01/12/2006 Lega Volley Femminile


L’esordio in casa è sempre una novità, per qualsiasi giocatrice, per qualsiasi squadra. L’esperienza   da atleta e la Coppa non vogliono dire assolutamente nulla, ogni incontro ed ogni avventura è a se’, per cui domenica 3 novembre è tutto nuovo.

Prima di tutto la formazione, su cui Capriotti, a parte l’incontro di domenica scorsa, non si vuole ancora esporre, poi l’inizio di questa lunga ed estenuante avventura in questo campionato di serie A2, dove molte carte per l’accesso alla massima serie saranno tutte da giocare.

Il presidente Sacchi, seppure in trasferta per lavoro, non fa altro che pensare alla partita doi domenica, fra le mura domestiche del Palazzetto dello Sport di Mondolce, a Urbino, alle 17,30. L’esperienza e la conoscenza delle varie avversarie gli permettono di esporsi con la dichiarazione in base alla quale le avversarie della Magic Pack Cremona sono alla portata. Sacchi sa che, in particolare, una giocatrice avrà desiderio di dimostrare cosa la formazione di Cremona possa avere perduto nel non averla più nel proprio organico. Infatti proprio domenica sarà la giornata della ‘ex ‘Micaela Vogel, la quale sta lavorando al meglio per potere  recuperare i postumi dell’intervento ad una spalla.

“L’aria che si respira al palazzetto durante gli allenamenti è legata a questo esordio, un esordio vero e proprio dopo la parentesi di Coppa. La formazione è giovane e le ragazze vogliono dimostrare cosa sanno fare. C’è l’emozione dell’inizio, il desiderio  di dimostrare quale e quanto sia il proprio valore, soprattutto per questo confido molto anche nel calore del pubblico. Le ragazze non solo sono giovani, ma che nuove, vivono a diretto contatto con la realtà cittadina solo dalla fine di agosto, conoscono la città ed i suoi abitanti e proprio per questo che hanno bisogno del sostegno del calore che vedrà l’incontro. Anche se per me questa non è certo la prima volta, mi sento come se lo fosse. Confido  molto nelle giovani leve   e nella loro forza e determinazione; allo stesso modo confido anche negli spettatori, appassionati o semplici simpatizzanti che mi auguro si facciano sentire con tutta la passione che hanno dentro”

Un futuro, più  o meno immediato, quello della Sea Grossi Lam,  ricco di giovani speranze e vecchie, ma sempreverdi  passioni; legate al desiderio di fare principalmente crescere i giovani in un ambiente  da potere non solo coltivare, ma anche da imitare.

 

 

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto