04/01/2019 Hermaea Olbia

Dopo cinque sconfitte consecutive è ora di reagire. Lo sa bene l’Hermaea Olbia, che domenica pomeriggio sarà di scena in casa del Volley Group Roma in una sfida di cruciale importanza nel cammino salvezza. Le galluresi, fanalino di coda del Girone A della Serie A2 con 5 punti all’attivo, cercheranno di sorpassare le capitoline, avanti di due lunghezze in graduatoria. In palio c’è una buona posizione nel ranking della seconda fase di campionato. Quella che varrà la permanenza nella categoria.

L’Hermaea cercherà di ripartire dai primi due set della partita contro Caserta: “E’ stata una gara dai due volti – spiega coach Anile – nei primi due la squadra ha fatto vedere qualcosa di buono. Ovviamente la prestazione va contestualizzata: abbiamo affrontato una compagine molto forte, che non ha sbagliato quasi nulla. A noi, invece, mancavano alcune pedine importanti come Simona Degortes. La sua assenza ci ha costretti a schierare D’Elia nella posizione di libero. Chiara ha fatto pure bene, considerando che era all’esordio da titolare in Serie A e alla prima assoluta nel ruolo. Non mi è piaciuto ovviamente il tracollo del terzo set, durante il quale non siamo mai entrate in campo. E’ stato un campanello d’allarme dal punto di vista psicologico”.

In casa del Volley Group non sono ammessi errori. L’Hermaea deve assolutamente far punti: “Domenica inizierà il nostro vero campionato – sottolinea il tecnico – ci aspettano 11 partite (3 del girone A e 8 della poule salvezza, ndr) da affrontare come se fossero finali. Ogni palla sarà determinante per la conquista della salvezza. Per ora ci focalizziamo sulle prime tre: vincendole tutte arriveremmo alla seconda fase da prime in classifica. Inutile dire che sarebbe un grande passo avanti rispetto al nostro obiettivo”.

La gara d’andata, disputata al PalAltoGusto lo scorso 11 novembre e vinta dall’Hermaea per 3 set a 0, presentava dei temi simili. Anche allora, infatti, le olbiesi erano reduci da ben cinque battute d’arresto in fila: “Sarà una partita molto difficile – ammette – anche perché dovremo fare nuovamente a meno di Degorters, sempre alle prese con il problema al polso. Il successo dell’andata ci deve dare fiducia, ma dobbiamo stare attente a una squadra che ha fatto degli importanti passi avanti, come dimostrano i successi su Pinerolo e Orvieto. Vedremo chi sarà più bravo”.

Fischio d’inizio domenica 6 gennaio alle 17 al Pala Di Fiore di Roma.

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto