10/01/2019 Savino Del Bene Scandicci

Scontro tra titani, battaglia per la vetta, guerra stellare. Sono solo alcune delle definizioni spese alla vigilia per descrivere la gara tra Igor Gorgonzola Novara e Savino Del Bene Scandicci. La gara valevole per la seconda giornata di ritorno del campionato di Serie A1, mette infatti in palio il primo posto in classifica, con la capolista Novara che ospita la seconda forza del campionato Scandicci nel corso del turno infrasettimanale di mercoledì 9 gennaio.

Due punti di differenza in classifica, con Novara prima a quota 33 e Scandicci staccata di due lunghezze. Novara reduce dalla battuta d’arresto patita in casa di Brescia scende in campo con il 6+1 composto da: Carlini al palleggio, Egonu come opposto, il reparto di centrali vede titolari Chirichella e una Veljkovic impegnata nel giorno del suo 29esimo compleanno, Bartsch e Piccinini in banda, Sansonna da libero.

Carlo Parisi risponde schierando la sua Savino Del Bene con la classica formazione titolare: Malinov al palleggio, Haak da opposto, Stevanovic e Adenizia da centrali con Vasileva e Bosetti in banda. A completare il 6+1 è Merlo da libero.

La gara comincia con una Novara subito intenzionata a cancellare l’ultimo k.o. rimediato con Brescia. Egonu va in cielo e mette a terra il pallone dell’1-0, subito dopo arriva il punto di Veljkovic che mura l’attacco in primo tempo di Adenizia. Con un muro di Piccinini su di una fast di Stevanovic arriva invece il +4 per Novara (7-3). A metà set Scandicci aumentà l’intenstà del suo gioco e riesce a mettere maggiormente in difficoltà Novara. Vasileva scardina il muro ad uno di Egonu e manda al servizio Haak. Inizia una fase positiva per Scandicci che con i muri di Stevanovic e gli attacchi di Haak arriva sul -1 (15-14). Il pari sul 16-16 lo firma Malinov con un tocco di seconda e Michelle Bartsch con un errore in attacco. Novara produce un colpo di reni e si riporta avanti sul 19-16 grazie a due punti consecutivi di Egonu ed a uno di Bartsch che passa in mezzo al muro della Savino Del Bene. Scandicci viene staccata e su di un errore in attacco di Haak scivola sul 21-18. La squadra di Parisi continua a lottare ma ad aggiudicarsi il primo set è la Igor Gorgonzola: Piccinini mura la fast di Stevanovic e il risultato va sul 25-21.

Avvio di secondo set shock per la Savino Del Bene, che in un amen è sotto per 4-0. Parisi è così costretto a chiamare un time out. Scandicci esce ottimamente dal “tempo” e con un parziale di 2-5 si porta ad un solo punto di distanza da Novara con un ace di Haak (6-5). La gara rimane in equilibrio con Novara sempre in vantaggio di 2-3 punti. Scandicci però rimane in scia alla squadra di coach Barbolini e riesce a tornare in parità sul 17-17 sfruttando le giocate di Haak e Vasileva. Scandicci riesce a “mettere la freccia”. Vasileva segna il 17-18, Haak approfitta di un errore in ricezione di Novara e schiaccia su Carlini segnando il 17-19. Con un muro di Vasileva su Barstch e un palleggio di Vasileva lasciato cadere a terra da Novara, il punteggio va sul 17-21. Novara prova a recuperare con i punti di Egonu, ma la Savino Del Bene si aggiudica il set con Bosetti che firma il 20-25. Per Scandicci un’imposizione di set, ma comunque importante, la prima dopo 9 set persi nelle precedenti 3 sfide con Novara.

Nel terzo set la gara è equilibrata e dopo un avvio fulminante di Novara (5-3) è Scandicci a mettere in fila una serie di buoni scambi (5-6). la sfida è sul filo di lana, Haak firma tre punti nel giro di pochi scambi e Carlini manda in rete un servizio (8-11). La Igor Volley cambia Piccinini e Barstch e manda in campo Nizetich e Plak, ma a pareggiare i conti per il le piemontesi è un Egonu esplosiva che segna il 13-13 con un ace. Plak con una bordata spinge di nuovo in vantaggio di due punti Novara (15-13). Scandicci si affida alle sue centrali e pareggia sul 15-15 con un muro di Stevanovic ed un attacco di Adenizia, è però uno splendido muro di Bosetti su Egonu a portare di nuovo avanti la Savino Del Bene (15-16). La partita vive sull’altalena delle emozioni e di un punteggio che varia in continuazione. Novara torna in parità sul 16-16 e poi sul 17-17. Scandicci riesce però ad andare sul + 2 (17-19) grazie ad un errore in attacco di Egonu ed a uno splendido colpo di Haak, che finta la botta e invece tocca di giustezza. Nizetich ed Egonu restituiscono il pari a Novara (19-19). L’ultimo e decisivo allungo è di Scandicci che chiude il terzo set vincendo 22-25 con un colpo di Haak al termine di uno scambio lungo e contraddistinto dalle difese estreme, ma non sufficienti di una Novara che va sotto 1-2 nel conto dei set.

Il quarto set si apre con Novara avanti per 5-1 con Chirichella grande protagonista insieme a Bartsch. Parisi chiama il time out e al rientro in campo Scandicci si porta sul 5-3. Scandicci arriva anche sul -1 (6-5) con Bartsch che, su di un pallone sporco, colpisce l’asta. Novara però sembra averne più in questo set e va sul 10-6 grazie alla solita Egonu e ad un muro di Veljkovic. Scandicci non si arrende e rientra negli scarichi di Novara. Il -2 lo firma Vasileva dopo una prodigiosa difesa di Merlo (13-11). Egonu con un attacco ed un muro su Bosetti porta di nuovo sul +3 Novara, il +4 invece lo mette a referto Piccinini (17-13). Haak e Bosetti si caricano la squadra in spalla e ricuciono ancora il gap. Per effetto di un pallone messo sull’asta da Egonu il punteggio va sul 18-16. Novara a questo punto sembra riuscire ad allungare (20-16), ma la formazione di Parisi non alza bandiera bianca e continua a lottare: il 21-18 lo segna Haak con un muro su Egonu, Adenizia confeziona invece la “monster block” che vale il 21-19. In un set più favorevole a Novara è proprio la squadra di Barbolini ad aggiudicarsi la vittoria. Chirichella sbaglia il servizio e manda il punteggio sul 24-21, ma pochi istranti più tardi Bartsch segna il 25-21 che chiude la quarta frazione di gioco e manda il match al tie break.

In avvio della quinta frazione è terrificante l’uno-due Veljkovic-Egonu. La pronta risposta è di Haak (2-1). Stevanovic segna il 3-2, mentre Haak sbaglia il servizio e porta il risultato sul 4-2. Scandicci comunque arriva sul pari 5-5 per effetto di un errore di Chirichella e passa in vantaggio sul 5-6 con una fast di Stevanovic. Vasileva fa +2 con l’ace. Nizetich con un mani out pareggia di nuovi i conti con il 7-7. Al cambio campo Novara è avanti 8-7. La seconda metà del set si apre con il pareggio sull’8-8, Malinov addirittura con un murone su Nizetich fa 8-9. La sfida è punto a punto: Novara pareggia sull’11-11 con il 43esimo punto nella gara di Egonu. Dopo un errore al servizio di Novara, la Savino Del Bene fa +2 con il muro di Stevanovic (11-13). Scandicci è sul +2 sul 12-14 firmato ancora da Stevanovic. Il punto decisivo le segna Haak (12-15). La Savino Del Bene vince 2-3, va ad un punto dal primato di Novara e si vendica della sconfitta 3-0 dell’andata.

Carlo Parisi post partita: “C’era la curisosità di vedere se la distanza tra noi e loro era ancora tanta oppure se eravamo stati bravi a ridurre questa distanza. Diciamo che sulla partita secca io continuo a pensare che loro abbiano ancora qualcosa in più di noi sotto il punto di vista dell’organico, però la partita di stasera ha detto che siamo sulla strada buona e che abbiamo ancora margine per crescere, anche attraverso il recupero di Vasileva che ancora non può avere di altri schiacciatori più collaudati, ma oggi ha giocato un’ottima partita. Quello che mi è piaciuto molto è stat la reazione che abbiamo avuto dopo la sconfitta del primo set e il cattivo inizio del secondo. Mi è piaciuta molto la squadra per come era organizzata nel muro-difesa, per come ha contenuto le loro caratteristiche e le loro giocatrici di riferimento, non solo Egonu. È importante che raccogliamo quanto di buono abbiamo fatto oggi. Prima della partita avevo detto che non era una gara decisiva, anche se è sicuramente un’iniezione di fiducia”

Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci: 2-3 (25-21, 20-25, 22-25, 25-21, 12-15)

Igor Gorgonzola Novara: Carlini 4, Stufi ne, Camera ne, Plak 2, Nizetich 3, Chirichella 9, Sansonna L, Piccinini 7, Bici ne, Bartsch-Hackley 14, Zannoni, Veljkovic 7, Egonu 44. All.: Barbolini M.

Savino Del Bene Scandicci: Mastrodicasa ne, Bisconti ne, Malinov 4, Adenizia 5, Mitchem ne, Merlo L, Papa, Haak 37, Mazzaro ne, Zago ne, Caracuta, Stevanovic 12, Bosetti 8, Vasileva 12. All.: Parisi C.

Arbitri: La Micela – Curto

Durata: 23′, 22′, 28′, 26′, 16′

Spettatori: 2150

pdf print

Altre news:

Samsung Volley Cup A1
12ª Giornata Ritorno
24/03/2019 17:00
Zanetti Bergamo3
SDB Scandicci0
Valsabbina BS3
Imoco Volley TV2
Igor Novara3
Bosca CN2
Lardini AN1
Il Bisonte FI3
UYBA Volley3
èpiù Pomì CR1
Club Italia3
Fenera Chieri1
Pool Salvezza A2
3ª Giornata Ritorno
24/03/2019 17:00
Montecchio VI3
Hermaea Olbia0
Sigel Marsala3
P2P Baronissi0
Volley Roma1
Cutrofiano LE3
Pinerolo TO3
Canovi Sassuolo0
Pool Promozione A2
2ª Giornata Ritorno
24/03/2019 17:00
Teodora Ravenna2
Lpm Bam Mondovì3
Golden Tulip CE3
WealthPlanet PG2
Martignacco UD0
Barricalla TO3
Volley Soverato0
Delta Trentino3
OMAG Marignano3
AZ Orvieto1
Regular Season A1
13ª Giornata Ritorno
30/03/2019 20:30
èpiù Pomì CR0
Igor Novara0
Imoco Volley TV0
UYBA Volley0
Saugella Monza0
Zanetti Bergamo0
SDB Scandicci0
Valsabbina BS0
Fenera Chieri0
Lardini AN0
Bosca CN0
Club Italia0
Pool Salvezza A2
4ª Giornata Ritorno
31/03/2019 17:00
P2P Baronissi0
Montecchio VI0
Hermaea Olbia0
Sigel Marsala0
Cutrofiano LE0
Pinerolo TO0
Canovi Sassuolo0
Volley Roma0
Pool Promozione A2
3ª Giornata Ritorno
31/03/2019 17:00
Lpm Bam Mondovì0
Barricalla TO0
Volley Soverato0
WealthPlanet PG0
Martignacco UD0
Teodora Ravenna0
Golden Tulip CE0
OMAG Marignano0
AZ Orvieto0
Delta Trentino0
Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto