10/01/2019 Lardini Filottrano

Osimo (An). La Lardini si conferma bella di notte al PalaBaldinelli e supera il Club Italia Crai con il massimo scarto, primo 3-0 della ancor breve percorso in massima serie del club filottranese. Un successo prezioso e rilevante, non solo per la classifica, fortemente cercato e voluto dalla squadra di coach Filippo Schiavo, centrato con grande lucidità in tutti i finali di set in una partita combattuta e contro un’avversaria che ha messo in campo qualità e aggressività. Al buon avvio del Club Italia (Omoruyi e Lubian per lo 0-3), la Lardini risponde con Vasilantonaki e il buon contributo al servizio di Cogliandro (ace del 4-3). E’ sull’asse Tominaga – Vasilantonaki che la formazione filottranese allunga fino a toccare il +4 (10-6), gap che la squadra dell’ex coach filottranese Massimo Bellano (applauditissimo dal pubblico del PalaBaldinelli) assottiglia con Nwakalor e l’ace di Fahr (10-9). Di Iulio conserva il break di vantaggio (12-10), Omoruyi è una spina nel fianco della Lardini, ma è con Lubian e con il muro di Populini che le azzurrine invertono la rotta del set (17-18). Di Iulio gioca con le mani del muro e impatta a quota 18, ma sull’attacco out di Vasilantonaki coach Schiavo è costretto a fermare per la seconda volta in pochi minuti il gioco (18-20). Il lavoro di Di Iulio in seconda linea è come sempre prezioso, Vasilankonaki (10 punti nel set con il 55%) capitalizza in attacco e costruisce il break di 3-0 del controsorpasso (22-21). Omoruyi e Malual tengono in parità il Club Italia Crai (23-23), la Lardini arriva con Whitney al set point, che Di Iulio trasforma nell’1-0. L’opposta americana della Lardini spariglia l’avvio di secondo gioco (5-3), Cardullo calamita palloni in seconda linea e con Vasilantonaki Filottrano fissa il punteggio sul 10-7. Il Club Italia Crai si conferma squadra battagliera e risale la china con il servizio: gli ace di Populini (10-9) e Lubian (2) garantiscono il vantaggio esterno (11-12), ma il muro Garzaro frena l’avanzata azzurra (13-12). Nwakalor impatta a 15 e come nel primo set è capitan Di Iulio a caricarsi la squadra sulle spalle (attacco ed ace per il 19-17). In un finale con diversi errori al servizio, il turno in battuta di Tominaga risulta determinante: la regista giapponese manda in affanno la ricezione ospite, Vasilantonaki colpisce in attacco ed è l’ace di Tominaga (il secondo) a chiudere break (5-0) e set (25-20). L’avvio di terza frazione è nel segno di Garzaro, che in primo tempo e a muro lancia la Lardini (3-1). Il Club Italia reagisce in fretta e con un gran colpo di Nwakalor va al comando (5-6), Cardullo strappa applausi a scena aperta, Vasilantonaki (prestazione da 19 punti in 3 set con il 54% offensivo) mette la freccia (10-9). La gara sale di livello, la Lardini aumenta notevolmente l’intensità difensiva e al nuovo strappo del Club Italia Crai (ace di Lubian del 13-15) risponde con tutte le sue attaccanti. Whitney stampa la parità a 19, Filottrano si fa strada (21-19) con il servizio di Vasilantonaki (ace). La squadra di Bellano non molla la presa e impatta (21-21) con Omoruyi, ma il finale è tutto della Lardini, che torna avanti con Garzaro (22-21) e stoppa a muro le azzurrine grazie Whitney e Di Iulio (24-21). Il punto esclamativo lo mette capitan Di Iulio a coronamento di un’eccellente prestazione personale (per lei il premio di MVP Moncaro) e di una significativa e importante prova di squadra. Un successo che ripaga il grande affetto degli oltre mille spettatori accorsi al PalaBaldinelli, un dato tutt’altro che banale per un mercoledì sera.

 

LARDINI FILOTTRANO – CLUB ITALIA CRAI 3-0

LARDINI FILOTTRANO: Tominaga 2, Whitney 12, Garzaro 6, Cogliandro 2, Di Iulio 12, Vasilantonaki 19, Cardullo (L); Baggi. N.e.: Yang, Pisani, Schwan, Rumori. All. Schiavo – Rocca.

CLUB ITALIA CRAI: Morello, Nwakalor 8, Lubian 12, Fahr 6, Omoruyi 13, Populini 9, De Bortoli (L); Battista, Malual 2, Scola. N.e.: Pietrini, Kone, Panetoni (L2). All. Bellano – Fanni.

ARBITRI: Vagni – Di Bari.

PARZIALI: 25-23 (26’), 25-20 (28’), 25-21 (26’).

NOTE: prima della gara il presidente della Lardini Volley Filottrano, Renzo Gobbi, ha omaggiato con un mazzo di fiori le medaglie d’argento mondiali Sarah Fahr, Marina Lubian, Elena Pietrini e Sylvia Nwakalor. Spettatori 1.050. Lardini: battute sbagliate 6, battute vincenti 5, muri 4, ricezione positiva 61% (43% perfetta), attacco 42%. Club Italia: b.s. 9, b.v. 5, mu. 4, ric. pos. 46% (31%), att. 40%. MVP: Chiara Di Iulio.

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto