• it
12/03/2018 Banca Valsabbina Millenium Brescia

Brescia s’impone in una gara non semplice nonostante la classifica delle avversarie, invischiate nella lotta salvezza. Un’ottima prova collettiva spazza via le velleità delle lilibetane, ora la Savallese è davvero vicina alla primo posto. 

 

La Savallese Millenium Brescia interrompe la striscia di risultati positivi (3 vittorie consecutive) della Sigel, che l’aveva portata a un paio di punti da quel terzultimo posto che vuol dire salvezza, mentre le lombarde proseguono la loro marcia intascando 3 punti preziosi, sfruttando quindi a pieno il passo falso di Mondovì con Montecchio: la prima piazza dista ora solo due lunghezze.

La partita è stata in due parziali equilibrata, con il solo secondo set di intero dominio bresciano, ma la differenza l’ha fatta la capacità della Savallese di pigiare sull’acceleratore nei momenti topici della partita. La squadra ha giocato unita e compatta, senza soliste ma con tante comprimarie che hanno dato il massimo nelle rispettive consegne. Prandi illumina il gioco con personalità e la solita generosità, i Veglia e Gioli sono letali in attacco e solidissimi a muro, Villani e Dailey aiutano e si aiutano in attacco e in ricezione, Parlangeli è attenta e reattiva, Decortes invalicabile a muro e preziosa in attacco. E anche chi interviene dalla panchina (in questo caso Gabbiadini e Norgini) si fa trovare pronta. Un breve elogio alla capacità di queste ragazze di lavorare in gruppo, serrando i ranghi nei momenti più delicati, e che hanno dato una bella prova di solidità col Marsala, che presentava degli attaccanti di valore e ha lottato su ogni palla per la salvezza.

Starting six: Campisi manda in campo Agostinetto in palleggio, Perry opposto, Facchinetti e Furlan centrali, Merteki e Rossini di banda e Marinelli libero. Mazzola risponde con Prandi in cabina di regia, Decortes opposto, Gioli e Veglia centrali, Dailey e Villani schiacciatrici e Parlangeli nel ruolo di libero.

La Sigel inizia senza timori reverenziali e le azzurre provano subito a fare la partita con Merteki che parte alla grande (3-1), Villani prova a rispondere accorciando le distanze ma Perry fa male alla difesa lombarda e confeziona il 9-7. Sale in cattedra Gioli per ristabilire l’equilibrio (9-9), ma prima Facchinetti e poi Merteki lanciano in fuga le sicule 13-10 e poi ancora 15-11. Tempo di Mazzola, reset mentale e tattico e la Millenium recupera lo svantaggio tutto d’un fiato, con un break di 4 punti. La Sigel regge fino al 17-17. Con otto punti consecutivi le ragazze di Mazzola chiudono i conti e il set (17-25). L’ultima palla la mette a terra Decortes che mura un attacco azzurro.

La seconda frazione è quella più scontata: la Sigel non riesce a reggere oltre il minimo necessario l’onda d’urto delle Millenium. Le azzurre restano in partita fino al 4-3, realizzato da Perry. Poi le lombarde prendono il largo, azzeccando il momento migliore che va a coincidere con la fase di scoramento delle padrone di casa. Sette punti di break (4-11) con l’americana Dailey al servizio, sono interrotti da una conclusione di Ventura subentrata a Rossini (5-11) che suona la ricarica per una rimonta che non va oltre il -3 (12-15). Norgini entra al posto di Dailey, la qualità della ricezione è alta e a Prandi non resta che divertirsi con Veglia e Gioli (58%, 4 muri e 3 ace per la prima, 67% e 3  muri per la seconda). Villani s’infiamma sul finale: realizza gli ultimi tre punti (16-25).

La terza frazione rende onore alla Sigel, che lotta punto a punto con le ospiti fino in fondo. Le azzurre si portano avanti addirittura di quattro punti (11-7), con un muro di Furlan. Almeno fino a quando l’americana Dailey non riagguanta il pareggio (12-12). La Sigel non ci sta e continua a lottare indomitamente, ritornando avanti di due punti e coach Mazzola chiama il time-out per poi mandare in campo l’ex di turno Gabbiadini. Gioli in fast pareggia (18-18), ma Jessica Ventura, che gioca dall’inizio del set al posto di Perry, mette a terra la pipe del 19-18. Sul 21-22 (preziosissimo muro di Decortes), Campisi si gioca il tutto per tutto inserendo ancora Perry. Sul 22-22 si decide il set e l’incontro: è ancora la pluridecorata Simona Gioli, top-scorer della partita, a chiudere la storia con due punti.

Prossimo impegno per Brescia sarà l’anticipo casalingo al PalaGeorge di Montichiari sabato 17 alle 20.30 contro la Bartoccini Perugia, altra formazione agguerritissima in chiave salvezza.

 

Sigel Marsala – Savallese Millenium Brescia 0-3 (17-25 16-25 23-25).
Sigel Marsala: Rossini 8, Facchinetti 6, Agostinetto, Merteki 8, Furlan 5, Perry 7, Marinelli (L), Ventura Ferreira 7, Mucciola, Murri. Non entrate: Cazzetta. Allenatore: Campisi.
Savallese Millenium Brescia: Dailey 6, Gioli 15, Prandi 4, Villani 14, Veglia 13, Decortes 10, Parlangeli (L), Norgini, Gabbiadini. Non entrate: Bortolot, Angelini, Canton. Allenatore: Mazzola.
ARBITRI: Pozzi, Moratti.
NOTE – Durata set: 22′, 23′, 26′; Tot: 71′.

 

 

Le Leonesse, una grande prova corale in quel di Marsala (Foto Salvaltore Gucciardi)

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto