• it
26/12/2017 Lardini Filottrano

Pesaro. Peccato davvero. La myCicero fa suo il derby di ritorno, ma la Lardini ha di che mordersi le mani, soprattutto per il vantaggio non monetizzato di 19-13 nel quarto set. La Lardini targata Giuseppe Nica e Andrea Quintini (all’esordio sulla panchina filottranese il primo, di ritorno il secondo) esce dal PalaCampanara con il rammarico di quel che poteva essere in una partita che le filottranesi interpretano bene in avvio, trovando la chiave giusta per mettere in difficoltà la myCicero nella quarta frazione. In avvio fa tutto la Lardini, fa i suoi punti ma anche quelli della myCicero (5-5). Filottrano tiene bene a muro (Scuka e Tomsia per il 5-7), Nizetich firma il primo punto “made” in Pesaro (7-7), poi le padrone di casa costruiscono il break con Aelbrecht e Bokan (14-11). Dal time out di Nica la Lardini esce con grande energia, Tomsia e Mitchem riducono il gap, l’americana impatta a quota 15 direttamente al servizio, imitata poi da Mazzaro (17-17). Hutinski (non al meglio della condizione, così come capitan Negrini) è più lesta di tutte a rete, Van Hecke attacca out e così la Lardini costruisce in prezioso break (18-20), conservato da Scuka e Mitchem (20-22). E’ un errore in ricezione a consentire a Van Hecke di pareggiare (22-22), ma prima Mitchem (5 punti con il 66%) e poi l’ace di Bosio garantiscono due set-point a Filottrano (22-24). Bokan annulla il primo, ma Arciprete sbaglia il servizio che sancisce l’1-0 Lardini. Si riparte dal muro di Bokan (3-2), dai punti di Tomsia (5-5) e da un equilibrio che, sul servizio di Nizetich, si spezza con gli attacchi di Van Hecke e Bokan e con il muro di Aelbreach (12-6). Il break (6-0) fa male alla Lardini e dà slancio a Pesaro, che aumenta l’intensità difensiva e vola sul +9 (19-10). Nica manda in campo Melli, che prova a scuotere la Lardini (20-13), ma la myCicero tocca il +10 (23-13) con l’ace di Nizetich e ci pensa Van Hecke (8 punti con l’80% di efficacia) a chiudere un set da 51% in attacco e 93% in ricezione. La squadra di Bertini inizia bene il terzo parziale (2-0), la reazione della Lardini è immediata: Mitchem a muro mette la freccia (2-3), Hutinski in battuta fa segnare il +2 (3-5). Il servizio di Pesaro tiene in apprensione la ricezione filottranese, Bokan (2 ace) e Olivotto spingono la myCicero sul 12-7. Mazzaro interrompe il break pesarese, Tomsia e Melli fanno ripartire la Lardini (14-11), che si avvicina (15-13) sul pallonetto di Mitchem. Le padrone di casa tuttavia respingono il ritorno di Filottrano e con Van Hecke mettono le mani sul set (19-14). L’ex Gamba prova a garantire solidità alla seconda linea filottranese, Aelbrecht e Bokan non concedono nulla e Pesaro scrive a referto il 2-1. Coach Nica ridisegna la Lardini in avvio di quarto gioco, con Melli opposta a Bosio, Mitchem e Scuka in banda. In posto “quattro” Filottrano costruisce i punti del vantaggio esterno (4-5), la Lardini stringe i denti sospinta dal consueto calore dei tanti supporter al seguito, ci mette l’anima in difesa con Feliziani in primis e con Mazzaro e Melli allunga il passo (7-11). Scuka risponde a Bokan (9-13) e dopo il muro di Cambi (11-13) è il mani out di Melli a scrivere sul tabellone il +5 Lardini (11-16). L’attaccante mantovana si erge a muro (13-19), Filottrano sembra poter arrivare in fondo, ma la myCicero non molla, Van Hecke chiude uno scambio lunghissimo e dimezza il divario (16-19). Nica arresta il gioco, Van Hecke conserva però la mano caldissima (18-19). E’ Mitchem a interrompere il break (18-20), Melli tiene avanti Filottrano (20-21), ma la Lardini sbaglia e Bokan la punisce (23-21). La Lardini trova la forza per rimettersi in pista e impattare con il mani out di Scuka (23-23), Aelbrecht e Van Hecke spengono le speranze filottranesi.

 

MYCICERO PESARO – LARDINI FILOTTRANO 3-1

MYCICERO PESARO: Cambi 3, Van Hecke 20, Olivotto 7, Aelbrecht 17, Bokan 17, Nizetich 8, Ghilardi (L); Vagnini, Bussoli, Baldi 2, Carraro, Arciprete 1. N.e.:, Lapi. All. Bertini – Burini.

LARDINI FILOTTRANO: Bosio 2, Tomsia 6, Mazzaro 4, Hutinski 5, Mitchem 15, Scuka 9, Feliziani (L); Melli 9, Gamba, Negrini, Agrifoglio. N.e.: Pomili. All. Nica – Quintini.

ARBITRI: Lot e Satanassi.

PARZIALI: 23-25 (23’), 25-14 (20’), 25-18 (22’), 25-23 (28’).

NOTE: spettatori 1.000 circa con circa 250 sostenitori della Lardini. Pesaro: battute sbagliate 17, battute vincenti 3, muri 12, ricezione positiva 81% (57% perfetta), attacco 48%. Lardini: b.s. 7, b.v. 5, mu. 7, ric. pos. 75% (53%), att. 37%.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto