiacciatrici, Fondriest-Furlan al centro, Piani-Moncada opposta-palleggiatrice, Moro libero, mentre Alessandro Beltrami schiera Bovo-Bartolini al centro, Trevisan-Battista in banda, Scacchetti-Carletti palleggiatrice-opposta, Zardo libero.

Comincia forte il Trentino Rosa (5-1) forzando molto la battuta float, nonostante Zardo e Oggioni siano sempre molto precise in fase di ricezione. Piani capitalizza un attacco da seconda linea e porta la formazione di casa 7-2. Bartolini stoppa Melli in attacco (8-4) e un attacco spinto di Scacchetti per Battista sigla il -2 (8-6). Sull’11-8 Beltrami ferma il gioco chiamando time out. Carletti scarica il suo colpo d’attacco da zona quattro e ottiene il nono punto (12-9). Sul 16-11 Melli va in battuta e D’Odorico regala un punto in attacco mandando Trevisan in battuta. Sul 18-13 Frison entra in battuta al posto di Bartolini. Trento allunga ancora 22-14. Bovo mette a terra un buon primo tempo (23-15) e subito dopo mura Melli (23-16). Battista sigla un ace (23-17), ma le giallo blu chiudono 25-18 il primo parziale.

Porta la firma di Carletti il primo punto del Sorelle Ramonda Ipag (2-1) ed è Bartolini che guadagna il sorpasso, ben smarcata da Scacchetti (2-3). Carletti batte teso e ottiene un ace (3-5). Si gioca punto a punto finchè Bovo non mette il freno all’attacco di D’Odorico andando a + 2 (6-8). Le rosso nere mantengono il vantaggio (10-14), grazie anche a una difesa sempre presente e attenta. Trento si rifà sotto, ma un attacco out di Fondriest offre un nuovo vantaggio a Montecchio (13-16). La squadra di casa riagguanta il parteggio (17-17), ma Battista mette palla a terra (17-18). Sul sorpasso del Trentino Rosa (19-18) Beltrami chiama time-out. Le trentine vanno avanti 22-21, ma Bartolini pareggia 22-22. Beltrami effettua il doppio cambio inserendo Rosso e Tosi, che fa il suo esordio in campo dopo l’infortunio. Battista annulla il primo set-ball di Trento 24-23 e un attacco out delle padrone di casa porta il parziale in parità (24-24). Battista annulla anche il terzo set-ball (25-25), Barbolini con ace chiude il set 27-25.

Nel terzo set Beltrami cambia formazione, inserendo da subito Tosi opposta con Carletti spostata in banda. L’argentina conquista il suo primo punto con un attacco da zona due (1-1). Barbolini trova il buco in mezzo al muro di Montecchio e va avanti 5-2. Trento allunga a +6 (11-5) e sul 13-6 Beltrami chiama il secondo time-out. Il muro di Bovo-Tosi ferma la Delta Informatica (15-8), ma Trento rimane a + 7 nonostante la fast di Bartolini (17-10). Il Sorelle Ramonda Ipag non molla e riduce lo svantaggio a -4 (19-15). Carletti ferma l’attacco trentino a muro ed è 21-17, ma la formazione di casa chiude agevolmente set e partita 25-17.

Commenta così Federica Carletti a fine partita:

“Complimenti a Trento per questa vittoria perché non hanno mai mollato. Sono una bellissima squadra, costruita per salire in A1, ma penso che noi siamo state brave ad arginarle in fase muro-difesa, toccando molti palloni a muro. Ci è probabilmente mancato qualcosa in attacco e dovevamo scegliere qualche colpo differente, rischiare di più ed essere più spregiudicate. Ora dobbiamo pensare alla partita di domenica che sarà importantissima perché dobbiamo assolutamente portare a casa dei punti contro Roma.”

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto