• it
05/01/2018 Hermaea Olbia

Primo impegno del 2018 per la Golem Olbia, che apre il girone di ritorno con la difficile sfida casalinga contro il Fenera Chieri, terzo in classifica immediatamente alle spalle delle altre due piemontesi Cuneo e Mondovì e forte della presenza di due ex come Luca Secchi e Giulia Angelina. La sfida non sembra essere quella più indicata per interrompere l’astinenza da vittorie, ma l’Hermaea, pur decimata dalle assenze, non lascerà nulla di intentato: “La sfida contro Chieri si presenta come proibitiva per noi – afferma il presidente Gianni Sarti – stiamo parlando di una squadra molto ben attrezzata, che può contare su un ottimo tecnico e su dei cambi di alto livello. La vedo molto dura, noi siamo ancora incerottati, ma nel volley non si sa mai. Non sarebbe male riuscire a portare a casa un punto, o quanto meno mettere in difficoltà un avversario di questo calibro”.

La Golem affronterà il match a una settimana di distanza dalla battuta d’arresto contro la capolista Ubi Banca San Bernardo. Una sconfitta netta, ma che non ha lasciato strascichi: “Basta dire – prosegue Sarti – che Cuneo aveva in campo quattro giocatrici che lo scorso anno militavano in A1 e altre due che invece avevano vinto la A2. Con questo semplice dato direi che è possibile comprendere i perché della nostra sconfitta”. Ma la gara contro Cuneo ha mostrato anche qualche sprazzo di luce. Su tutti, una nuova prestazione da incorniciare da parte di Marianna Iannone: “E’ sugli scudi da diverso tempo – aggiunge – Marianna sta mostrando il suo valore in questa categoria, e la cosa per noi rappresenta un motivo di grande soddisfazione. Acquistammo tempo fa il suo cartellino dal Garibaldi La Maddalena. Era già brava allora, ma è cresciuta ancora tantissimo. E restando in tema mi piace ricordare anche i miglioramenti espressi da Caboni, Branca e Murru. Nell’ultima partita c’è stato spazio per quattro giocatrici sarde, e credo proprio si tratti di un record”.

La Golem ha chiuso il 2017 con una lunga striscia di stop consecutivi, e la cosa, ovviamente, non può far piacere al numero uno olbiese: “Il bilancio della prima parte di stagione non è sicuramente positivo sotto il profilo dei risultati – aggiunge – ma nonostante le nove sconfitte di fila qualche segnale positivo lo si può trarre. Tra questi c’è senz’altro la crescita delle nostre giovani e un ambiente che continua a essere unito e positivo grazie anche all’ottimo lavoro dello staff tecnico.”

Al fine di correggere il tiro e risalire la china, l’Hermaea sta da tempo sondando il mercato alla ricerca di rinforzi: “Non è facile – spiega il presidente – la verità è al momento ci sono tante squadre a caccia di acquisti e poche giocatrici disponibili. Non è un mercato di riparazione facile però ci proveremo. Inoltre siamo fiduciosi verso quello che potrebbe rivelarsi come un vero e proprio miracolo sportivo, ovvero il recupero di una delle giocatrici che pensavamo di aver perso per lungo tempo a causa di un infortunio”.

Infine, un appello: “La Serie A a Olbia fa piacere a tutti e dà lustro a tutta la Sardegna – dice ancora Sarti – diversi imprenditori si sono avvicinati negli ultimi mesi e vorremmo che la cosa continuasse. Per questo chiediamo alla città di Olbia, alla Gallura e, perché no, all’intera Sardegna di stringersi attorno a noi”.

Fischio d’inizio sabato 6 gennaio alle 17al PalAltoGusto di Olbia. La gara verrà arbitrata dai signori Maurizio Merli e Fabio Toni. La Golem, tramite il servizio “Directa Esclusiva” fornito dal media partner Directa Sport Live TV, offrirà la visione della partita in diretta streaming a beneficio degli appassionati che risiedono fuori dalla Gallura. Per vedere la sfida tra Hermaea e Chieri sarà dunque necessario collegarsi all’indirizzo http://www.directasport.it/wp/diretta-esclusiva/ e inserire la password che verrà fornita su richiesta dalla società.

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto