• it
30/12/2017 Liu Jo Nordmeccanica Modena

Primi due parziali in equilibrio, poi escono le padrone di casa alla distanza che portano a casa l’incontro 3-1 ed anche la qualificazione alla Final Four di Coppa Italia in programma il 17-18 febbraio.

Risultato finale:

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3

LIU•JO NORDMECCANICA MODENA 1

Risultati parziali:
26-24
24-26
25-21
25-14

Durata del match: 1h 56min

Primo arbitro: Luca Sobrero

Secondo arbitro: Armando Simbari

CRONACA DELLA PARTITA

Primo set.
Anche per questa sfida coach Fenoglio conferma in sestetto Pincerato al palleggio con Barun a completare la diagonale principale. Bosetti e Montano sono gli attaccanti di banda, Garzaro ed Heyrman i centrali con Leonardi libero.
Per le padrone di casa coach Mencarelli va con il suo sestetto formato da Orro al palleggio, Diouf opposta, Gennari e Bartsch in posto quattro, Berti e Stufi al centro con Spirito libero.
Subito aggressive le bianconere in campo, ma manca qualcosa sui primi scambi. Un po’ di fretta, qualche errore, ma l’atteggiamento è quello giusto per una sfida così importante ed i risultati arrivano dopo i primissimi scambi. Busto si porta sul 7-4 prima del rientro ed immediato sorpasso bianconero, con Barun a trainare la squadra. Il muro della croata vale l’8-9 poi arriva subito anche Heyrman a fermare Diouf che poi attacca anche in rete per l’8-11 che porta al primo time out voluto da coach Mencarelli. Berti trova il punto su un pallone vagante al ritorno in campo e le padrone di casa chiudono subito le distanze pareggiando sull’11-11. Barun mantiene poi il cambio palla, Gennari trova il vantaggio sul 14-13, ma ancora trascinate dalla propria opposta le bianconere rimangono a condurre il set fino a che la Unet E-Work non trova le misure per arginarla e per creare difficoltà anche all’attacco modenese. Diouf fa 18-18 poi tre muri consecutivi per Busto valgono l’allungo. Cambio palla di Barun e contrattacco di Montano per il -1, sprint finale in parità con l’attacco out di Gennari per il 23-23, poi primo set point per le padrone di casa che annulla Heyrman, ma sono proprio due errori modenese, la battuta della capitana e l’attacco out di Barun, a portare avanti Busto nel conto dei set.

Secondo set.
Sestetti d’inizio gara confermati e dopo i dodici punti del primo parziale Barun mette subito a terra la prima palla, poi le risponde Gennari. Pipe di Barstch per il 4-2, Bosetti a muro pareggia e poi sorpassa in attacco. Sul 7-7 coach Fenoglio si gioca la carta Ferretti per Pincerato, Garzaro pizzica la rete e trova l’ace del 9-10 che apre il primo piccolo parziale a favore delle bianconere. Si va sul 9-12 con Mencarelli che ferma tutto, poi Bartsch trova subito il cambio palla al ritorno in campo, ma ancora due punti consecutivi di Barun portano Modena sul +4. Come nel parziale precedente la fase centrale vede le bianconere condurre, salvo poi farsi raggiungere con i muri e con un attacco out di Garzaro per il 18-18. Rientra Pincerato in regia, Orro batte out poi su un campanile Diouf trova il mani out per il sorpasso. Time out Fenoglio, Barun per il pari e muro di Pincerato per il nuovo sorpasso. E’ un testa a testa che conferma ancora una volta il grande equilibrio tra le due squadre. Il contrattacco di Bartsch porta le padrone di casa al primo set point che annulla Barun con una pipe su un pallone vagante. Il sorpasso arriva su un’invasione a rete dopo un attacco di Bosetti, ferma tutto Mencarelli, ma non basta perché dai nove metri Pincerato mette in grossa difficoltà la ricezione di Spirito e Garzaro mette a terra il rigore che riporta in parità la situazione.

Terzo set.
Ristabilita la parità, ad inizio terzo parziale tornano subito forte avanti le padrone di casa sfruttando gli errori in attacco delle bianconere: tre sui primi palloni del parziale portano Busto avanti 5-1 e allora ferma subito tutto coach Fenoglio per riportare tranquillità in campo. Stufi allunga le distanze assieme a Diouf ed il vantaggio si raddoppia per le padrone di casa che salgono sul 13-5. Coach Fenoglio prova a cercare anche nuove alchimie con l’ingresso di Bisconti stabilmente in luogo di Montano e non solo in seconda linea. Dalla battuta, però, arrivano risorse importanti con i vincenti di Garzaro e Barun per il 15-11. Time out Busto e ancora dai nove metri Barun per il -3, ma le lombarde ritrovano il cambio palla anche se non in maniera fluidissima. Basta questo, però, a non disperdere l’ampio vantaggio acquisito fino al -2 con Barun sul 21-19. Rientra Montano per dare sostanza all’attacco al posto di Bisconti, ma c’è anche la pipe out di Pistolesi entrata al servizio per Garzaro e l’ace di Bartsch per il 23-19. Time out Fenoglio, ma le padrone di casa mantengono salda la situazione e si riportano nuovamente avanti con l’attacco di Gennari che chiude 25-21 il set.

Quarto set.
Non può più permettersi di lasciare nulla per strada la Liu•Jo Nordmeccanica e allora riparte forte la formazione bianconera con una Barun subito trascinare. Tre punti sui primi quattro di squadra portano Modena avanti 1-4 ed è subito time out per Mencarelli che quando ferma il gioco trova sempre un break positivo ed arriva anche in questo caso con l’ace di Berti per il pareggio e il sorpasso 5-4 sull’attacco in rete di Barun. Arrivano un paio di cambi palla a firma Heyrman per Modena, ma Bartsch fa 8-6 e ferma tutto anche Fenoglio questa volta. Il break, però, si allunga fino al 12-6 sulla falsariga di quanto successo nel terzo set, ma questa volta manca una pronta reazione delle bianconere che non riescono a ricucire subito, almeno in parte, il divario. Coach Fenoglio ci prova inserendo Vesovic per Bosetti, ma chiude il cambio poco dopo perché la mossa non sortisce particolari effetti, con le padrone di casa che continuano il proprio ottimo momento e si portano in controllo allo sprint finale, con Bartsch che chiude con il mani fuori del 25-14 che qualifica Busto per la Final Four di Coppa Italia.

L’opposta Katarina Barun: “Non abbiamo giocato come dovevamo questa partita, non siamo riuscite a mettere loro in difficoltà, soprattutto sulla nostra battuta sono riuscite a fare il loro gioco e a quelo punto per noi è diventato tutto più difficile. Non abbiamo giocato con la testa. Nei primi due set siamo state lì, è difficile dire cosa poteva essere, ma alla fine uno lo abbiamo vinto noi e uno loro. Ci vuole pazienza e freddezza in questi momenti, cercando di stare sempre lì per provare a vincere ogni parziale. Come detto uno siamo riusciti a portarlo a casa, l’altro no ed è andata così, non ha senso pensare cos’avrebbe potuto essere. Ora la Coppa Italia è passata, è il momento di pensare al campionato e provare a giocare sempre meglio partita dopo partita per arrivare ai playoff nella miglior posizione possibile e una volta arrivati a quel punto giocarcela al meglio.

PROSSIMO APPUNTAMENTO: domenica 7 genaio, alle ore 17, presso il PalaPanini di Modena, tredicesima giornata di Samsung Galaxy Volley Cup Serie A1 fra Liu•Jo Nordmeccanica Modena e Busto Arsizio.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto